Serie B. La Dino Bigioni Shoes Montegranaro rischia oltre l’immaginabile contro una tonica Luiss Roma

di La Redazione

Scampato pericolo. La Dino Bigioni Shoes Montegranaro rischia oltre l’immaginabile contro una tonica Luiss Roma ma nel finale riesce ad imporre il suo maggior tasso tecnico. Non la miglior partita di questo perfetto inizio di stagione per i gialloneri, che nel primo tempo insegue costantemente i giovani romani prima di girare il match con le triple di un caldissimo Temperini (26 punti con 5/8 da 3) e una difesa finalmente efficace nel chiudere l’area. Per la Poderosa è il sesto successo in altrettante gare, una vittoria che mantiene la squadra di coach Steffè (di nuovo senza l’infortunato Berdini ieri) in vetta alla classifica del girone C in coabitazione con Palestrina.

Avvio soft quello dei gialloneri, che concedono il fianco ai pimpanti laziali giocando molli in difesa e disuniti in attacco. La Luiss tocca il +4 (11-15 al 5’) con Storchi e Marzoli a far male nella metà campo veregrense e la Poderosa a restare in scia grazie alle triple di Gatti. La Dino Bigioni alza il ritmo nel secondo quarto, ma la Luiss non si scompone e ribatte colpo su colpo sciorinando un basket di grande fattura. Una tripla dell’indemoniato Anselmi spinge i romani al +5 (32-37 al 18’), ma gli ospiti presidiano l’area togliendo il gioco vicino a canestro a Temperini e compagni che non riescono a trovare la fluidità delle scorse partite.

Dopo due quarti dominati dagli attacchi, nella ripresa sale da ambo le parti l’intensità difensiva. Si accende Temperini e la Poderosa va, toccando anche il +6 (51-45 al 27’ con i liberi del play veregrense). Ma i gialloneri non riescono a trovare continuità e la Luiss nel finale del terzo quarto firma un 2-9 che la tiene nel match (53-54 al 29’). Il canovaccio pare restare lo stesso nel quarto periodo, con la Dino Bigioni a mischiare le difese per cercare di alzare l’intensità e la Luiss che però inizia a perde colpi, restando in scia solo con un Kavaric incontenibile e con i tanti errori gialloneri in attacco e a rimbalzo. Ma i romani pian piano si spengono, la tripla del +10 di Temperini (71-61 al 38’) spezza le gambe ai biancoblu e per la squadra di coach Steffè il pericolo è scampato.

Queste le parole di coach Steffè a fine partita: “Sapevamo che sarebbe stata una partita dura. Al di là della classifica della Luiss, avevamo visto nelle loro partite che spesso erano stati in vantaggio contro le squadre che ad oggi stanno guidando il campionato. Quindi non mi meraviglia il risultato di oggi. Mi è piaciuto molto il nostro atteggiamento nel finale, quando abbiamo dovuto stringere in difesa, facendo un break mettendoci anche un po’ di tattica. Non mi è piaciuto all’inizio il fatto che non abbiamo rispettato il nostro piano partita, che era quello di attaccare i loro lunghi. Questo non solo per demeriti nostri, ma anche per meriti loro. Devo poi fare un plauso ai miei assistenti, Di Chiara e Palmioli, perché sono stati molto attenti soprattutto nel finale dandomi dei suggerimenti validi. Visto che non li ricordo mai, voglio sottolinearlo perché sono davvero importanti per noi”

DINO BIGIONI MONTEGRANARO – LUISS ROMA 75-64

DINO BIGIONI: Micevic 4, Ciribeni 2, Gatti 9, Coviello 9, Cantarini ne, Ortenzi ne, Temperini 26, Magrini 5, Andreani 7, Ravazzani 13. All.: Steffè.

LUISS: Faragalli 4, Marzoli 7, Kavaric 22, Anselmi 15, Ramenghi 1, Bouboukas 4, Di Fabio 6, Storchi 4, Gorrieri, D’Anolfo 1. All.: Paccariè.

ARBITRI: Carlo Posti di Marsciano e Michele Fanesi di Ancona.

PARZIALI: 21-23, 20-19, 15-12, 19-10.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy