Serie B – Lux Chieti batte Mestre, ma va in silenzio stampa

0
Uff stampa Lux Chieti

I biancorossi padroni di casa riescono a far propria una sfida dalle mille emozioni (70-67).
Il top scorer dei teatini è Paesano (15 punti), agli ospiti non bastano i 21 della coppia Lenti-
Mazzucchelli.
L’avvio degli ospiti è di pregevole fattura e, grazie a Lenti e alla bomba di Mazzucchelli, Mestre si
porta sullo 0-5 dopo poco meno di 2 minuti di gioco.
Il duo Ciribeni-Maggio rimette in striscia la Lux ma il solito Lenti riporta in vantaggio i veneti al giro
di boa del primo periodo con un 2+1 (5-8).
Mazzucchelli è una sentenza dalla mattonella pesante e così, a quattro minuti dal primo mini
break, coach Aniello chiede un minuto di sospensione (5-14).
Paesano va a segno, Mazzucchelli e Morgillo dalla lunetta (1/2), rispondono: a due minuti da fine
primo quarto, Mestre è avanti 7-17.
Cena prova a caricarsi sulle spalle il peso offensivo dei suoi e, coadiuvato dalla tripla di Del Testa,
permette ai teatini di riportarsi sul -4 ad un minuto esatto da fine quarto (15-19).
Il canestro dalla media di Pellicano fa attestare il punteggio sul 15-21.
La Lux prova a rientrare con la bomba di Del Testa, Morgillo però è bravo a ricacciare indietro i
padroni di casa: dopo un minuto di secondo quarto, il punteggio è sul 18-23.
Paesano si mette in scia e, con un suo mini break, permette a Chieti di tornare a contatto (22-23)
dopo due minuti e venti di periodo.
La gara prosegue sempre con lo stesso leitmotiv: Mestre prova a scappare, la Lux è brava a
rispondere colpo su colpo: al giro di boa del secondo quarto, Mestre conduce di 3 (26-29).
Paesano realizza da oltre l’arco, Pellicano risponde ma i due liberi di capitano Maggio riportano i
biancorossi padroni di casa in parità, quando mancano poco più di 3 minuti all’intervallo lungo
(31-31).
Nonostante la bomba di Caversazio, Berra e Tiberti permettono a Chieti di mettere il naso avanti a
due minuti dalla pausa lunga (35-34).
Chieti è ora arrembante e, con Berra che è bravo a realizzare dopo aver raccolto il proprio
rimbalzo e capitan Maggio che va a segno con un 2+1, si porta sul +6 ad un minuto da fine periodo
(40-34). Il quarto si chiude con la bomba di Sebastianelli: al ventesimo, il parziale è di 40-37.
Nel terzo periodo le difese aumentano d’intensità: il solito Mazzucchelli va a segno per i suoi,
Tiberti fa 1/2 a cronometro fermo e così, dopo 2 minuti di quarto, il risultato è di 41-39.
Mazzucchelli è implacabile, Tiberti rimette Chieti avanti ma i liberi di Bocconcelli riportano il match
in parità dopo tre minuti dalla ripresa delle ostilità (43-43).
Bocconcelli dalla lunetta mette la freccia del sorpasso per Mestre, Berra la ricaccia indietro: al giro
di boa del terzo periodo, il parziale è di 45-45.
Lenti continua ad essere un fattore in fase offensiva ma Paesano e la bomba di Ciribeni fanno
volare la Lux sul +6 ad un minuto e mezzo da fine periodo: coach Ciocca è costretto al timeout
(55-49).
A Mazzucchelli risponde Reale: al trentesimo, il parziale è di 57-51.
L’avvio di quarto degli ospiti è da applausi: attenti in difesa e lucidi in fase realizzativa con
Caversazio e Mazzucchelli, Lenti e soci si riportano sul -2 al giro di boa dell’ultima frazione (57-55).
Ciribeni prova a suonare la carica per i teatini ma sei punti di Lenti, con Chieti in bonus,
consentono a Mestre di riportarsi avanti e, con il jumper dalla media di Mazzucchelli, provano la
fuga a poco più di 3 dal termine (59-63).
La gara si fa ancora più vibrante: capitan Maggio realizza dalla mattonella pesante, Lenti risponde
dall’area: ad un minuto e mezzo dal termine, Mestre conduce sul +3 (62-65).
Berra dalla lunetta è implacabile ma Lenti è bravo a rispondere con la stessa moneta: a 55 secondi
dal termine, Mestre conduce ancora sul +3 (64-67).
I nervi di capitan Maggio e compagni sono però solidissimi e, grazie ai liberi di Berra, Ciribeni e Del
Testa e ad una solidissima difesa nonostante sia Tiberti che Paesano fossero fuori per falli,
riescono a piazzare la zampata per il sorpasso finale. A nulla è valso il timeout di coach Ciocca: sulla sirena finale, è la Lux a festeggiare (70-67).

LUX Chieti – Gemini Mestre 70-67 (15-21, 25-16, 17-14, 13-16)

LUX Chieti: Alessandro Paesano 15 (5/9, 1/2), Leonardo Ciribeni 14 (3/7, 1/3), Roberto Maggio 11 (1/5, 2/5), Gabriele Berra 8 (3/6, 0/2), Maurizio Del testa 8 (0/0, 2/4), Enzo damian Cena 5 (1/6, 1/6), Edoardo Tiberti 5 (2/8, 0/1), Thomas Reale 4 (2/4, 0/0), Loris Masciopinto NE, Andrea Leonetti NE, Simone Gelormini NE, Riccardo Febbo NE

Tiri liberi: 15 / 16 – Rimbalzi: 39 7 + 32 (Roberto Maggio 8) – Assist: 11 (Roberto Maggio 4)

Gemini Mestre: Andrea Mazzucchelli 21 (6/7, 3/7), Giovanni Lenti 21 (6/10, 0/0), Nicolo’ Pellicano 7 (2/4, 1/3), Edoardo Caversazio 6 (1/1, 1/4), Ivan Morgillo 5 (2/6, 0/1), Pietro Bocconcelli 4 (0/4, 0/1), Fabio Sebastianelli 3 (0/2, 1/1), Marco Perin 0 (0/4, 0/4), Marco Tibaldo NE, Pietro Bizzotto NE

Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 35 3 + 32 (Edoardo Caversazio 12) – Assist: 15 (Nicolo’ Pellicano 5)

Di seguito il testo relativo alla proclamazione del silenzio stampa.

La Lux Chieti Basket, ha deciso di adottare il silenzio stampa a tempo
indeterminato.

Tale scelta è stata presa al fine di mantenere al massimo l’attenzione
sulle prestazioni in campo in vista dei prossimi impegni.

La decisione dimostra una forte determinazione nel raggiungere i propri
obiettivi, e siamo certi che la squadra continuerà a lavorare duramente
per ottenere risultati positivi.

Forniremo ulteriori aggiornamenti e comunicati ufficiali a breve, al
fine di tenere informati i nostri tifosi e gli appassionati di basket su
eventuali sviluppi futuri.

Uff Stampa Lux Chieti Basket 1974