Serie B – Omegna ingrana, espugnata Desio

0

La Paffoni dimostra di saper anche soffrire: al Pala Desio i rossoverdi vanno avanti anche di 12 lunghezze, poi Balanzoni e Baldassarre escono per cinque falli e, con rotazioni ridottissime, si arriva ad un punto a punto deciso dalle giocate di Kosic, dai canestri di Torgano e dalla difesa di squadra di una Fulgor che non vuole più fermarsi. Quinto successo consecutivo per i rossoverdi.

Al Pala Desio le rotazioni sono corte per entrambi i coach, ma l’inizio è tutto per gli arancioblu, prima avanti 7-0, poi 9-2 per il timeout di coach Ducarello. Pronta reazione della Fulgor: Balanzoni e compagni macinano giocano, trovano la solita ottima uscita dalla panchina di Baldassarre e con i dardi di Kosic e l’appoggio proprio del lungo italo-svizzero toccano il primo vantaggio del match. La Paffoni arriva anche a due possessi di vantaggio, ma la tripla di Valsecchi dall’angolo a fil di sirena vale il -2 a Desio (23-25). Nel secondo quarto si procede con la Fulgor Basket sempre avanti e Desio in linea di galleggiamento. Nel finale di quarto il solito Kosic segna un paio di canestri importanti e i rossoverdi toccano il +10. Desio reagisce immediatamente tornando a -5, ma la tripla allo scadere dalla punta di Baldassarre vale il 36 a 44 Fulgor alla pausa lunga.

Terzo quarto interlocutorio in cui non cambia la sostanza: Paffoni sempre avanti, ma non in grado di chiudere i conti, con Desio in scia, ancora a -8 a 10’ dalla fine. L’ultimo quarto si apre con la tripla del +11 di Marco Torgano, la Fulgor tocca anche il +12 nel possesso offensivo successivo, ma Desio è stoica: gli arancioblu di casa accorciano e con l’appoggio al ferro di Sodero arrivano al -6 che forza coach Ducarello il timeout. Desio sfrutta il bonus prematuramente esaurito dalla Paffoni, ma nell’altra metà campo Balanzoni segna un libero, prende rimbalzo sul suo errore e arma la mano di Fazioli, che dall’angolo trova la tripla del +8. Le squadre proseguono come ad elastico, assestandosi tra i 6 e gli 8 punti di differenza, ma la Paffoni perde per falli sia Balanzoni che Baldassarre. È finale thrilling al Pala Desio, dove a deciderla, dopo che i padroni di casa sono arrivati sino al -4, sono le letture di Kosic e un paio di buone difese di squadra. 78 a 83 il finale per gli uomini di Ducarello.

Qualche ora per ricaricare le batterie, mercoledì sera al Palasport di Gravellona arriva Avellino, sfida di alta classifica contro una delle piazze storiche del nostro basket.

Rimadesio Desio – Paffoni Fulgor Omegna 78-83 (23-25, 13-19, 18-18, 24-21)

Rimadesio Desio: Gabriele Giarelli 19 (7/8, 0/2), Ricards Klanskis 17 (5/7, 1/2), Guglielmo Sodero14 (3/5, 1/6), Simone Valsecchi 14 (5/6, 1/3), Giacomo Baldini 11 (4/7, 1/2), Matteo Tornari 3 (0/1, 1/3), Stefano Elli 0 (0/2, 0/1), Simone Caglio 0 (0/0, 0/1), Carlo Fumagalli 0 (0/0, 0/0), Giacomo Maspero 0 (0/0, 0/0), Andrea Mazzoleni 0 (0/0, 0/0), Luca Colzani 0 (0/0, 0/0)

Paffoni Fulgor Omegna: Zan Kosic 25 (3/4, 4/10), Jacopo Balanzoni 23 (10/14, 0/0), Marco Torgano 13 (1/2, 2/7), Filippo Fazioli 8 (1/5, 2/5), Patrick Baldassare 8 (1/6, 2/6), Manuele Solaroli6 (3/5, 0/1), Mattia Coltro 0 (0/1, 0/2), Daniel Trebeschi 0 (0/0, 0/0), Filippo Puppieni 0 (0/0, 0/0), Andrea Picarelli 0 (0/0, 0/0), Dimitrije Jokovic 0 (0/0, 0/0), Issa Fomba 0 (0/0, 0/0)

UFF.STAMPA FULGOR OMEGNA