Serie B – Mestre batte Monfalcone e resta imbattuta

0
credit Walter Dabalà

Pontoni Falconstar Monfalcone 69
Gemini Mestre 84

PONTONI FALCONSTAR MONFALCONE: Coronica, Naoni 2, Bacchin 6, Rosati ne, Scutiero 9, Vegnaduzzo ne, Prandin 6, Azzano Sackey 5, Bellato, Medizza 6, Rezzano 28. All.: Praticò.
GEMINI MESTRE: Petrucci 11, Dal Pos 5, Casagrande 15, Musco, Drigo 13, Bobbo, Ianuale 8, Pinton 3, Bortolin 22, Stepanovic 1, Bettiolo, Fazioli 6. All.: Ferraboschi.
ARBITRI: Sironi di Sesto San Giovanni e Fusari di Pavia.
NOTE: parziali 16-27, 44-42, 62-60. tiri liberi Pontoni 7/12, Gemini 6/10, da 3 10/32 – 12/32, rimbalzi 41-35.
Uscito Medizza per falli a 5’14’’.
Nuova prova di forza della Gemini che grazie ad un quarto periodo di grande consistenza – 23-0 di parziale – porta a casa anche la trasferta a Monfalcone, avversario che ha dimostrato grande carattere ma che nell’ultimo quarto non è più riuscito a trovare la via del canestro dopo aver centrato un grande recupero nel secondo periodo.
Si parte con la Gemimi che vuole restare da sola al comando, la Falconstar invece scende in campo per fermare la capolista e rimpolpare la classifica. Mestre non vuole interrompere la propria corsa in testa alla graduatoria che fino a qui non ha avuto soste, dall’altra parte la squadra di Praticò cerca la terza vittoria in campionato, le due precedenti sono arrivate in casa e cercare la terza è d’obbligo per necessità di classifica e di prestigio; grande ex di turno è Casagrande arrivato in estate in casa Gemini.
Monfalcone parte subito molto forte, Rezzano si presente con una bomba, Fazioli risponde dalla media ma la Pontoni ha un inizio rabbioso con primo parziale a favore di 9-4 che al 3’ costringe Ferraboschi a chiamare il primo time out perché la difesa non contiene. La pausa produce il suo effetto perché il team di casa soffre la difesa a uomo e la Gemini comincia a sporcare palloni con Praticò costretto a chiamare tempo con Gemini che già tenta la fuga grazie a 4 punti consecutivi di Bortolin e ad un contropiede siglato Ianuale per il 12-20. Medizza da sotto riavvicina i suoi ma Drigo da 3 allunga per Mestre, Rezzano accorcia ma ancora Drigo da 3 spedisce la Gemini sul +11 con cui si chiude il quarto. L’avvio di secondo periodo sembra in discesa per Mestre che apre ancora con Drigo da 3 (16-30), invece nel momento peggiore la Falconstar ha il merito di tenere duro e rientrare poggiando su un Rezzano in grade spolvero. La Gemini invece ha il torto di non uccidere il match cercando troppo la soluzione dalla lunga e sembrando poco concreta su qualche pallone sportco. Rezzano ne approfitta e vive la sua serata, prima mette due bombe alternate da un tiro dalla media e riavvicina i suoi (24-30), Bortolin costringe Medizza al terzo fallo e dalla lunetta riporta la Gemini avanti di 8, il momento però è a favore della Pontoni che ancora dalla lunga trova due bombe con Scutiero e il solito Rezzano che sempre da 3 sigla anche il sorpasso per 33-32 con 5’25’’ alla pausa lunga. Monfalcone in trance agostica trova anche il +4 sempre dall’arco stavolta con Scutiero, tiro che spinge Ferraboschi a chiamare minuto e predicare calma. Al rientro Bortolin e Sackey fanno botta e risposta con il mestrino a autore di 4 punti, un fallo in attacco di Sackey permette però a Dal Pos di trovare dalla lunga il nuovo sorpasso ospite (38-39), la Pontoni però ormai è in partita e si va punto a punto fino alla pausa lunga con Bacchin bravo a firmare sulla sirena il 44-42 di metà gara. Il terzo quarto lascia il sapore di una partita aperta, anzi Monfalcone sembra in serata giusta per centrare il colpaccio quando ancora Rezzano e Naoni fanno 48-42 per i locali in avvio periodo. Invece là è Mestre a essere lucida e non perdere la calma nemmeno quando la Pontoni va sul +8 con Prandin (52-44), basta infatti una scintilla per riaccendere la Gemini ed è la bomba di Casagrande a dar fuoco a Mestre aprende un parziale di 9-0 ospite firmato anche Drigo e Fazioli con Falconstar che davanti non trova più punti. Praticò chiama minuto e prima Rezzano dalla lunetta e poi una bomba di Scutiero tengono vivi i sogni dei locali che tornano avanti (59-55), capitan Pinton però lascia il segno da 3 proprio come Scutiero ed è Bortolin da sotto a chiudere il periodo sul 62-60. Ancora Rezzano da 3 spinge Monfalcone sul 65-60, Mestre spreca il possesso successivo con un fallo in attacco e Coronica dalla media fa 67-60 con 8’45’’ da giocare. Mestre cerca punti per riavvicinarsi e trova il solito Bortolin a fargli da sponda, la Pontoni sbaglia un attacco e viene subito punita dalla bomba di Petrucci che fa -2, ancora Scutiero sbaglia un libero per un tecnico fischiato a Petrucci ed è ancora Casagrande da 3 a firmare il sorpasso che di fatto uccide mentalmente la Pontoni, stesa anche da un’altra bomba di Ianuale e poi, sul nuovo possesso mestrino è ancora Petrucci a sfoggiare un assist per Bortolin con Mestre che, stavolta va in discesa, concretizzando un parziale di 23-0 che porta ancora i nomi di Casagrande, Petrucci, Bortolin e Dal Pos che fanno 83-67 e chiudono il conto.

ufficio stampa Gemini Mestre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here