Serie B. Qui Cento: settebello Tramec, lo show di Bianchi e Di Trani stronca il sogno di Arzignano

0

Cinque minuti da Benedetto ,come i 5 minuti del Grande Torino.Paragone pesantissimo ma che calza a pennello per la Tramec di coach Albanesi.Che ad Arzignano infila la 7a vittoria consecutiva e pigia il piede sull’ accelleratore con destinazione Paradiso.Oppure Inferno perché il cantico dantesco non scherza e non fa sconti, ed i nemici sono tanti a partire da Montichiari ma questa è storia di domani, ovvero tra qualche ora. Con la memoria si ritorna indietro, ed è una memoria che fa riflettere perché ad Arzignano la Benedetto ha sofferto «Faccio i complimenti ai nostri avversari- sintetizza coach Albanesi- che ha detta dei loro stessi tifosi hanno giocato la miglior gara della stagione, con buone percentuali al tiro soprattutto nel primo tempo.Temevo questo match – continua il tecnico lombardo- ed infatti avevamo la testa tra le nuvole pensando a chissà cosa, abbiamo difeso male per 35 minuti, poi forse abbiam capito che era meglio evitare di scherzare con il fuoco, e con 5 minuti buoni abbiamo chiuso il match. Ovviamente – chiosa Albanesi- sono contento dei 2 punti, vincere pur non giocando bene contro squadre rognose sono segnali di continuità nel nostro lavoro.» Quella continuità che manca alle big del girone « Ogni maledetta domenica ci sono risultati inaspettati- annuisce il coach biancorosso- noi soffrendo e vincendo queste partite sappiamo che non bisogna mai spegnere la concentrazione.Stasera sicuramente Bianchi e DiTrani ci hanno levato dai pasticci, che abbiamo alimentato con la nostra leggera esibizione difensiva»Il tempo è tiranno, arriva il ciclo infernale con i tifosi che sognano «Umiltà e piedi per terra e ben piantati- annuisce Albanesi- non eravamo i favoriti ed ora tutti ci guardano dal basso verso l alto con le grandi che stanno pesantemente entrando nel mercato.Orgoglioso di far parte della storia della Benedetto, dei miei ragazzi e di tutto l ambiente, ora a cuor leggero giochiamo queste partite».Quella storia che la tua ciurma ha voglia e tanta, di riscrivere pagine indelebili nel cuore di tutti i tifosi biancorossi..sorry il match in pillole..Inizio in sordina per Cento ed Arzignano vola al suo massimo vantaggio della gara (14-9 tripla di Bolcato al 4.30).Chiude la saricinesca la Tramec ed in 3 minuti sorpassa i locali (14-18) prima dei pasticci finali in un quarto griffato Bianchi (14 per lui).Inizio di 2° round a singhiozzo con Bordignon che ne approfitta (27-25 al 13`), prima di un ping-pong noioso interrotto da 2 triple di un Cutolo scentrato (5/20 dal campo per lui) che regalano il + 8 ai biancorossi con Bianchi a quota 18. Riparte la gara ed Arzignano non molla (42-46 ancora Bolcato) prima dello show di DiTrani (15 per lui in questo round) che di fatto aiutano la capolista a rimanere avanti (61-68 al 30`).Ultimo periodo da brividi: Monzardo riavvicina pericolosamente i suoi (67-68 al 33`)2 triple di DiTrani danno ossigeno vitale alla Tramec (67-74 al 36`).Il resto lo fa la difesa ed i punti esclamativi li mette Bianchi(70-80 al 38`)..Arzignano crolla ed i tifosi salutano la capolista.

ARZIGNANO: Zanotti 12 (1/9,2/4), Monzardo 16 (3/5,3/5), Bordignon 14 (2/5,2/6), Bolcato 16 (4/6,2/7), Tuninotto 5 (1/2,1/3), Vencato 4 (2/3,0/3), Camata 6 (3/4 da 2p).N.E.Battilana e Rossetto.Allenatore: Venezia

TRAMEC: Vitali 2 (1/3,0/2), Bianchi 28 (13/18,0/3), DiTrani 25 (3/5,4/7), Carretti 8 (3/5 da 2p), Cutolo 14 (3/10,2/10), Govoni 2 (1/1 da 2p) Omaggi (0/1,0/1), Quarisa 4 (1/7 da 2p), DeMartini 3 (1/4,0/2), Cavazzoli.Allenatore: Albanesi

Arbitri: Gazze` di Lambrugo (Co) e Coffetti di Bergamo

Note: primo tempo 33-40.Parziali: 20-20, 13-20, 28-28, 12-18.Tiri liberi: Arzignano 8/12, Tramec 16/20.Rimbalzi: Arzignano 33 (off 7 Zanotti 8), Tramec 44 (off 17 Quarisa 9).Uscito per 5 falli: Tuninotto.Spettatori 400 circa con 100 giunti da Cento

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here