Serie B – Piombino travolge Borgomanero

0

Bastano alcune parti di gara ben giocate a Piombino, per aver ragione del College Borgomanero. Una partenza che, ancora una volta,  fa venire i brividi ai propri tifosi, tre facili conclusioni da sotto sbagliate da Venucci e Piccone, con De Zardo croce e delizia, che segna bei canestri, ma pasticcia quando porta palla, spesso perdendola, due di quelle perse provocano le ripartenze di Borgomanero, che le  conclude con due halley up spettacolari e che così si porta sul  21 a 9, in meno di 7’. Una mazzata che però fa da sveglia a Venucci e compagni, comunque il primo quarto, nonostante la buona reazione, vede i gialloblu sotto di 5, con 28 punti al passivo. Nel secondo quarto, Piombino inizia a macinare gioco e canestri, saranno 37 i punti segnati.  Tiberti la fa da padrone sotto le plance e gli esterni passano dal 2 su 7 da tre del primo quarto al 7 su 9 del secondo, con due a testa per Pedroni e Bianchi e tre, su quattro tentativi, per Venucci. A metà quarto arriva il sorpasso, con un parziale di 13 a 0, con vantaggio che continua a salire, fino al più 18 e si chiude sul più 16, 44 a 60, grazie anche al dominio sotto le plance, 21 a 12 i rimbalzi. Nei primi 6’ del terzo quarto i gialloblu rallentano in attacco e subiscono il ritorno, fino a meno 9 dei collegiali e con Tiberti fuori per quattro falli, ci pensano allora gli esterni, trascinati da un Venucci in gran serata. In questo finale di quarto, 6 punti per il play sanvincenzino, 5 per Piccone, 3 per Bianchi e 2 per Pedroni, per un tombale più 24, 61 a 85 all’ultimo riposo. Nel quarto finale, quasi inevitabile un calo di tensione, forse anche un po’ troppo, saranno quasi 6 i minuti senza segnare. Fortunatamente anche i collegiali sbagliano molto, segnando solo 10 punti e arrivando solo fino a meno 14. Cagnazzo, preoccupato, rimanda in campo Tiberti e al lungo torinese, basta un minuto per riaccendere le luci del Golfo, infatti, prima di commettere il suo quinto fallo, raccoglie una palla quasi persa e mette una bomba e poi con un bel tagliafuori sul difensore, riceve da Bianchi e realizza da sotto. Dopo di lui ci pensa l’altro componente della premiata ditta piombinese, Venucci, con una bomba, a rimandare gli avversari ad un tranquillizzante meno 18. Un’altra fiammata, in una partita con tanti alti e bassi, ma che porta alla quinta vittoria in otto partite, chiude il festival dei canestri, Azzaro, con il punto numero 98, contro gli 85 degli avversari. Nel finale trova spazio anche Rossato, dopo che buoni minuti sono toccati anche a Tintori e Mazzantini. Vittoria che mantiene Piombino nel gruppetto di squadre al quarto posto. 

Il commento di Cagnazzo: “In molti davano questa partita come scontata, invece credo che questo sarà un campo dove vincere non sarà facile per nessuno, perché loro sono una squadra molto atletica, che giocano come una under, a ritmi altissimi e che appena gli concedi qualcosa, fanno canestro. Noi siamo partiti molto contratti e sicuramente non ci siamo espressi, in avvio, al meglio delle nostre potenzialità, poi però siamo stati molto bravi il secondo ed il terzo quarto, giocando una grande pallacanestro in difesa ed in attacco. Nel terzo siamo riusciti a rintuzzare il loro tentativo di rimonta e ad allargare il vantaggio. Nel quarto finale siamo comunque sempre stati in controllo. È vero che abbiamo avuto alti e bassi, ma più alti che bassi, contro una buona squadra. Quindi siamo contenti di questi due punti che portiamo a casa e andiamo avanti.”

di Stefanini Stefanini

I tabellini

Cipir College Basketball Borgomanero – Solbat Piombino 85-98 (28-23, 16-37, 17-25, 24-13)

Cipir College Basketball Borgomanero: Daniele Benzoni 21 (5/8, 2/9), Andrea Loro 14 (4/6, 2/5), Maurizio Ghigo 12 (0/4, 3/8), Francesco Ferrari 9 (0/1, 2/4), Stefano Longo 7 (3/8, 0/5), Riccardo Attademo 7 (2/6, 0/1), Francesco Piscetta 7 (2/3, 0/0), Alberto Fragonara 5 (2/4, 0/3), Andrea Pettinaroli 3 (0/0, 1/1), Andrea Cecchi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Andrea Loro 12) – Assist: 15 (Alberto Fragonara 4)