Serie B – Omegna non muore mai!Battuta anche Cecina

0

Paffoni Fulgor Omegna – La Buca del Gatti Basket Cecina 66-59
(26-22/42-30/51-50)

Paffoni Fulgor Omegna: Simoncelli 7, Dip 17, Fratto 7, Brigato 6, Villa 10, Torgano n.e., Arrigoni 6, Ramenghi n.e., Milani n.e., Guala n.e., Benedusi 10, Di Pizzo 3.
All. Marcello Ghinizzardi

La Buca del Gatti Basket Cecina: Liberati 6, Gaye 12, Biancani 7, Spera 6, Diouf, Donati, Barontini, Lasagni 8, Guerrieri 2, Gigena 13, Salvadori 5, Filahi n.e.
All. Gianni Montemurro

Nella quattordicesima giornata di Serie B, girone A, la Paffoni Fulgor Omegna batte 66 a 59 La Buca del Gatti Basket Cecina e mantiene il primato in classifica, rimanendo imbattuta in casa nel girone di andata.

Omegna schiera Villa play, Brigato guardia, Benedusi ala piccola, Arrigoni ala grande, Dip centro.
Gli ospiti rispondono con il quintetto composto da Liberati play, Lasagni guardia, Gaye ala piccola, Gigena ala grande, Spera centro.

Nel primo quarto di gioco, Omegna parte subito forte, piazzando un parziale di 7 punti a 0, grazie ai canestri di Dip e di Benedusi, nei primi due minuti di gioco. Gigena accorcia le distanze con un gioco da tre punti (7-3), ma ancora Dip allunga di nuovo il vantaggio rossoverde a +6 (9-3). Lasagni accorcia ancora lo stantaggio, ma un canestro di Dip su assist di Villa (11-6). Omegna però, non riesce ad incrementare il vantaggio e Cecina ne approfitta piazzando un parziale di 5 a 0, grazie ai canestri di Gaye in allontamento e di Spera, per il -1, quando mancano 6 minuti alla fine del primo parziale (11-10). Brigato, con un tiro realizzato dall’arco, allunga subito il vantaggio per la squadra di casa (14-10), ma Cecina piazza un altro parziale di 4 a 0, grazie ai canestri di Gigena e di Gaye, per il 14 pari, quando mancano 4 munuti alla fine del primo quarto. Arrigoni, allunga sul + 2(16-14), ma ancora una volta la squadra ospite piazza un altro mini parziale di 3 punti, Gaye e un 1/2 di Spera al tiro libero, che la porta in vantaggio di un punto (16-17), quando mancano 3 minuti alla fine. Omegna risponde subito con un contro parziale di 6 a 0, grazie al gioco da tre di Dip e alla tripla di Benedusi, per il +5 Paffoni (22-17). Salvadori accorcia le distanze (22-20), ma chiude il quarto, un altro parziale di Omegna di 4 punti a 0, grazie ai canestri di Villa e di Arrigoni (1/2) e un canestro di Salvadori per Cecina, per il 26 a 22 finale.

Nel secondo quarto di gioco, entrambe le squdre partono forte, con i canestri di Arrigoni e Villa per Omegna e di Bianconi e Gigena per Cecina, con la Paffoni che rimane in vantaggio di 5 punti (31-26). Successivamente però, hanno tutte e due un momento di appannamento, forse dovuto ai ritmi molto alti del primo quarto, e fino alla metà del quarto, non trovano la via del canestro. La prima squadra a sbloccarsi e a trovare un parziale importante è Omegna che con Benedudi e Simoncelli, trova il +11 (37-26), quando siamo a più di metà del secondo parziale. Una schiacciata di Gaye, infiamma gli animi della squadra ospite (37-28), ma un parziale di Di Pizzo di 3 punti, porta Omegna al massimo vantaggio di +12 (40-28). Chiudono in parziale, un canestro di Guerrieri e uno di Dip, per il 42 a 30 finale.

Da segnalare in questa prima parte di gara, la prestazione di Marcelo Dip autore di 13 punti (di cui 11 sono nel primo )e 3 rimbalzi totali. Per Cecina, invece, l’unico ad avvicinarsi alla doppia cifra è stato Gaye con 8 punti e 4 rimbalzi totali. Nota negativa per la Paffoni in questa prima parte di partita è stata la percentuale ai liberi con il 27 % e 3/11 dalla lunetta.

Dopo la pausa lunga, Omegna rientra in campo con lo stesso quintetto, mentre coach Montemurro inserisce Salvadori e Biancani, al posto di Liberati e di Spera.

Nel terzo quarto di gioco, Omegna parte subito forte, determinata ad incrementare in vantaggio e a mettere al sicuro la partita, grazie ad un parziale di 5 punti a 0, con i canestri di Dip e di Brigato, per il +17 (47-30). Cecina risponde, con un canestro di Gigena (47-32). Villa spezza il parziale con un canestro in contropiede (49-32), ma la squadra ospite piazza un parziale di 18 a 0, grazie ai canestri di Gigena, Gaye, Lasagni Bianconi, Liberati e Spera, per il sorpasso di Cecina, quando mancano 30 secondi alla fine del terzo quarto (49-50). Dopo quasi 7 minuti di gioco, torna a segnare Omegna, con un 2/2 dalla lunetta di Simoncelli.

Nell’ultimo quarto di gioco, Cecina prova a partire subito forte con una tripla di Liberati, per il +2 ospite (51-53). Omegna risponde con un parziale di 4 punti, grazie alla tripla di Fratto e all’1/2 di Arrigoni dalla lunetta, per il +2 Paffoni (55-53). Gaye trova la parità (55-55), ma Omegna risponde con un parziale di 7 a 0, grazie a Simoncelli, alla tripla di Fratto e a Dip, quando siamo a metà dell’ultimo parziale (62-55). Spera accorcia le distanze (62-57), ma Benedusi accorcia dalla lunetta con 1/2, per il +6 che permette ad Omegna di mettere due possessi pieni di vantaggio (63-57). Bianconi prova ad accorciare le distanze (63-59), ma la Paffoni chiude i conti dalla lunetta con Fratto (1/2 ) e Villa (2/2), per il 66 a 59 finale.

Fondamentali per questa vittoria, sono stati i 17 punti di Dip, ma soprattutto, visto il momento delicato della gara, le due triple di Fratto (7 punti totali) nel quarto e decisivo parziale. Buone per Omegna anche le prestazioni di Villa e di Benedusi, autori di 10 punti a testa. Alla squadra ospite invece, non sono bastati i 13 punti e i 5 rimbalzi di Gigena e i 12 punti con 7 rimbalzi di Gaye.

Con questa vittoria la Paffoni chiude imbattutta il girone d’andata per quanto riguarda le partite al Pala Battisti ed è matematicamente qualificata alle final eight di Coppa Italia. L’ultimo appuntamento dell’anno sarà sabato prossimo a San Miniato.