Serie B. L’Urania c’è, sconfitta in trasferta per l’Alto Sebino

0

URANIA MILANO – VIVIGAS ALTO SEBINO    72 – 62
( 15-15 , 30-23 , 49-40 )

URANIA : Stijepovic  10 , Torgano  8 , Giovanelli  3 , Bazzoli  18 , Sartini  3 , Merlati  4 , Paleari  19 , De Bettin  7 , Del Vescovo  ne , Pagani  0. Coach : Ghizzinardi
VIVIGAS : Centanni  13 , Planezio  10 , Meschino  5 , Belloni  2 , Agliardi  ne , Squeo  11 , Pasini  0 , Spatti  5 , Truccolo  9 , Di Gennaro  7. Coach : Crotti.

Arbitri : Callea di Porto Torres e Nioi di Assemini    Tiri liberi : Vivigas   18/24     Urania  17/25      Usciti per 5 falli : Planezio e Belloni     Fallo Tecnico : Planezio    Spettatori : 200 circa.

Sconfitta in trasferta per la Vivigas Alto Sebino sul sempre insidioso campo dell’Urania Milano al termine di una prova opaca da parte di Meschino e C. sempre costretti ad inseguire i padroni di casa apparsi piu’ volitivi e puntuali nei momenti chiave del match.Il primo periodo e’ di assoluto e inconfutabile equilibrio tanto che il tabellone al decimo segna 15-15.Nella seconda frazione di gioco i ragazzi di coach Ghizzinardi sotto la spinta del duo Paleari/Bazzoli acquisisce piano piano il primo break a proprio favore sfruttando anche al meglio le percentuali “polari” degli altosebini che non trovano la via del canestro subendo anche l’attenta difesa dei meneghini (30-23 al ventesimo).Al rientro dal riposo lungo la musica non cambia di molto visto che gli ospiti continuano con la loro “aridita’” offensiva che viene accentuata anche dall’aggressivita’ dei locali che mantengono il vantaggio con una certa tranquillita’ andando anche ad ampliarlo e solo un paio di fiammate dell’attacco bianco blu fissa il punteggio al trentesimo sul + 9 per l’Urania (49-40).Il motore della Vivigas pare ingolfato e non riesce mai a salire di giri perdendo anche la
concretezza di Squeo ( gentilmente “coccolato” dal crocerossino Paleari) e Milano ne approfitta dilagando nel punteggio sotto la spinta di un preciso Bazzoli e del “campeggiatore “ Paleari.Solo nel finale nel piu’
classico dei “garbage time” i ragazzi di coach Crotti rendono il punteggio meno pesante anche se non per questo piu’ digeribile (72-62).Sconfitta quindi piu’ che giusta per una Vivigas apparsa anche troppo arrendevole e che ora e’ chiamata ad una prova piu’ convincente Domenica prossima sul parquet amico di Pisogne dove sara’ ospite la Erogasmet Crema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here