Serie B – Legnano cade contro i padroni di casa di Omegna

0
07/12/2021 | Fulgor Omegna - Legnano Knights 76-68 / La contesa iniziale (c) www.legnanobasket.it

Turno infrasettimanale per i Knights che a Verbania si presentano senza Solaroli influenzato, contro una Paffoni priva di Neri e Taddeo.

L’impressione da subito è che sia una gara molto equilibrata, tanto che dopo i primi centri di Bianchi e Leardini, la risposta di Bushati, Santucci e Balanzoni da il primo limitato vantaggio a Omegna sul 9-5.
Il botta e risposta fa arrivare al pareggio sul 11-11 dopo il canestro di Terenzi, con il quarto che si chiude sul 16-14 con i canestri di Santucci, Piazza e la tripla di Marino.

Il secondo periodo vede un break iniziale della 3G che si porta sul 16-19, anche se la bomba di Birindelli riporta sul tabellone il pareggio.
La Fulgor prende un possesso pieno di vantaggio, ma i Knights non mollano e per un canestro di Balanzoni, uno di Marino tiene i Knights in scia. L’equilibrio è costante e si va al riposo sul 35-33 per i padroni di casa.

Alla ripresa la tripla di Casini da il nuovo vantaggio ai Knights, con il punteggio che rimane in bilico fino al canestro di Bushati del 44-38.
Omegna, grazie anche alla zona in difesa, riesce a tenere in mano il pallino della gara con i Knights che si avvicinano sul 47-46 con i liberi di Terenzi, e pareggiano ancora con la tripla di Casini del 49-49, ma che poi devono lasciare scappare la Fulgor sul 58-51 del 30’, anche per una situazione falli che non permette una grossa pressione difensiva.

I falli di Marino, Bianchi e Leardini pesano sull’economia del gioco dei Knights e quando una brutta caduta mette fuori dai giochi Leardini (forte contusione alla mano), per Legnano diventa difficile stare in partita.
Omegna va a +9 e, nonostante tutto, la 3G riesce a ricucire fino al 68-63 a 5’ dalla fine della gara.
Il canestro di Terenzi del 72-67 lascia accesa una residua fiammella di speranza, ma il finale è gestito senza sbavature dai padroni di casa che vincono per 76-68.

Una gara condizionata dal carico di falli che non ha permesso a nessuna delle due squadre di esprimersi al meglio; Knights condizionati dalle ristrette rotazioni e ancora da percentuali al tiro che non danno molte possibilità di vittoria fuori casa.
Una partita che comunque fa uscire Legnano a testa alta dal campo, dopo una partita giocata con grande agonismo contro una delle più accreditate concorrenti alla promozione.


PAFFONI FULGOR OMEGNA – 3G ELECTRONICS LEGNANO 76-68 (16-14, 19-19, 23-18, 18-17)


Paffoni Fulgor Omegna: Jacopo Balanzoni 30 (13/18, 0/0), Matteo Santucci 17 (6/7, 1/5), Franko Bushati 14 (5/7, 0/5), Duilio Birindelli 5 (1/3, 1/2), Marco Planezio 4 (2/6, 0/3), Andrea Piazza 4 (1/4, 0/5), Balsa Jokic 2 (1/1, 0/0), Matteo Neri 0 (0/0, 0/0), Mauro Marchioli 0 (0/0, 0/0), Danilo Spadoni 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Taddeo 0 (0/0, 0/0), Lazar Vujic 0 (0/0, 0/0)


Tiri liberi: 12 / 14 – Rimbalzi: 39 8 + 31 (Jacopo Balanzoni 16) – Assist: 20 (Franko Bushati 7)

3G Electronics Legnano: Tommaso Marino 20 (4/4, 3/5), Diego Terenzi 14 (5/5, 0/7), Sebastiano Bianchi 13 (4/9, 0/4), Juan Marcos Casini 10 (1/2, 2/4), Giacomo Leardini 7 (3/7, 0/2), Edoardo Roveda 3 (0/1, 1/3), Janko Cepic 1 (0/2, 0/3), Paolo Pisoni 0 (0/0, 0/0), Matteo Bassani 0 (0/0, 0/0), Leonardo Ferrario 0 (0/0, 0/0)


Tiri liberi: 16 / 22 – Rimbalzi: 30 4 + 26 (Sebastiano Bianchi 9) – Assist: 7 (Tommaso Marino 3)

Uff. Stampa – Legnano Basket Knights

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here