Serie B – Incredibile Scauri. Sconfitta Nardò

Vittoria che sa di impresa per i giovani delfini, che dopo la pesantissima sconfitta dell’andata sconfiggono la formazione pugliese, riaccendendo le speranze di salvezza

di Cesare Crova

Dopo 9 sconfitte consecutive, torna il sorriso in casa Basket Scauri che, a sorpresa, ha ragione di una più quotata e tecnicamente dotata Frata Nardò.
Una vittoria che fa morale nella formazione laziale, reduce da una serie di buone prestazioni (Partenope S. Antimo e Corato), che però l’avevano sempre vista uscire sconfitta.
Era anche un incontro che avrebbe segnato sicuramente un bivio, dove la vittoria nell’anticipo della Virtus Cassino contro la Stella Azzurra, che aveva portato provvisoriamente a 4 le lunghezze di vantaggio dei cassinati sull’ultimo posto in classifica. Una sconfitta per Scauri avrebbe significato molto probabilmente abbandonare ogni speranza.

Invece i giovanissimi atleti dello Scauri hanno tirato fuori una prova d’orgoglio, in questo agevolati da una Nardò che probabilmente era arrivata in riva al Tirreno sicura di far un sol boccone dei padroni di casa, memori anche del +35 con cui avevano prevalso all’andata.
Un grosso merito va all’allenatore, Leonardo Ortenzi, che ha sempre creduto nei suoi ragazzi e che in tempi non sospetti aveva detto che le soddisfazioni per la sua squadra sarebbero arrivate.

Il Basket Scauri parte bene (5-1 dopo 1’), Nardò reagisce e impatta, ma la partita è a fisarmonica, con Scauri che prevale (massimo vantaggio 17-12 al 8’36”), i pugliesi che rientrano nel punteggio e i padroni di casa che fissano il punteggio sul 19-15 alla sirena del primo periodo.
Il secondo periodo fila sulla falsariga del primo, con Scauri che conduce di pochi punti e con Nardò che non trova punti di riferimento, ma ha quello scatto d’orgoglio che le permette di portarsi per la prima volta in vantaggio al 18’09” con Azzaro (24-26), ma un tiro pesante di Lucarelli li ricaccia subito indietro e un tiro libero di Murri fissa il punteggio del primo tempo sul 28-26.

Il terzo quarto vede Nardò prendere subito le redini dell’incontrto, con un parziale di 0-5 firmato PeroniCoviello (28-31), ma due conclusioni da tre punti consecutive di Murri riportano Scauri a +3 (34-31). Inizia un tira e molla, con Scauri e Nardò che si avvicendano nella conduzione della partita, ma soprattutto con Scauri che tiene il passo, rispetto alle molte partite nelle quali aveva spesso ceduto di schianto nel terzo quarto. Nardò cerca di allungare e si porta sul +4 (38-42 al 28’39”), ma Chessari e De Meo riagguantano Nardò, fissando il periodo sul 42-42.
L’ultimo periodo è quello della verità. I pochi spettatori presenti sostengono i giovani delfini, che resistono ai pugliesi, portandosi subito sul 46-42, prima che Peroni riporti Nardò a -1 (46-45), ma qui i pugliesi cedono incredibilmente al vigore scaurese, che con un parziale di 13-0 chiudono l’incontro (59-45 al 38’44”), prima che i due tiri liberi di Murri fissino il punteggio finale sul 64-52.

Come detto, una vittoria meritata da parte di Scauri, che finalmente non cede alle amnesie e ai lunghi passaggi a vuoto visti in altre occasioni. Una vittoria che dà morale.

Nelle fila della Frata Nardò buona prova del play Michele Peroni (18, 6/9 al tiro), del lungo Alessandro Azzaro (11), buona quella del Sancosmese Riccardo Coviello (5+8). Sottotono Goran Bjelic (4) e soprattutto il neo arrivato Georgi Sirakov (0/9 al tiro) che solo una settimana prima era stato l’arma letale della vittoria pugliese contro la Stella Azzurra.
Nella Silva Group Basket Scauri ottima la prova della squadra, che ha dominato a rimbalzo (41-28), dove ha prevalso un eccellente Riccardo Murri (21+6, 5/6 ai liberi, 18 di valutazione), il quale dopo le partenze di Guadagnola e Stanzani si è preso la squadra sulle spalle inanellando sempre buone prestazioni, Roberto Chessari (19+8, 8/16 al tiro, 20 di valutazione),e una menzione di merito al giovanissimo Gianluca De Meo (4+8), che trova sempre più spazio nella squadra scaurese e si dimostra un ottimo rimbalzista. Ancora una volta opaca la prova di Daniel Datuowei.

La vittoria dà certamente una iniezione di fiducia ai ragazzi scauresi, che pian piano si stanno adattando al campionato. Vincere contro una squadra che schiera giocatori di grande esperienza come Bjelic, Coviello, Sirakov, Azzaro, Peroni, dà sicuramente prestigio e accorcia la classifica. La zona della salvezza diretta è ormai troppo lontana (Corato, 18 punti), mentre la zona play-out vede Cassino a 8 punti, Avellino a 10, Formia a 12 e la Stella Azzurra a 14. L’auspicio dei tifosi è che questo ritardo in classifica possa essere colmato, ma la strada è lunga e tortuosa, soprattutto se, come sembra, la Società non si riaffaccerà sul mercato che chiuderà a fine mese, nonostante la possibilità di arrivare a Gabriele Pignalosa, che già ha dato la propria disponibilità, e quindi prosegua con questa squadra il campionato.

Si spera che le prossime partite, specie quelle casalinghe contro la Luiss e Pozzuoli e gli scontri diretti con Cassino e Stella Azzurra e Formia, possano portare quei punti che significhino una buona posizione nei play-out.

Silva Group Basket Scauri – Frata Nardò 64-52 (19-15, 9-11, 16-16, 20-10)

Silva Group Basket Scauri: Daniel Datuowei, Riccardo Murri 21, Khadim Diouf 2, Nicola Artuso 6, Andrea Albertini 9, Roberto Chessari 18, Edoardo Lucarelli 3, Gianluca De Meo 4, Ivan Treglia n.e., Raffaele De Clemente n.e.
Allenatore: Leonardo Ortenzi

Frata Nardò: Michele Peroni 18, Alessandro Azzaro 11, Federico Burini 8, Vittorio Visentin 6, Riccardo Coviello 5, Goran Bjelic 4, Georgi Sirakov, Simone Fiusco, Luka Cepic, Pavle Mijatovic n.e.
Allenatore: Gianluca Quarta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy