Serie B Old Wild West – Gli Mvp della prima giornata: gironi C&D

0

Girone C: IVAN MORGILLO (Antenore Energia Padova) & ROBERTO MARULLI (Ristopro Fabriano)
Nel girone C vanno in scena sei delle otto partite in programma, con le sfide tra Senigallia e Roseto e tra Vicenza e Teramo rinviate a causa delle problematiche legate al covid nelle compagini abruzzesi. In questa prima giornata della seconda fase fanno meglio le squadre del girone C1, che vincono quattro partite su sei, gli unici colpi esterni li fanno Ancona che sbanca San Vendemiano e Fabriano che rispetta il pronostico battendo la Guerriero Padova. Proprio tra le fila di Fabriano spicca la prova di Marulli, che in 28 minuti sul parquet mette insieme 23 punti, 5 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi e 7 falli subiti, tirando con un ottimo 5/10 da dietro l’arco. Season high per l’esterno dei cartai che insieme all’ottimo Papa guida i suoi alla vittoria che vale la vetta solitaria della classifica.
Inizia con il piede giusto anche la Virtus Padova, che soffre per lunghi tratti del match contro la sorpresa Montegranaro ma la spunta nel finale, trascinata da un monumentale Morgillo. Il centro classe ’92 chiude con una doppia doppia da 19 punti e 13 rimbalzi , a cui aggiunge 2 stoppate, un assist e una rubata per una valutazione complessiva di 30. Padova è abile a far valere la differenza di centimetri sotto canestro e proprio Morgillo riesce a dominare sotto le plance, risultando un fattore decisivo nella vittoria dei suoi.

Girone D: FERDINANDO MATRONE (Cus Jonico Taranto) & NJEGOS VISNJIC (Virtus Cassino)
La prima giornata del girone D al completo non delude le aspettative e ci regala tanti match emozionanti e non poche sorprese. Tra i sette match disputati (rinviata solo la sfida tra Luiss Roma e Molfetta) spiccano le quattro vittorie in trasferta ad opera delle squadre del girone D2, alcune molto importanti in ottica classifica, come il successo di Catanzaro ad Avellino che costa la panchina degli irpini a coach De Gennaro. La sfida più attesa in assoluto ovviamente era quella tra Real Sebastiani Rieti e Cus Jonico Taranto, che vedeva contrapposte le due formazioni che avevano letteralmente dominato la prima fase del campionato, ottenendo entrambe tredici vittorie su quattordici partite. Ad avere la meglio è Taranto, che si prende così la vetta solitaria della classifica. MVP del match il lungo Fernando Matrone, decisivo sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva. Il numero 19 dei rossoblu colleziona 14 punti, 12 rimbalzi (di cui ben 6 catturati in attacco), 2 stoppate e un recupero nei 33 minuti di impiego. Eloquenti i 10 falli subiti, che testimoniano nel migliore dei modi come Matrone sia stato un vero e proprio rebus per la difesa di coach Righetti.
Tra le sorprese di questo primo turno spicca la vittoria di Ruvo su Cassino al termine di un match incredibile, concluso dopo un overtime. Cassino ha dilapidato un vantaggio importante costruito nella prima metà del match, chiusa sul +15 dai padroni di casa. Nella ripresa il rientro dei pugliesi che ha sorpreso l’esperta truppa di coach Vettese. Nonostante la sconfitta dei suoi è impossibile non citare Visnjic tra i top di giornata. Per il classe ’79, ormai veterano della categoria, doppia doppia da 14 punti e ben 19 rimbalzi, oltre a 2 stoppate, un assist e un recupero, per un 32 di valutazione complessiva. 42 minuti in campo per il lungo di origini serbe che alla veneranda età di 42 anni continua a dominare sui parquet di cadetteria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here