Serie B – La Guerriero Padova spreca troppo e viene punita da Monfalcone

di Federico Di Domenico

La gara, che doveva servire per riprendere fiducia verso il cammino salvezza, riserva un’altra grossa delusione al Guerriero Padova, sconfitto tra le mura amiche del PalaGozzano dalla Falconstar Monfalcone. Il sesto ko consecutivo evidenzia ancora tutti i problemi offensivi dell’UBP che crea molto, ma sciupa ancora di più al momento della conclusione (19/68 dal campo), rendendo inutile anche il grande sforzo prodotto sulla metà campo difensiva. La prova intensa di Edoardo Scattolin (11 punti, 7 rimbalzi, 9 recuperi, 25 di valutazione) e il ritorno del loro marcatore principe Eros Chinellato (15 punti) non salva i biancoscudati che gettano via nel finale anche la chance di ribaltare il risultato.

1° QUARTO. Nella prime battute sembra di assistere alla fotocopia delle scorse giornate: Padova appoggia il gioco su Campiello, ma non è assistito da buone percentuali di tiro (8-16). In campo si rivede anche Chinellato, al rientro dopo l’infortunio occorso contro Senigallia (13-18). Il quintetto iniziale dei padovani viene presto rivoluzionato con gli ingressi di CecchinatoBruzzese e Borsetto che sortiscono quantomeno l’effetto di apportare più energia al gioco. Una tripla di tabella di Chinellato chiude un primo parziale difficile sotto il profilo offensivo (16-19).

2° QUARTO. Monfalcone continua a fare l’andatura (18-24), trovando la pronta risposta ancora di Chinellato (21-24). Padova ha tra le mani la palla anche del possibile pareggio, ma non capitalizza diversi possessi (21-26). Tocca allora nuovamente a Chinellato sbloccare l’impasse realizzando in sottomano a campo aperto (23-26). Cecchinato in acrobazia firma anche il -1 (25-26), mentre calca il parquet Dia (27-30). All’intervallo lungo, la Falconstar riesce comunque a conservare un margine di 4-5 lunghezze (29-34 e 32-36), sfruttando anche una serie di viaggi in lunetta (32-38).

3° QUARTO. La partita si complica in avvio di ripresa: Padova attacca con poca lucidità, pagando dazio sull’opposta metà campo dove Medizza trova sempre il modo di liberarsi sotto le plance (39-49 al 25’). L’UBP prova allora a ricomporsi in difesa costruendo di voglia e intensità un parziale di 6-0 (45-49), interrotto – dopo un’ecatombe di occasioni non concretizzate dai padroni di casa (3/16 da tre) – da un piazzato di Andrea Schina verso il tramonto della terza frazione (45-51).

4° QUARTO. Lo stesso Andrea Schina si ripete segnando il +8 friulano (47-55), ma la tripla di Cazzolato vale il nuovo -5 (52-57). Qui, il Guerriero, che nel frattempo perde il suo capitano Andreaus per falli, spreca davvero troppo e recuperare anche uno scarto ridotto diventa un’impresa titanica (52-60). A meno di 1’ dalla fine, però, Scattolin fa 4/4 ai liberi in un amen riducendo il gap al possesso pieno (57-60), ma sperpera in seguito malamente un pallone fondamentale in combinazione con Coppo. Dall’altra parte, Andrea Schina mette uno solo dei due liberi a disposizione quando mancano 21’’ allo scadere (57-61). Cecchinato regala il -1 all’Unione a 12’’dalla sirena con un tiro dall’arco (60-61) per poi spendere il fallo su Casagrande (60-63), che chiuderà i conti ancora da fermo (3/4) nell’intermezzo di un inutile 0/2 di Scattolin sempre dalla linea della carità (60-64).

GUERRIERO PADOVA – PONTONI MONFALCONE 60-64

UNIONE BASKET PADOVA: Tognon, Chinellato 15, Scattolin 11, Cecchinato 7, Borsetto, Coppo, Dia 1, Cazzolato 7, Andreaus 5, D’Andrea 1, Bruzzese Del Pozzo 2, Campiello 11. All. Calgaro. Ass. Garon e Mainente.

FALCONSTAR BASKET MONFALCONE: Murabito, Bacchin 7, Casagrande 18, Tossut, Schina A. 5, Macaro 4, Candotto 3, Schina M. 10, Milisaljevic, Gobbato 5, Medizza 12, Cautiero n.e. All. Praticò. Ass. Gilleri.

Arbitri: Cassinadri di Bibbiano (Re) e Zaniboni di Bologna.

Note: parziali: 16-19, 16-19 (32-38), 13-13 (45-51), 15-13 (60-64). Tiri liberi: Padova 17/27, Monfalcone 16/21. Tiri da due: Padova 12/31, Monfalcone 16/28. Tiri da tre: Padova 5/25, Monfalcone 2/13. Rimbalzi: Padova 35 (23+12), Monfalcone 46 (39+7). Usciti per 5 falli: Andreaus (37’) e Medizza (40’).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy