Serie B – La miglior Rekico della stagione batte Jesi

Serie B – La miglior Rekico della stagione batte Jesi

Oltre 90 punti segnati per Faenza

di La Redazione

Rekico Raggisolaris Faenza – Aurora Basket Jesi 93-78
(22-23; 44-41; 69-54)
FAENZA: Marabini ne, Anumba 16, Rubbini 15, Oboe 11, Zampa 5, Calabrese 2, Tiberti E. 17,
Bruni 4, Mazzotti ne, Klyuchnyk 4, Sgobba 19, Tiberti A. ne. All.: Friso
JESI: Mentonelli ne, Ginesi ne, Bottioni 8, Konteh ne, Giacchè 6, Micevic 8, Lovisotto 13,
Casagrande 14, Montanari, Migliori 16, Giampieri 8, Magrini 5. All.: Valli
ARBITRI: Gallo – De Rico
NOTE. Uscito per falli: Casagrande
Applausi a scena aperta per la Rekico. La miglior prestazione della stagione, regala non solo la
terza vittoria in campionato, ma soprattutto conferma le qualità del gruppo, perfetto nel
mantenere alta l’intensità per tutti i quaranta minuti. Il grande merito dei Raggisolaris è stato di
non calare mai di concentrazione contro un avversario forte come l’Aurora Jesi, sempre pronto a
colpire con i suoi giocatori. L’intelligenza tattica e la voglia di vincere hanno fatto la differenza,
come la mossa di coach Friso di far giocare Anumba da ala grande per bloccare i contropiede dei
marchigiani, bravi proprio a colpire in velocità. Proprio Simon sta diventando sempre più parte
integrante della Rekico, abbinando punti ai soliti rimbalzi. Questa vittoria vale molto per il
morale e ora bisognerà continuare su questa strada a cominciare dalla difficile trasferta di
domenica a Civitanova Marche.
Ritmi alti e canestri sono il filo conduttore dei primi minuti, con Jesi che approfitta di qualche
disattenzione difensiva di Faenza per piazzare il primo allungo sul 20-14. I Raggisolaris riordinano subito le idee e con un break di 8-1 guidato da Anumba ribaltano il match fino al 22-21, ma l’Aurora si gioca la carte Giacchè che con due triple propizia il vantaggio in doppia cifra:
31-41 al 18’. Nel momento più difficile, arriva però il capolavoro della Rekico. Bruni alza i ritmi
e l’intensità di gioco e così i Raggisolaris colpiscono senza dare punti di riferimento, mandando
in crisi gli avversari. Il solito Anumba sfrutta un rimbalzo per siglare il sorpasso (42-41) ed
Edoardo Tiberti sfrutta l’undicesimo assist di Capitan Bruni nel solo primo tempo per firmare il 44-41.
L’onda di questa reazione continua anche dopo l’intervallo, perché la Rekico resta galvanizzata e
con il solito gioco in velocità trova prima il vantaggio in doppia cifra con Oboe (59-48) poi il
massimo vantaggio con Edoardo Tiberti, grazie alla sua prima tripla del campionato (67-52). Al 30’ si arriva con Faenza avanti 69-54 frutto di un parziale di 25-13 nel terzo periodo. Jesi si
gioca allora le ultime chance provando a sorprendere la Rekico ad inizio ultimo quarto dimezzando il passivo fino al 61-69, ma risulterà una semplice fiammata. Friso chiama infatti un
salutare time out e i Raggisolaris ritornano a dare spettacolo, questa volta anche da tre punti. A
vestire i panni di fromboliere è Oboe che con tre triple in pochi minuti, riporta Faenza sul +15 al
35’: 80-65. In un PalaCattani festante i padroni di casa non smettono di spingere sull’acceleratore fino alla sirena finale, chiudendo i conti sul 93-78, conquistando una meritatissima vittoria.

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 10 novembre a Civitanova Marche (ore 18). Domenica 17 novembre alle 18 ospiterà invece Ozzano al PalaCattani

 

 

Uff stampa Rekico Raggisolaris Faenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy