Serie B. Livorno in tilt nel terzo quarto, esulta Valsesia

0

GESSI VALSESIA – CFG DON BOSCO LIVORNO 76-61

Con un Gigena in panchina per onor di firma, il Cfg Don Bosco perde partita, differenza canestri e secondo posto tornando battuto dalla gara contro il Gessi Valsesia per 76-61, adesso a tutti gli effetti vice Siena. Un vero peccato, perché la squadra per oltre mezzo incontro si è fatta sentire, spesso e volentieri conducendo la gara, ma pagando caro gli errori commessi nella terza frazione. Tra campionato e coppa, quattro delle ultime cinque uscite sono finite con una sconfitta. Forse c’è da resettare qualcosa e sperare che il capitano torni disponibile al più presto. Nel primo quarto è Livorno a fare la voce grossa, restando in vantaggio per circa otto minuti e mezzo sui dieci di durata e con Valsesia brava sì ad avere una prima reazione passando dal 4-7 al 12-11, ma poi costretta a subire ancora l’iniziativa labronica che tocca il culmine al 7’15” quando Sollitto centra la tripla del 14-20 e pur riducendosi di due terzi, il vantaggio permane fino alla fine: 20-22. Tiratissima la seconda frazione, anche qui col Don Bosco quasi sempre a condurre e pure stavolta ad eccezione di due minuti scarsi, coi piemontesi che impattano e vanno avanti, ma solo di due lunghezze (26-24 al 12’09”). Anche gli allunghi del Cfg sono comunque abbastanza risicati, mai sopra i cinque punti raggiunti al 18’39” da Venucci (30-35) per giunta stavolta insufficienti per condurre in porto la prima metà di gara: Gatto e tre punti di Paolin impattano il punteggio sul 35 pari. E’ Venucci che apre le marcature al 21’25” sul 35-37, ma quello sarà anche l’ultimo vantaggio livornese della gara, perché la squadra di Quilici non tira male, ma lo fa poco (5 su 10), ma concede troppi rimbalzi in attacco e perde troppi palloni, così che a Valsesia è sufficiente tirare normalmente (8 su 16) a cui va sommato pure un 6 su 8 dalla lunetta. Così l’ex Santarossa mette la freccia (39-37) e di Paolin e Laudoni sono i canestri del primo allungo (43-37 al 23’38”). Livorno prova a riassestarsi con Venucci e Persico (43-42, 46-44), ma un tremendo 12-2 negli ultimi quattro minuti e mezzo fa girare il vento della gara (58-46 al 30′). La bomba di Sollitto del 58-49 è solo una illusione: per 4′ il Cfg non fa mezzo canestro, mentre Valsesia se ne va per sempre grazie ad un 7-0 (65-49 al 33’15”). Livorno risponde (65-56), ma anche qui è solo un attimo di pausa dei locali che si risolve con un altro 11-0: a -1’08” Valsesia sale a +17 (76-59). Il dado è tratto. Per Livorno molto bene Sollitto (17 punti con 4 su 5 da tre) ed anche Persico si è ben difeso con 16 punti e 6 su 9. Per Valsesia la voce grossa l’ha fatta Laudoni con 21 punti e 10 su 19.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here