Serie B – Mestre regola Reggio Calabria e si conferma seconda

0

Gemini Mestre 97
Viola Reggio Calabria 69

GEMINI MESTRE: Mazzucchelli 7, Pellicano 3, Conti 29, Zinato, Di Meco 2, Rossi 19, Bortolin 18, Bocconcelli 13, Caversazio ne, Sebastianelli 6, Sequani. All.: Ciocca

VIOLA REGGIO CALABRIA: Farina 8, Corsaro ne, Laquintana, Davis 4, Balic 9, Provenzani 12, Musolino ne, Spizzichini 13, Bischetti 4, Marchini 19. All.: Bolignano.

ARBITRI: Venturini e Frosolini.

NOTE: parziali 21-8, 44-28, 68-56. Uscito per 5 falli Marchetti a 1’23’’ dalla fine. Tiri liberi Gemini 25/26 – Viola 9/10, da 3 10/24 – 6/20, rimbalzi 36-29.

Mestre seppur priva di Caversazio – problemi alla spalla – vince e convince contro la Viola e riprende il cammino che deve portare la squadra ad una delle prime 4 piazze.

Dopo gli stop contro Padova e Vicenza e la vittoria a tavolino contro Palermo che non si è presentata al PalaVega, la Gemini aveva bisogna di vincere e di ritrovare sé stessa, obiettivo raggiunto da una squadra che fra le note positive di serata può anche inserire quella relativa a Pietro Bocconcelli, neoarrivato in casa mestrina e subito protagonista con 13 punti, frutto di un 3/7 da 3 e 2 canestri da 2 in altrettanti tentativi, punti conditi da 2 assist e 2 rimbalzi, cifre promettenti. Gemini subito convincente sin dal primo quarto, Conti prende per mano la squadra e, prima con una bomba e poi con un canestro e fallo sigla il 17-2 con 4’10’’ da giocare nel periodo. Bortolin allunga a +17 il vantaggio prima di un finale di periodo in cui Reggio manda qualche segnale concludendo il quarto sul 21-8. Secondo periodo con Ciocca che dà spazio anche alle rotazioni, Reggio si appoggia a Spizzichini e Marchini e rosicchia qualcosa, Marchini porta i suoi sul 26-18 dopo 4’ del secondo quarto, una bomba di Bocconcelli ed un altro canestro e fallo di Conti rimandano però gli ospiti sotto di 12. Da qui parte uno dei momenti migliori della Viola con Mestre poco lucida, l’ex Spizzichini e Davis trovano punti da sotto mentre Mestre sbaglia due attacchi, Provenzani trova il fallo di Di Meco e dalla lunetta mette i suoi sul 32-26 con 2’44’’ da giocare. La Gemini però non si spaventa e si riordina soprattutto in difesa, Bortolin, Rossi in contropiede e Conti dalla lunga siglano un nuovo parziale di 7-2 visto che Reggio trova in Marchini il terminale per un canestro dalla media per il 39-28; il finale di quarto, con difesa tirata a lucido, è tutto mestrino e vale il 44-28 di pausa lunga completato da una bomba di Mazzucchelli e 2 liberi di Conti. Nel terzo periodo la Gemini cresce ancora toccando il 56-37 grazie ad una bomba di Rossi, Reggio fatica a tenere i ritmi mestrini ed a metà quarto ancora Rossi dalla lunetta sigla il 60-39 con gara già quasi in ghiaccio. Nel finale di periodo però Reggio trova tiri dalla lunga con Balic e Marchini recuperando anche qualche pallone in difesa, fatica che premia gli ospiti che proprio in chiusura di quarto, completando una bella azione con Spizzichini rientrando fino al -12 (68-56).

Nell’ultimo quarto Marchini commette un antisportivo che toglie dal campo Di Meco che già soffriva di problemi alla schiena e cadendo si fa male – si spera possa esserci sabato a Desio – Rossi lo sostituisce dalla lunetta e porta la quadra sul +9 segnando un libero. Balic da 3 cerca ossigeno per i suoi ma sbaglia, Bortolin dall’altra parte invece va a segno da post alto e Provenzano dall’altra parte sigla dalla lunga il 71-59. Bortolin dai liberi mette altri 2 punti per Mestre, Reggio risponde con altri due tiri dalla lunetta di Provenzani e resta in partita fino alla bomba di Farina che accorcia fino al 73-64 con 6’40’’ da giocare. Da qui Mestre scappa, Conti in entrata e ancora Bortolin da post alto rimettono la Gemini sul +13, la Viola in attacco fatica ed in difesa esaurisce subito il bonus con Mestre che dai liberi non perdona, ancora Bortolin dalla lunetta sigla il +15, Provenzani da 3 non trova la retina mentre dall’altra parte è Pellicano dall’angolo a infilare la bomba di un +18 che altri due liberi di Bortolin ed un tiro pesante di Bocconcelli trasformano nel 87-66 che di fatto chiude il match.
La Gemini, complice lo stop interno di San Vendemiano contro Desio, vola al secondo posto. Davanti, a 2 lunghezze, resta solo Orzinuovi ed un girone di ritorno tutto da vivere a partire dalla trasferta di sabato a Desio, team quinto in classifica con 18 punti. Vincere in terra lombarda potrebbe significare già quasi staccare il pass per una delle prime quattro piazze che valgono la B d’Eccellenza, obiettivo stagionale. Comunque dovesse andare ci sarà tanto da soffrire, ma anche, tanto da divertirsi.

Paolo Lazzaro
Responsabile Stampa Basket Mestre