Serie B – Pozzuoli cede il passo a Salerno nel derby campano

Serie B – Pozzuoli cede il passo a Salerno nel derby campano

Prestazione sontuosa da parte dei ragazzi di coach Benedetto – costretti a fare a meno di Leggio (lesione muscolare) e Seye (problemi burocratici).

di La Redazione

“Intensità” doveva essere la parola d’ordine per tornare a casa con due punti preziosissimi dal derby del PalaErrico e così è stato al termine di quaranta minuti emozionanti e ben giocati dalla Virtus Arechi Salerno, corsara in quel di Pozzuoli (74-82 il risultato finale) e al suo sesto successo stagionale su sette gare disputate.

Prestazione sontuosa da parte dei ragazzi di coach Benedetto – costretti a fare a meno di Leggio (lesione muscolare) e Seye (problemi burocratici) e per questo ancor più volenterosi di gettare il cuore oltre l’ostacolo – sempre avanti nel punteggio al cospetto di un avversario che, in questa primissima fase di stagione, aveva impressionato gli addetti ai lavori per l’ottima pallacanestro espressa ed i risultati conseguiti.

La partita
Al netto delle assenze sopra menzionate, lo staff tecnico blaugrana si affida ad uno starting five composto da Cantone, Diomede, Potì, Tortù ed il rientrante Visnjic: l’inizio è tutto di marca blaugrana con il lungo serbo che non sembra indossare una mascherina a protezione del setto nasale né essere stato costretto ai box per diverse settimane. Il primo mini-break si esplica sul 6-14 del minuto sei, alla festa offensiva di Salerno si iscrive, tra gli altri, Alessandro Potì ed il vantaggio della Virtus resta ben saldo anche al termine del primo parziale (22-29).

Il secondo quarto di gioco si apre con Pozzuoli che cerca una risposta immediata, ma l’atteggiamento difensivo della Virtus Arechi è superlativo anche e soprattutto quando coach Benedetto decide di mischiare le carte e far ricorso alla zona. A dare una scossa ai puteolani ci prova in qualche modo Tomasello (29-33 al quattordicesimo), ma i blaugrana scappano nuovamente, cortesia di uno Czumbel formato MVP, letale al tiro dalla lunga distanza in uscita dalla panchina.

Nel momento migliore di Salerno, tuttavia, i padroni di casa provano a ricucire il gap e ci riescono in virtù delle conclusioni di Picarelli e Savoldelli prima e Tredici poi, quest’ultimo autore – a cronometro fermo – dei punti che valgono il primo vantaggio puteolano della gara. All’intervallo lungo Salerno torna a condurre ma di appena due lunghezze (45-47), a dimostrazione di un match assolutamente equilibrato e ancora tutto da giocare.

La ripresa delle ostilità è un’altalena di emozioni sino al minuto ventisette: le due squadre si rispondono colpo su colpo, Cantone e Diomede mettono sul piatto leadership e qualità offensiva, dall’altro lato Tredici e Marchini suonano la carica e chiamano a raccolta il pubblico del PalaErrico. Proprio a tre minuti dal termine della frazione, tuttavia, ecco la folata blaugrana, concretizzata con due conclusioni ancora dalla distanza di Potì e del solito Czumbel. Il +7 (52-59), purtroppo però, non ha vita lunghissima: i puteolani, sebbene a corto di energia psicofisica a causa della grande pressione difensiva di Salerno, non mollano un centimetro e si riportano a -4 (60-64 al trentesimo) con un’ultima frazione tutta da godere.

E’ il momento dei grandi giocatori, ma soprattutto quello in cui occorre un segnale di squadra: l’ultimo quarto blaugrana è all’insegna dell’equilibrio assoluto tra le due fasi di gioco, con capitan Diomede a convertire dalla media per il +12 che costringe, di fatto, Pozzuoli alla resa. Salerno riesce a mordere in fase difensiva, le percentuali dei ragazzi di coach Gentile non sono affatto quelle consuete e, dall’altro lato del campo, la VIrtus non sbaglia più scappando via nel parziale.

Gli ultimi minuti sono quelli della gestione di un vantaggio che i blaugrana si porteranno con sé fino in fondo (risultato finale di 74-82). Game,set and match alla sirena finale e sesto successo stagionale per la compagine cara al patron Nello Renzullo che, alla vigilia di un doppio impegno casalingo con Valmontone e Luiss Roma si godono la vetta della classifica in coabitazione con Palestrina.

Boxscore
VIRTUS BASKET POZZUOLI – VIRTUS ARECHI SALERNO 74-82 (22-29 ; 23-18 ; 15-17 ; 14-18)

VIRTUS BASKET POZZUOLI: Marchini 6, Errico 2, Tredici 18, Picarelli 9, Savoldelli 12, Bordi 8, Tomasello 19, Lurini 0, Mehmedoviq 0, Nacca 0, Bullone ne. Coach: Gentile.

VIRTUS ARECHI SALERNO: Diomede 15, Visnjic 13, Gallo 2, Tortù 14, Cantone 8, Potì 11, Czumbel 19, Guariglia ne, Naddeo 0, Caiazza 0. Coach: Benedetto.

Arbitri della gara: Luca Bartolini (Fano) ; Nicolò Bertuccioli (Pesaro)

FONTE: Area Comunicazione Virtus Arechi Salerno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy