Serie B – Quarta vittoria consecutiva per San Severo, Crabs sconfitti 77-58

San Severo stende Rimini.

di Angelo Petrucci, @APetruz13

La 22° giornata di Serie B di scena al “Falcone e Borsellino” vede i padroni di casa dell’Allianz Cestistica Città di San Severo superare la NTS Informatica Rimini Crabs per 77-58 e conquistare il quarto successo consecutivo.

Primo quarto con le due compagini che sbagliano troppo al tiro, il punteggio resta basso. I primi 6’ vedono avanti i padroni di casa dell’Allianz, poi i riminesi reagiscono e mettono a segno un parziale di 13-0 che al 7’ sancisce il 5-13 ospite. Quarisa dà una scossa a San Severo e perlomeno la tiene in gara. Al 10’ l’Allianz è sotto per 12-17.

Losi ed Ikangi prendono per mano la Cestistica e capovolgono il tutto, i gialloneri pugliesi tornano in vantaggio e finalmente il pubblico del “Falcone e Borsellino” si infiamma. Si gioca punto a punto e la disputa acquisisce fascino. San Severo si affida ancora a Losi che trova manforte in Ciribeni, al riposo lungo il collettivo allenato da coach Coen si ritrova avanti per 43-31 grazie ad uno scatto d’orgoglio non indifferente.

Al rientro dagli spogliatoi Rimini sembra avere una marcia in più, ne danno dimostrazione fluidità di gioco e bellezza dello stesso. Battistini tenta dunque la rimonta romagnola con l’ausilio di Meluzzi. Per San Severo ci sono Ikangi e Ciribeni a cercare di tener botta, al 17’ coach Coen è costretto a chiamare timeout sul 53-46. Di qua sale in cattedra Torresi che al 30’ ridona un vantaggio considerevole ai pugliesi per 61-47.

Ultimo quarto quasi indegno di nota, la Cestistica amministra saggiamente il vantaggio e si impone per 77-58.
Una vittoria serviva ed una vittoria è arrivata, in cascina sono stati messi due punti che tengono San Severo viva nella corsa al secondo posto, seppur a sprazzi si è visto del carattere sul parquet, ciò che è stato carente è forse stato il bel gioco. La squadra ed il pubblico hanno dimostrato che la voglia di vincere e di tenersi aggrappati ai piani alti della graduatoria c’è, la società dal canto suo potrebbe sfruttare le ultime 48 ore a disposizione per intervenire sul mercato e rafforzare, se opportuno, il roster.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy