Serie B – Montegranaro batte Jesi e centra il secondo successo consecutivo

di Federico Di Domenico

Sutor Basket Montegranaro: Minoli 8, Torresi ne, Riva 9, Angellotti 2, Gallizzi 23, Tibs 8,
Cipriani 9, Romanò 6, Bonfiglio 23, Edraoui ne. All: Ciarpella M..
The Supporter Jesi: Ferraro ne, Mentonelli G. ne, Mentonelli S. 8, Memed, Konteh 8, Quarisa 6,
Ginesi ne, Giacchè 17, Valentini 5, Montanari, Giampieri 23, Magrini 20. All: Ghizzinardi.
Arbitri: Di Gennaro e Spinelli di Roma.
Note. Parziali: 29-24, 48-47, 71-67. Tl: Sutor 24728, Jesi 20728. Tiri da 3 punti: Sutor 8/21, Jesi
17/27. Rimbalzi: Sutor 30, Jesi 37.
MONTEGRANARO – Seconda vittoria consecutiva per la Sutor Basket Montegranaro che in casa
ha battuto The Supporter Jesi per 88-85. La partita è stata molto intensa e combattuta, i gialloblù
hanno gestito bene il finale punto a punto portando a casa una vittoria fondamentale per rilanciare la
propria classifica. I tifosi che hanno assistito alla vittoria su Fermo TV e sulla piattaforma di LNP
Pass, alla fine hanno voluto ringraziare i propri beniamini regalando cori e calore, sempre però
rispettando il distanziamento.
Cronaca – Parte molto bene la Sutor che grazie ad otto punti di Gallizzi e due di Riva si porta
subito avanti sul 10-3 dopo 2’30”. La squadra gialloblù propone una buona pallacanestro che
l’Aurora soffre 12-7 dopo 3’40”. Cipriani da tre punti e Gallizzi portano la Sutor sul più 10 17-7
dopo 5’35”, Giampieri tiene a galla i suoi anche se i veregrensi continuano a trovare con una certa
continuità il canestro e due liberi messi a segno da Cipriani danno il nuovo massimo vantaggio ai
padroni di casa 25-13 dopo 8’. Giampieri però non ci sta e mette a segno la sua terza tripla, subisce
fallo, converte il tiro libero e ottiene un gioco da quattro punti per il 25-17. La sfida si mantiene su
standard di eccellenza in attacco, meno in difesa. Nel finale del primo periodo dopo due tiri liberi
realizzati da Angellotti arriva all’ultimo secondo la tripla di Giacchè che fissa il punteggio dopo 10’
sul 29-24.
Romanò silente nel primo periodo apre le danze nel secondo quarto, Jesi arranca e la Sutor continua
ad avere buone opportunità in attacco. Nella seconda parte del periodo Jesi risale nel punteggio e si
porta a meno 2, 43-41. La Sutor ha la forza di allungare di nuovo, 48-43, nel finale Giacchè da tre
punti manda in pratica le due squadre a braccetto negli spogliatoi, 48-47.
Alla ripresa del gioco, la gara si manteneva su binari di equilibrio, la Sutor provava a dare uno
scossone sul 60-55 con un canestro di Gallizzi. Successivamente arrivava il quarto fallo di Riva e
Jesi con un ritrovato Magrini riusciva ad impattare nel punteggio al 29’ sul 64-64. La Sutor aveva la
forza di reagire e chiudere avanti il terzo periodo sul 71-67.
Nell’ultimo quarto, le emozioni continuavano ad essere tante, la Sutor prova ad allungare di nuovo
fino al più nove, 81-72 firmato da Romanò al 36’30”. Jesi con un controparziale di 0-8 si riportava
in scia, 81-80 con una tripla di Valentini. Gallizzi, torna a segnare subendo anche fallo e
convertendo il tiro libero aggiuntivo, 84-80 a 1’17” dal termine. Magrini da tre punti riporta Jesi a
meno 1, 84-83 a 1’ dal termine. La Sutor sbaglia in attacco, Jesi non riesce a concretizzare a causa
di un’infrazione di 24”. Bonfiglio realizza due liberi, 86-83, Giacchè solo uno, 86-84 con l’Aurora
costretta a spendere il fallo sistematico su Gallizzi. Il ragazzo di Sassari realizza entrambi i liberi e
spariglia il punteggio, 88-84 a 11” dal termine, Jesi torna in lunetta, mette a segno solo un libero
con Romanò che raccatta il rimbalzo e pone fine alla contesa, 88-85.
“ Voglio fare una menzione particolare a Jesi che ha giocato in maniera rimaneggiata, dopo aver
trascorso un brutto periodo tra Covid e infortuni – ha detto coach Marco Ciarpella – ha giocato con
tantissima tenacia e ci ha messo veramente in difficoltà. La seconda menzione la voglio fare ai miei
ragazzi perché portare a casa una partita in cui i tuoi avversari, per meriti loro e demeriti nostri,
tirano 17/27 da tre punti significa che la squadra sta piano piano prendendo fiducia e
consapevolezza dei propri mezzi e questa la reputo una cosa positiva. Dobbiamo crescere perché
dopo un avvio di altissimo livello, Jesi si è dimostrata più esperta di noi. Non perdere il focus sulla
partita sarà un altro momento di crescita di questo gruppo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy