Serie B – La DelFes non sa più vincere al Del Mauro: anche la Libertas corsara ad Avellino

0

Terza sconfitta consecutiva interna per la DelFes Avellino, che questo pomeriggio si è arresa alla Akern Libertas Livorno col punteggio finale di 64-69. Ad un primo quarto in cui si era lasciata preferire la formazione di casa, nel secondo periodo sono venuti fuori i toscani, che hanno ritrovato il vantaggio, per poi provare una fuga nel corso della ripresa, toccando il +9 al 28′. Nell’ultimo periodo, la DelFes, con uno scatto d’orgoglio, è tornata a contatto, ma la Libertas, grazie ai punti di Ricci (MVP con 22) e di Lucarelli (14), ha gestito gli ultimi secondi senza rischiare troppo. Non è bastata la sostanza sotto canestro del solito Bortolin (19+6), che è stato poco coadiuvato dai compagni, ad una DelFes che non vince tra le mura amiche del PalaDelMauro da ormai più di un mese (era il 29 ottobre contro Piombino) e che ora rischia di scivolare fuori dalle prime otto.

STARTING FIVE
DelFes: Burini, Vasl, Verazzo, Nikolic, Bortolin
Akern: Vincenzini, Ricci, Allinei, Fratto, Buca

PRIMO TEMPO – Inizio di sostanza, soprattutto, sotto le plance per la DelFes, che trova i primi punti di serata dalla coppia di lunghi Nikolic-Bortolin per il 6-2 del 3’. Livorno tiene botta e, grazie alla fisicità di Buca, si mantiene a contatto, per poi passare in vantaggio al 6’ con due liberi a segno di Tozzi (9-10). Entra in campo il neo-acquisto biancoverde Chinellato, che timbra subito il cartellino con un gioco da tre punti, che permette ad Avellino di tornare in vantaggio prima e di tenersi davanti poi grazie ad un altro viaggio in lunetta: alla prima sirena l’equilibrio regna sovrano, con il punteggio che recita 18-16 per la formazione di casa. In avvio di secondo quarto va ancora a segno Chinellato per la DelFes, ma dall’altra parte la Akern risponde con cinque punti consecutivi di Lucarelli che la riportano in vantaggio al 12’ (20-21). Torna a segnare Bortolin per Avellino, ma la Libertas rimane sul pezzo e, anche grazie ad un’ottima difesa, mantiene la leadership del match dopo il canestro di Ricci al 15’ (25-27). Si sblocca Vasl da oltre l’arco, dall’altra parte, invece, continua a far male Ricci contro un’Avellino non impeccabile in fase di non possesso: al 28’ conduce sempre la formazione toscana per 30-32. Dopo l’ennesimo canestro di Ricci, la DelFes reagisce con le incursioni a canestro di Verazzo e Giunta, che valgono il pareggio a 27’’ dalla sirena dell’intervallo, ma un libero segnato da Allinei permette a Livorno di andare al riposo in vantaggio, anche se di misura (34-35).
SECONDO TEMPO – Riapre le danze Nikolic per i padroni di casa, ma dall’altra parte Ricci e Saccaggi puniscono una difesa biancoverde troppo leggera, portando la Akern a +6 al 22’ (36-42). Prova a scuotersi Avellino con i punti di Vasl e Giunta, ma Livorno sembra avere in questo momento una marcia in più e grazie alla bomba di Williams cerca una prima fuga: al 25’ è 41-49. È sempre Giunta a suonare la carica per i padroni di casa, ma dall’altra parte la vena realizzativa dell’americano in canotta amaranto non si placa e permette agli ospiti di toccare il +9 al 28’ (47-56); la reazione della DelFes, però, arriva negli ultimi minuti di terzo periodo: con la sostanza di Chinellato e Bortolin i biancoverdi dimezzano, di fatto, lo svantaggio ed all’ultima pausa Avellino è sotto 53-58. Dopo uno stallo durato quasi 2’, in cui le difese hanno prevalso sugli attacchi, ci pensa Giunta a rompere il ghiaccio ed a riportare la DelFes a -3 al 33’ (55-58). Sale l’agonismo della gara, ne risente sensibilmente lo spettacolo ed il parziale di 2-2 in più di 6’ di ultimo periodo ne è la dimostrazione: ma è Lucarelli con una tripla molto pesante a muovere il punteggio, che al 37’ recita +8 Livorno (55-63). Burini risponde con la stessa maniera, ma Ricci con un bel canestro dalla media ricaccia indietro la DelFes, che a poco più di 1’ dal termine è sotto di 7 lunghezze; Nikolic si carica a Avellino sulle spalle e, infilando due triple in fila, permette ai suoi di tornare a -3, ma dall’altra parte l’1/2 dalla lunetta di Lucarelli mantiene Livorno a due possessi di vantaggio quando mancano 16’’ prima della sirena finale; nell’azione successiva Vasl sbaglia la conclusione e l’ultima gita ai liberi di Lucarelli chiude l’incontro sul 64-69.

DelFes Avellino – Akern Libertas Livorno 64-69
Parziali: 18-16; 34-35; 53-58

AVELLINO: Chinellato 9, Spagnuolo n.e., Venga, Caridà, Burini 3, Giunta 10, Vasl 7, Verazzo 5, Bortolin 19, Nikolic 11, Basco n.e. Coach: Crotti.

LIVORNO: Buca 6, Bargnesi 3, Fratto 5, Williams 9, Vincenzini n.e., Tozzi 4, Ricci 22, Saccaggi 5, Allinei 1, Lucarelli 14. Coach: Andreazza.