Serie B. Qui Desio: l’Aurora riapre il Paladesio, è sfida di lusso con la Fortitudo

di La Redazione

Non riesce ad invertire il trend negativo la Rimadesio che domenica nella trasferta di Montichiari ha rimediato la 5^ sconfitta consecutiva, scivolando così al penultimo posto solitario in classifica con soli 2 punti conquistati in 8 giornate. I ragazzi di coach Villa hanno tenuto aggressività ed intensità per 3 quarti, cedendo nel parziale finale. Ma nella giornata in cui difensivamente Desio gioca un prova finalmente all’altezza concedendo solo 65 punti agli avversari, è l’attacco a fare cilecca, troppo improntato sul tiro da fuori con percentuali gelide (6/30 da 3), mettendo a referto soltanto 50 punti. I blu-arancio ora si preparano alla partita dell’anno contro la Fortitudo Bologna che eccezionalmente verrà disputata al Pala Desio domenica alle ore 18.00. Questo darà l’occasione a tutti gli appassionati desiani, ed ai molti tifosi delle F della zona di rivedere una sfida di livello tra due formazioni che a cavallo tra gli anni 80 e 90 si sfidavano abitualmente nei campionati di A1, cosa che al Palazzetto Aldo Moro, con la sua capienza intorno ai 500 posti, non sarebbe potuto accadere.

La Eternedile Bologna è una squadra in salute, che dopo aver perso 2 delle prime 3 uscite stagionali, ha trovato il ritmo giusto vincendo 4 delle ultime 5 partite, piazzandosi così in classifica con 10 punti alle spalle del quartetto (Pordenone, Udine, Orzinuovi e Cento) che comanda il campionato a quota 12. Dopo la delusione della passata stagione il presidente Dante Anconetani  ha fatto le cose in grande per centrare la promozione e riportare le Aquile sui palcoscenici che gli competono. La panchina è stata affidata al guru Claudio Vandoni, tecnico romano di esperienza con una carriera di livello, basti citare i 2 scudetti femminili vinti con il Geas Sesto S.G. di metà anni 70 che gli valsero la chiamata alla guida della nazionale femminile, per non dimenticare poi gli anni da capo allenatore in A1 maschile degli anni 80 tra Roma, Rieti, Livorno, Rimini e Pavia. Per non farsi mancare nulla poi il coach classe ’48 ad inizio anni 2000 ha avuto l’occasione di fare da vice al mitico coach NCAA Larry Brown prima con gli UCLA Bruins e poi con i Kansas Jayhawks. Negli ultimi anni ha girovagato nelle minors italiane, arriva dopo 4 anni ad Alessandria tra la DNC e la DNB. L’asse play-pivot della squadra è fuori categoria. In cabina di regia troviamo Davide Lamma, il classe ‘76 ha giocato con la Fortitudo anche in serie A prima di proseguire la sua carriera tra le altre anche con Siena, Cantù e Milano. Il play, che vanta 26 presenze in nazionale con cui ha conquistato il bronzo europeo in Svezia nel 2003, è arrivato in estate da Mantova e viaggia a 10.3 punti di media. La sua percentuale da 3 è spaventosa (64% di realizzazione) e serve poco più di 3 assist per gara ai compagni. Nelle ultime 5 uscite, a causa di un infortunio, non ha fatto grandi cose ma la forma può tornare da un momento all’altro ed è sicuramente da tenere d’occhio. Sotto canestro altro pezzo da novanta, Andrea Iannilli. Il classe 1984 autentico giramondo tra serie A e Legadue con esperienze a Imola, Sassari, Trieste, Roma, Veroli, Scafati e Teramo realizza quasi 8 punti per partita e cattura 9 rimbalzi, diventando un fattore sopratutto nel pitturato difensivo. Altro giocatore da tenere d’occhio è Gennaro Sorrentino, per lui tanta Legadue tra Imola, Scafati e Barcellona. La guardia classe ’85, l’anno scorso in A2 Silver a Reggio Calabria, tira con il 40% da dietro l’arco, realizzando 7.6 punti di media. Le due bocche da fuoco della Fortitudo sono però Matteo Montano e Giuliano Samoggia che viaggiano entrambi a 14 punti di media in questo inizio stagione. Entrambi sono arrivati in estate rispettivamente dalla A2 Gold di Napoli e dalla DNB di Tortona.

Non sarà facile per Desio tornare al successo, che in caso di sconfitta non potrà fallire la sfida del 29 novembre contro il fanalino di coda Trieste per evitare che il gruppo di squadre a 4 punti possa allontanarsi. Palla a due quindi alle ore 18.00 di domenica al Paladesio, dove i nostalgici potranno per una sera riassaporare il gusto dei tempi della serie A contro la Fortitudo. Arbitreranno l’incontro i signori Zangrando di Carbonera e Soriano di Legnago.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy