Serie B. Impresa Monteroni, alla 16a Agropoli perde l’imbattibilità

0

Finisce così con una tripla di Grosso a 2 secondi dalla fine, la striscia di vittorie consecutive dell’Agropoli Basket. Partita molto combattuta, condizionata  dagli acciacchi in casa biancoblu, che vede i pugliesi prevalere dopo aver giocato un’ottima partita.

Paternoster parte in quintetto senza Marulli, e lancia Borrelli in cabina di regia, con Iurato al suo fianco. Il primo quarto fa intravedere le difficoltà dei cilentani nello sviluppo delle azioni offensive, la squadra di coach Lezzi, invece, difende con ordine e fa della circolazione di palla il suo forte in fase offensiva, puntando sul pivot Mocavero a centro area, abilissimo a distribuire palloni per gli esterni Potì e Leggio. L’attacco bianco-blu non riesce a correre in contropiede e a sfruttare tiri aperti, con Romano non in serata e Marulli ai box. A 3′ dalla fine del secondo quarto il coach potentino però inserisce il playmaker, tenuto fino a quel momento precauzionalmente a riposo per un problema fisico avvertito in settimana. Complici dubbie chiamate arbitrali, compreso un fallo antisportivo, e un Potì in gran spolvero, Monteroni sale a +9 a fine tempo. Marulli prova ad alzare il ritmo al rientro in campo, servendo Romano per il -6. Ingrosso e Mocavero però tengono su i pugliesi, e il raddoppio su Serino nel pitturato dà i suoi frutti. Mocavero blinda l’area e l’Agropoli forza in più occasioni dall’arco. Nell’ultimo quarto Marulli ingrana subito la marcia e firma dal perimetro il -4. La partita è nervosa e molto tesa, in un “PalaDiConcilio” in ebollizione, Marulli porta i suoi sul +1 veleggiando a centro area. Birindelli è una furia sui due lati del campo, prende diversi rimbalzi e firma tutti i canestri successivi, innescando l’entusiasmo del pubblico, dall’altra parte però Potì non sembra accusare pressione, e dopo l’uscita di Mocavero per falli si prende le maggiori responsabilità, portando i suoi sul 65-65. A 2’22” dalla sirena ancora Birindelli, raccoglie il rimbalzo offensivo e sigla il +2 appoggiato a tabellone. L’azione dopo Romano manda in lunetta Ingrosso, che fa 2/2, rimettendo in parità la partita. Ancora l’italo-argentino però, penetra in area e scarica per l’accorrente Serino, che puntuale fa 69-67. A 49′ dal termine Marulli fallisce una tripla, sul capovolgimento di fronte Birindelli intercetta la palla e la fa carambolare su Potì, riguadagnando il possesso. A 18′ dalla sirena Marulli vuole chiuderla, ma penetra con troppa foga e commette sfondamento su Ingrosso. Il match-ball è nelle mani di Grosso, il quale dopo un’azione convulsa si trova accoppiato con Serino, il pivot tiene l’1vs1, e costringe il numero 7 a un tiro fuori equilibrio e dagli 8 metri circa, che beffardamente impatta sul tabellone e va a bersaglio fra l’incredulità del pubblico presente. I cilentani avrebbero l’opportunità di centrare l’impresa con soli 2”, ma Molinaro non riesce a centrare il canestro con un tiro in svitamento. Primo ko quindi per la BCC che avrà modo di limare gli errori di questa partita e pensare già da domani al prossimo impegno in Coppa contro Rieti.

Tabellini
AGROPOLI: Romano 9, Serino 18, Molinaro 8, Iurato 6, Borrelli 3, Spinelli 3, Di Lascio, Palma, Birindelli 9, Marulli 13. Coach: Paternoster
MONTERONI: Ingrosso 20, Grosso 6, Potì 15, Mocavero 12, Leggio 9, Paiano 6, Errico, Leucci 2, De Giorgio, Calasso. Coach: Lezzi

Fotogallery a cura di Alessandro Congedo