SERIE B – La preview del girone C

SERIE B – La preview del girone C

Andiamo alla scoperta delle squadre del girone C che parteciperanno al prossimo campionato di serie B Old Wild West.

di Simone Franco

Prima di stilare un’analisi di questo girone occorre fare una premessa ovvero sia che si tratta indubbiamente del girone qualitativamente migliore con molte squadre attrezzate per il salto di categoria che si sono ritrovate tutte insieme. Non vogliamo esimerci però da fare una sorta di graduatoria come fatto per gli altri gruppi e indichiamo in Cento come favorita per il primo posto finale. Tornata dopo un solo anno di A2 in serie B, la Baltur ha totalmente rivoluzionato il roster dando la guida tecnica a coach Mecacci e inserendo gente del calibro di Leonzio, Fallucca, Paesano e Ranuzzi solo per citarne qualcuno. Il gran colpo dell’estate lo ha messo a segno però Civitanova capace di portare nella propria compagine Valerio Amoroso, un vero e proprio lusso per la categoria ma di certo la Rossella non è solo lui e coach Domizioli ha a disposizione una squadra certamente da vertice. Mercato ed estate molto scoppiettante anche a Fabriano che, affidata la panchina all’ottimo coach Pansa, ha messo a segno degli importanti acquisti come Merletto, Fratto, Petrucci e non per ultimo, anzi, Luca Garri. La Ristopro ed il suo sempre caldissimo pubblico sono pronti ad una stagione entusiasmante. Non nega certo di puntare alla promozione una Chieti che si è rinforzata molto con gli arrivi di Simoncelli, Sanna, Ruggiero e Rezzano. C’è voglia di tornare subito in serie A2 anche dalle parti di Jesi che allestito a coach Valli una formazione altamente competitiva con gli ottimi arrivi di Micevic, Magrini, Giampieri e Casagrande. Dal novero delle squadre che potrebbero lottare per il primo posto finale nel girone non possiamo certo escludere Piacenza e Cesena. La Bakery ha affidato a coach Campanella un roster impreziosito dalla presenza di gente come Birindelli, Cena e Maggio fra gli altri mentre i Tigers hanno mantenuto l’ossatura della scorsa stagione nella quale hanno sfiorato la Final Four promozione con gli importanti innesti di Planezio, Scanzi e Chiappelli. In un girone lo ripetiamo difficilmente decifrabile giocheranno un ruolo molto importante diverse squadre che forse a livello di roster sono un gradino sotto quelle finora citate ma non ci meraviglieremmo di trovarne qualcuna ai playoff. La Faenza del confermato coach Friso ha visto partire giocatori di livello come Chiappelli e Venucci colmati dagli arrivi di Santucci e Bruni e si appresta ad affrontare il campionato con una squadra giovane con tanta fisicità. Grande entusiasmo ed ambizioni per una piazza storica della pallacanestro italiana com’è Rimini che ha confermato in gran parte la formazione che è tornata in serie B pronta a stupire. Un’altra neopromossa che sembra aver fatto le cose veramente bene nel mercato estivo è la Sutor Montegranaro che, con gli innesti di Panzieri, Caverni e Villa non nasconde le proprie speranze di entrare tra le prime otto discorso che vale anche per Ancona che ha inserito nel roster Rinaldi e Ferri e Giulianova che ha costruito una squadra giovane con gli ottimi inserimenti di Shaquille Hidalgo e Fall. Due formazioni che hanno in gran parte mantenuto l’ossatura della scorsa stagione e che quindi potranno avere un piccolo ma significante vantaggio da ciò sono Ozzano e Senigallia, entrambe in cerca quantomeno di una salvezza tranquilla. Non è stata certa un’estate facile per Porto Sant’Elpidio e Teramo che hanno rischiato di non iscriversi al campionato ma poi entrambe le società sono state molto brave a costruire due compagini giovani ma che potrebbero stupire anche se l’obiettivo principale rimane l’evitare la retrocessione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy