Serie B. L’Erogasmet Crema supera di slancio l’ostacolo Urania

di La Redazione

L’Erogasmet Crema supera di slancio l’ostacolo Urania Milano e stoppa la sequenza di tre referti gialli consecutivi, con una prestazione brillante ed un dominio oltre ogni aspettativa. I Wildcats milanesi vantavano finora la miglior difesa del campionato ed avevano vinto tutte le trasferte della propria stagione, cogliendo anche scalpi prestigiosi, come ad esempio quello di Montichiari, a riprova della portata dell’impresa compiuta dagli uomini di Baldiraghi.
Inizio equilibrato dell’incontro, con Bazzoli che sigla il primo canestro del match, in un quarto che lo vedrà protagonista assoluto con 10 punti.
La risposta cremasca arriva con un piazzato da tre di Ferri che porta avanti Crema.
I leoni biancorossi saltano agevolmente i tentativi di raddoppio avversari trovando spesso facili conclusioni dall’arco, mentre con Paleari ben controllato l’Urania fatica maggiormente a trovare la via del canestro, affidandosi soprattutto come detto a Bazzoli. Tra due formazioni conosciute per l’intensità difensiva esce un incontro ad alto punteggio, anche a causa di alcune amnesie difensive di entrambi gli schieramenti. Un canestro in contropiede di Giovanelli da’ l’ultimo vantaggio agli ospiti sul 18 a 19, ma l’Erogasmet reagisce e chiude avanti per 24 a 20.
Il secondo quarto vede l’inerzia spostarsi decisamente dalla parte dei padroni di casa.
Zanella e Tardito giganteggiano sotto i tabelloni, Persico non è da meno ed un Colnago finalmente libero da acciacchi rivaleggia con Del Sorbo nel bucare la retina avversaria.
Dall’altra parte un positivo Giovanelli, abile anche a a rimbalzo, trova poca collaborazione dai compagni.
A metà del periodo i punti di vantaggio dell’Erogasmet sono dieci (33-23) e la differenza di intensità messa in campo dalle due formazioni si percepisce anche dalla tribuna.
Il +15 dell’intervallo appare come la logica conseguenza di quanto visto in campo.
Nella ripresa i Wildcats tentano il tutto per tutto, un miniparziale ospite riporta i rossi milanesi fino al meno 11, ma il tentativo di rimonta si rivela un fuoco di paglia.
Oltre al solito Zanella sono soprattutto Persico e Del Sorbo a portare punti nel carniere cremasco, mentre dall’altra parte l’ingresso in partita di Paleari serve solamente a limitare i danni. La frazione termina sul 65 a 46 e quando l’ultimo quarto inizia con quasi tutto il quintetto titolare dell’Urania in panchina si capisce la partita è finita.
È soprattutto Ferri a sfruttare la frazione per rimpinguare le statistiche personali, arrivando a totalizzare alla fine 17 punti ed a risultar il miglior marcatore dell’incontro mettendo alcune triple di enorme difficoltà, mentre un inedito canestro di Persico dai cinque metri fa capire che l’Erogasmet è in serata di assoluta grazia.
Finisce 80 a 56 e l’Erogasmet sale ad otto punti in classifica, preparandosi alla difficile trasferta di Bergamo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy