Serie B. Lugo soffre ma centra la volata vincente contro lo Jadran Trieste

0

Successo soffertissimo per l’Orva Lugo che, scesa in campo priva del febbricitante Pederzini, dopo un inseguimento durato per 37’, regola al Palabanca la Jadran Trieste per 78 a 72.
Un’Orva Lugo che con Montanari prova sin dalle battute iniziali a prendere in mano il match, con Trieste che ribatte giocata su giocata ai lughesi per poi piazzare il primo break, firmato da una tripla di Ban, portandosi sul 16 – 11 dopo 6’ di gioco, prima del ritorno dei bianco-verdi che chiuderanno in parità sul 22-22 i primi dieci minuti di gioco.
In avvio della seconda frazione di gara è nuovamente la Jadran ad allungare nel punteggio (24-29 al 12°) tenendo saldamente in mano le redini del match, grazie alle giocate di De Petris e Matija Batich e chiudendo sul +7 (43-36) i primi venti minuti di gioco, capitalizzando gli errori di una retroguardia lughese non certo impeccabile.
Dopo l’intervallo lungo, riparte forte la Jadran che con Marusic tocca il massimo vantaggio sul +12 (48-36) con l’Orva che non ci stà e che grazie ad un antisportivo sanzionato a Ban a 6’ dal termine permette a Ruini di riportare i lughesi in scia agli ospiti (44-49) con Trieste che tiene comunque a distanza di sicurezza il dieci di coach Marco Ortasi, grazie ad un ispirato Marusic, sino al suono della terza sirena, sul filo di sirena della quale, Daniel Batich realizza la tripla del 61-53 ospite.
Negli ultimi dieci minuti di gioco è Ruini, che si accende, a dare il via alla rimonta dell’Orva trovando prima la tripla del -1 (63-64) a 4’35” dal termine e successivamente a 3’ dal termine la tripla del sorpasso (68-67) prima che Farioli colpisca nuovamente la difesa triestina dall’arco dei tre punti a 120” dal termine regalando ai suoi il +4 (71-67). Sembra essere il colpo del ko, ma Trieste non molla e trova la tripla del -1 (71-70) con Matija Batich, che rappresenterà l’ultimo sussulto ospite, prima che un glaciale Ruini con un 6/6 dalla lunetta firmi il sofferto successo dell’Orva Lugo, contro un’ottima Trieste, uscita a testa altissima dal Palabanca, che ha dimostrato di meritare e valere ben più di quanto dica la propria classifica, che ha fatto sudare le proverbiali sette camicia ad un’Orva che ha dimostrato di avere cuore e carattere.
Un successo che regala all’Orva, autore sino ad oggi di un ottimo avvio di stagione, il solitario secondo posto in classifica in vista dell’impegnativa trasferta di Pisogne dove domenica prossima (ore 18) capitan Legnani & c. cercheranno il poker di successi consecutivi contro Costa Volpino.
Orva Lugo – Jadran Franco Trieste 78 – 72 (22-22; 36-43; 53-61)
Orva Lugo: Montanari 14, Ruini 27, Bertocco 6, Villani 12, Farioli 17, Chiappelli 2, Legnani, Martini n.e., Baroncini n.e., Bazzocchi n.e. All.: Ortasi
Jadran Franco Trieste: Batich M. 12, Marusic 19, Ban 10, Ridolfi, De Petris 16, Franco 6, Malalan 1, Batich D. 8, Gelleni e Zobec n.e. All.: Mura

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here