Serie B – Prima gioia Ozzano, Fabriano non pervenuta

0

PALA ARTI GRAFICHE REGGIANI, OZZANO DELL’EMILIA – Se serviva una risposta dopo quattro sconfitte consecutive, è arrivata forte e chiara questa sera in casa New Flying Balls: i biancorossi battono 85-58 la Janur Basket Fabriano e mettono in tasca i primi due punti della stagione.

Coach Giuliani opta per uno starting five composto da Piazza in tacca bassa, con BechiAbegaMancini e Ly-Lee a completare lo schieramento.

È una partita che si accende esattamente quando la palla a due viene contesa: per 2’15” le squadre si danno battaglia senza falli, con il primo fischio che vede sorridere Fabriano sul 4-7 grazie a Bedin (4 punti) e alla tripla di Centanni. Un vantaggio che si accumula con un altro canestro dai 6.75 metri di Gnecchi, per poi non vedere muovere la retina nei successivi 3’30”: ottima la difesa dei New Flying Balls, che sposa un attacco in cui BalducciPiazzaAbega e Bechi firmano il pareggio (10-10) poco dopo la metà della frazione. Giombini interrompe il digiuno ospite (10-14), Negri lo chiude con un tiro libero e parziale 5-0 (12-20).

Il secondo quarto si apre con la striscia positiva ospite che si allunga con Granic (12-25), firmando il massimo vantaggio; ma, come nei primi 10’, Ozzano chiude la serranda del proprio canestro per quattro minuti, piazzando un parziale di 10-0 che permette ai biancorossi di accorciare sul 22-25. Si riaccende un testa a testa che vede, alla lunga, sorridere proprio i ragazzi di Giuliani: Piazza sale a 9 punti, Ly-Lee a quota 11 – il primo giocatore di casa a sfondare la barriera della seconda cifra – mentre la sua squadra torna in vantaggio sul 31-30 a 2’38” dalla fine del primo tempo. Ridotto, prima del suono della sirena, ma sempre consistente sul +3 (37-34).

La pausa non interrompe la voglia di Ozzano di centrare il primo successo stagionale: Abega suona la carica con una tripla, Piazza conclude un altro parziale di 10-0 (47-34) che rende bene l’idea del momento biancorosso; così come Bechi, che con un altro tiro dalla lunga distanza lancia i suoi al massimo vantaggio di +16 (52-36). Nei minuti successivi, la distanza si accorcia leggermente, ma né il raggiungimento del bonus, né i cinque falli personali di Martini recano danno a dei padroni di casa in trance agonistica. Non tanto in attacco – sono poco più di due i minuti in cui non arriva nemmeno un punto – quanto in difesa, che tiene testa ai rimbalzi marchigiani (23-23).

Nell’ultimo quarto, il copione visto finora non cambia: Balducci si ritaglia il giusto spazio per una partita maiuscola con la doppia cifra che rimanda Ozzano a +16 (65-49), mentre poco dopo Bechi riceve un assist spaziale da Piazza e sigla il +17 (68-51). La sirena suona, metaforicamente, con cinque minuti d’anticipo, anche grazie ai cinque falli di Fabriano in pochi giri d’orologio: sono ben cinque i biancorossi in doppia cifra, a coronare una prestazione di squadra perfetta. Un pensiero, però, non può non andare a Bedin, a terra una decina di minuti per un colpo subito e al quale auguriamo la più calorosa pronta guarigione.

Top scorer: Ly-Lee e Piazza, 17 punti

TABELLINO

Logimatic Group Ozzano vs Janur Basket Fabriano 85-58 (12-20; 37-34; 58-44)

Logimatic Group Ozzano: Myers, Bechi 16, Pavani 3, Ly-Lee 17, Zambianchi n.e., Martini, Terzi 2, Balducci 10, Piazza 17, Abega 16, Mancini 2, Zanasi 2. Coach: Giuliani

Janus Basket Fabriano: Centanni 14, Stanic 6, Gnecchi 5, Rapini n.e., Bedin 15, Romagnoli n.e., Bandini, Rapetti, Negri 5, Granic 7, Giombini 6. Coach: Grandi

Arbitri: Di Luzio e De Ascentiis Note: 1Q 12-20; 2Q 25-14; 3Q 21-10; 4Q 27-14

Enrico Bonzanini