Serie B – Avellino mette la terza: piegata anche Molfetta

0

Terza vittoria consecutiva per la DelFes Avellino, che questa sera ha battuto al PalaDelMauro la Pavimaro Molfetta col punteggio finale di 66-57, dopo aver saltato le ultime due gare causa focolaio da COVID-19. Prova di carattere da parte degli uomini di coach Benedetto, che hanno saputo ribaltare il match dopo un primo quarto appannaggio dei pugliesi, che avevano toccato anche la doppia cifra di vantaggio. Uomini chiave in casa irpina Caridà (17 punti), Agbogan (13) e Venga (13), che hanno trascinato i biancoverdi soprattutto nella ripresa, ricacciando indietro gli avversari, che più volte hanno provato a rifarsi sotto soprattutto con Infante (17), l’ultimo ad arrendersi. Successo fondamentale per la DelFes, che adesso vede concreta la possibilità di salvarsi anche senza passare dai Playout, nei quali rischia di essere risucchiata la stessa Molfetta, ora distante solo 4 punti dai biancoverdi.

STARTING FIVE
DelFes: Basile, Agbogan, Hassan, Carenza, D’Andrea
Pavimaro: Villa, Mentonelli, Scali, Bini, Infante

PRIMO TEMPO – Avvio di gara equilibrato, con protagonisti D’Andrea da una parte e Bini dall’altra, a segno per il 4-6 del 3′. Le difese sembrano prevalere sugli attacchi in queste prime battute, con la Pavimaro che trova il +5 al 4′ (5-10) grazie ad una tripla di Villa. La DelFes sparacchia molto in fase offensiva, ne approfittano gli ospiti, che con i punti di Infante e Scali doppiano gli avversari al 7′ sul 7-14. Molfetta non si ferma e, trascinata dal tandem Agostini-Scali, supera anche la doppia cifra di vantaggio (+12), ma Avellino reagisce e riesce a concludere il periodo sul -6 (13-19) grazie a due triple in fila griffate da Caridà. Pronti via, la DelFes trova un’altra bomba con Agbogan, ma la Pavimaro tiene botta e risponde con un bel canestro di Infante per il 18-22 del 13′. La partita adesso è scoppiettante, con le due squadre che, tornate a contatto, si scambiano più volte la leadership della gara: Caridà e Villa fissano il punteggio sul 27-26 al 16′. Continuano i sorpassi ed i controsorpassi, questa volta sono Cepic e Bini a guidare le rispettive formazioni ed al 18′ è 31-32. Negli ultimi minuti sale in cattedra Basile, che dà ai biancoverdi il +3 col quale si torna negli spogliatoi per l’intervallo lungo (35-32).
SECONDO TEMPO – Botta e risposta da oltre l’arco in avvio di ripresa tra Agbogan e Bini, col punteggio che al 23′ recita 38-35. Fase un po’ confusa del match, con Avellino che non riesce a incidere sotto le plance e Molfetta che, da par suo, perde qualche pallone di troppo: passano i minuti ed al 26′ lo score è basso, con i padroni di casa avanti 40-39. Proprio nel momento più difficile, la DelFes improvvisamente si scuote e, sospinta dalle giocate di Carenza e Agbogan, tocca il +8 al 28′ (47-39), obbligando Azzollini al timeout. Dopo il +11 firmato da Basile, Agostini prova a rimettere Molfetta in partita con la tripla che vale il 50-42 al 30′. In uscita dall’ultima pausa, Hassan ritrova il canestro, ma dall’altra parte Agostini continua a far male dalla lunga distanza ed al 32′ Molfetta torna a -6 (52-46). Nel momento di massima pressione ospite, la DelFes trova punti pesanti dal generosissimo Venga, che con tre canestri consecutivi non solo ricaccia indietro gli avversari, ma permette anche ad Avellino di trovare il massimo vantaggio di +12 al 35′ (60-48). La Pavimaro si affida ad Infante per rientrare nuovamente sul -6, ma è ancora Venga, ben coadiuvato da Basile, a rispondere per i Lupi, che al 38′ tornano a +10 (64-54) e chiudono la partita. Succede poco, infatti, nei secondi finali, con la DelFes che trova il terzo successo consecutivo: 66-57 il finale al Del Mauro.

DelFes Avellino – Pavimaro Molfetta 66-57
Parziali
: 13-19; 35-32; 50-42

AVELLINO: Basile 5, Carenza 3, Venga 13, Caridà 17, Cepic 5, Crispino n.e., Agbogan 13, Favato n.e., Hassan 6. Coach: Benedetto.

MOLFETTA: Epifani, Sasso n.e., Caniglia n.e., Mentonelli, Scali 10, Agostini 9, Di Giuliomaria 3, Bini 9, Infante 17. Coach: Azzollini.