Serie B. Livorno in crisi, Don Bosco male anche contro Empoli

0

Computer Gross Empoli-CFG Livorno 71-62

Inferno, Paradiso e poi ancora Inferno. Il Cfg prosegue nella serie nera e stavolta s’inchina davanti all’Use Empoli dopo un finale incredibile per 71-62. Un incontro che nell’ultimo quarto ha visto il Don Bosco dapprima ribaltare a suo favore l’andamento e poi steccare i cinque minuti conclusivi permettendo la resurrezione empolese. La nota positiva è stata il ritorno di Mario Gigena a livelli quasi accettabili. Dopo l’avvio in grande stile dei labronici (4-8 al 3′), l’Use si riscatta con un 15-0 figlio di cinque triple di cui due di Ghizzani e Terrosi ed una di Cappa, così che all’8’15” i padroni di casa conducono per 19-12. Mentre Livorno continua a litigare con il ferro (2 su 7, 1 su 4 ai liberi e 4 palle perse dopo il bell’avvio), arriva puntuale anche il massimo vantaggio del quarto con Berni che segna il canestro del finale del primo tempino: 21-13. Secondo tempo che non promette niente di buono quando Empoli con Pierangeli schizza a +9 grazie all’ennesima bomba (24-15 al 12’48”) ed anche quando Lucarelli e Liberati cercano di risollevare le sorti del Don Bosco (25-22 al 15′, 31-29 al 18’31”), l’Use risponde sempre per le rime, anche se l’ultimo canestro di Liberati la costringe a stare bene in guardia (35-31 a metà gara). Livorno impiega quasi due minuti e mezzo per toccare quota 33 e con Gigena si rifà decisamente sotto insidiando i locali sul 39-37 al 23’34”, i quali però con Cappa e Ghizzani non ci mettono molto a ingranare di nuovo le marce alte (46-38 a 25’29”). Il Cfg si barcamena tra i sei ed i nove punti di scarto per il periodo restante, terminando al 30′ sotto per 52-45. Nei primi due giri di lancetta Livorno compie un piccolo capolavoro che avrebbe potuto indirizzare la partita sui suoi binari: parziale di 9-1 che trova il culmine con una bomba di Venucci per il sorpasso labronico (53-54 al 32′) e che diventa addirittura +4 al 35’17” dopo un tiro da tre punti di Liberati (55-59), ma sul 57-60 Empoli ritrova tutta la sua forza: Nobile fa il 60 pari, mentre Livorno riprende a spadellare. Da lì alla fine, solo Malfatti infilerà il pallone nel canestro, ma quando oramai i giochi sono decisi, perché l’Use infila un 14-0 fatto di 4 su 5 dal campo e 3 su 4 ai liberi, mentre la squadra di Quilici fa 0 su 5 e tre palle perse. Lucarelli top scorer livornese con 15 punti, discreto anche Malfatti con 8 punti e 7 rimbalzi. Per Empoli Cappa fa più punti di tutti (16), ma al tiro fa meglio Ghizzani: 4 su 7 e 14 punti. Ai rimbalzi Nobile arriva a 9.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here