Serie B. Prima gioia stagionale per Cagliari, battuta Giulianova

di La Redazione

Il quinto tentativo è quello buono: l’Olimpia Trony Cagliari batte col punteggio di 74-62 la Globo Giulianova e conquista il suo primo successo nel campionato di Serie B. Due punti sospirati, attesi e finalmente arrivati grazie a una prestazione di grande orgoglio nella settimana più difficile, quella caratterizzata dall’avvicendamento in panchina tra Simone Grandesso Silvestri e Beppe Caboni. La vittoria consente ai biancoverdi di lasciare l’ultimo posto in classifica, ora appannaggio esclusivo della Stella Azzurra Roma.

LA GARA – Si parte subito con una gradita novità per l’Olimpia Trony, che a seguito di un accordo raggiunto a poche ore dalla palla a due può annoverare un nuovo lungo: Stefano Puggioni, esperto pivot carlofortino che va a impreziosire la batteria dei lunghi.

Il primo quintetto dell’era Caboni è composto da Cocco, Sanna, Mastio, Putignano e Ganguzza. Ancora a riposo forzato capitan Manca, mentre recupera Villani. Dall’altra parte, coach Francani risponde con Sacripante, Mennilli, Pira, Gallerini e Diener. Pronti-via e l’Olimpia scatta in avanti grazie a una gran difesa, che rende inoffensive le bocche da fuoco giuliesi Diener e Gallerini. I ragazzi di coach Caboni lavorano molto bene anche in attacco e trovano delle conclusioni di buona qualità: dopo otto minuti Villani segna da tre punti e regala il massimo vantaggio ai suoi sul 24-7. A quel punto, però, gli abruzzesi riescono a scuotersi dal torpore, e si riportano sotto grazie a un parziale di 9-0 in apertura di secondo quarto. La partita procede a strappi: l’Olimpia torna a +7, ma poi Giulianova si rifà sotto e trova il primo vantaggio della partita con Diener (32-33). Una nuova accelerazione di marca cagliaritana porta però Ganguzza e soci avanti di quattro all’intervallo lungo (39-35).

Nel corso del terzo quarto un nuovo tentativo di allungo porta l’Olimpia a +8 (53-45). Si lotta furiosamente su ogni pallone e la partita si fa accesa anche dal punto di vista agonistico, con una serie di contatti controllati a fatica dal duo arbitrale. La Globo insiste sull’asse Gallerini-Diener, ben coadiuvato da Papa in uscita dalla panchina, e all’ultimo mini intervallo gli abruzzesi si presentano in vantaggio di tre lunghezze (53-56) e con l’inerzia della partita dalla propria parte.

Coach Caboni concede tanto campo al giovanissimo Edoardo Angius, che ripaga la fiducia con una prova di grande personalità anche nell’ultimo decisivo quarto, in cui l’Olimpia stringe le maglie in difesa concedendo appena 6 punti agli avversari. I biancoverdi traggono vantaggio dalle tante palle recuperate e segnano con continuità in attacco, riuscendo così a dare lo strappo decisivo alla partita. Alla sirena, la grande liberazione: l’Olimpia Trony vince, cancella un primo mese di stagione difficile e riparte. Oggi è iniziato un nuovo campionato.

Questo il commento di coach Beppe Caboni: “In questa partita ha prevalso la voglia di riscatto dei ragazzi dopo le prime quattro sconfitte. Un cambio di panchina è sempre complicato da gestire, perchè rappresenta un fallimento prima di tutto per la squadra stessa, ma oggi i ragazzi sono riusciti a esprimere al meglio le proprie qualità. Non era facile, Giulianova è una squadra importante, con tante buone individualità, ma siamo riusciti a conquistare due punti che ci permettono di lavorare con più serenità, e a partire dalla prossima settimana potrò iniziare a lavorare per cercare di dare la mia impronta alla squadra”. Il tecnico dei Pumas non dimentica però chi lo ha preceduto: “Simone Grandesso è uno dei miei più fraterni amici. Potrà sembrare vuota retorica ma non lo è: questa vittoria la dedico a lui”.

Olimpia Trony Cagliari-Globo Giulianova 74-62

Olimpia: Ganguzza 15, Sanna 9, Puggioni, Putignano 13, Mastio 13, Villani 13, Chessa, Angius 6, Cocco 2, Soro 3. Allenatore: Caboni

Giulianova: Gloria 2, Pira 2, Cianella, Sacripante 2, Diener 23, Mennilli, Papa 11, Nolli, Gallerini 21, Pastore 1. Allenatore: Francani

Parziali: 25-13; 14-22; 14-21; 21-6

Arbitri: Isimbaldi Corrado, Falcetto Riccardo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy