Serie B QF G5 – Ruvo supera con autorità Piombino

0

Tecnoswitch Ruvo di Puglia – Solbat Piombino 94-77 (14-19, 32-18, 27-25, 21-15)

Tecnoswitch Ruvo di Puglia: Darryl joshua Jackson 25 (2/4, 6/9), Lorenzo Galmarini 17 (7/11, 0/0), Gianmarco Leggio 15 (2/2, 3/6), Marco Contento 11 (3/3, 1/1), Luca Toniato 10 (3/5, 0/5), Manuel Diomede 5 (1/1, 0/0), Andrea Traini 4 (0/0, 1/4), Mario jose Ghersetti 3 (1/2, 0/3), Giacomo Eliantonio 2 (1/1, 0/1), Armin Mazic 2 (1/1, 0/0), Giacomo Granieri 0 (0/1, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 28 – Rimbalzi: 30 3 + 27 (Lorenzo Galmarini 13) – Assist: 21 (Marco Contento 7)

Solbat Piombino: Lautaro Berra 17 (8/10, 0/0), Mattia Venucci 15 (1/6, 3/4), Fabrizio Piccone 13 (2/4, 2/4), Mirco Turel 11 (4/8, 1/4), Lorenzo De zardo 6 (2/3, 0/1), Carlo Cappelletti 5 (1/2, 1/3), Zdravko Okiljevic 5 (0/0, 1/1), Stefano Longo 3 (0/1, 1/1), Alessandro Azzaro 2 (1/5, 0/2), Francesco D’antonio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Mirco Turel 10) – Assist: 10 (Mattia Venucci 7)

Partita sotto tono dei gialloblu, quella con cui si chiude la stagione, ma Piombino deve uscire comunque a testa alta, perché ha costretto ad arrivare a gara cinque una squadra che aveva fin da inizio stagione ambizioni di promozione. I gialloblu in quest’ultima partita hanno probabilmente pagato gli sforzi fatti in gara tre e gara quattro, dove erano riusciti con una grandissima prova difensiva ad arginare il forte attacco pugliese. 

Assente l’infortunato Deri nelle fila locali e Almansi, per un lutto familiare, in quelle dei gialloblu. Il primo quarto aveva lasciato ancora aperte le speranze, con la squadra che aveva ben difesa concedendo solo 14 punti a Ruvo. In attacco Venucci e Berra sembrano dare garanzie di efficienza e grazie ai loro canestri, il Golfo chiude il quarto avanti 19 a 14. Un passaggio a vuoto dei gialloblu in avvio di secondo, con un tiro sbagliato e due perse, da l’occasione a Ruvo per chiudere rapidamente il gap. L’inerzia passa così in mano a Ruvo e nonostante che Piombino tenti di rimanere aggrappata al match, i 32 punti subiti nel quarto, con un 7 su 7 da due e 5 su 10 da tre, lasciano un segno indelebile sul match e mandano Piombino al riposo sotto di 9, sul 46 a 37. Nel terzo dopo la bomba del più 12 del solito Jackson, Piombino reagisce, ma più di orgoglio che lucidamente e riesce a risalire fino a meno 5 per due volte, al minuto 25, con la bomba di Turel e al minuto 26, con Berra, che se in attacco è quasi inarrestabile, in difesa non troverà le misure su Galmarini. Ruvo a differenza delle altre partite troverà molti più spazi nel pitturato, ne sono prova i 31 tiri col 68%, tiri ottenuti spesso con tagli in back door sulla linea di fondo e sfruttando gli spazi lasciati dai raddoppi sui portatori di palla, o sui tiratori avversari. I padroni di casa nel quarto toccano il massimo vantaggio di più 14 e chiudono avanti sul 73 a 62. L’ultimo briciolo di speranze svaniscono nei primi minuti del quarto finale, col tecnico fischiato a Cagnazzo, che protesta per un evidente passaggio indietro di Ruvo non fischiato e così si passa da un possibile meno 8, o meno 7, al più 14 Ruvo, con libero e bomba di Jackson. Poco dopo Turel in penetrazione e Okiljevic da tre riportano Piombino a meno 9, mancherebbe ancora molto, ma i gialloblu sembrano proprio aver finito la benzina. Infatti la lucidità viene meno e nei 5’ dal minuto 32 al 37, tireranno 7 volte senza mai segnare e perderanno 6 palloni, con Ruvo che ne approfitta e chiude la partita salendo sul più 20. La partita finisce 94 a 77, con Ruvo che va ad incontrare la Herons in semifinale e Piombino che chiude così la stagione.

Per i gialloblu, alla prima nel campionato di B nazionale, è stata sicuramente un annata positiva, che dovrà fare da stimolo alla dirigenza piombinese per provare a ripetersi, o a migliorare ancora nella prossima stagione. Un annata, che grazie a Cagnazzo,allo staff,  ai suoi ragazzi, col gioco brillante e divertente che hanno espresso, ha fatto anche innamorare i tifosi  gialloblu, che non vedranno l’ora di tornare sugli spalti alla nuova stagione, per sostenere chiunque indosserà questi colori.

UFF.STAMPA BASKET GOLFO PIOMBINO