Serie B. Qui Desio: superare l’Urania per la prima gioia casalinga

di La Redazione

È una Rimadesio alla disperata ricerca di punti quella che nella serata di sabato sia appresta a ricevere alla palestra Aldo Moro l’Urania Milano. I brianzoli che nell’ultimo turno di campionato hanno rimediato la terza sconfitta consecutiva sul campo della quotata Gagà Milano Orzinuovi, sono in un momento negativo e sfortunato visto che oltre alle sconfitte arrivano infortuni a ripetizione. Infatti domenica coach Villa oltre a schierare i soliti Gallazzi e Masieri non al top (sono in netta ripresa), ha dovuto fare a meno anche di capitan Marinò, presente nei 10 solo per onor di firma, e soprattutto di Meregalli che nella rifinitura di venerdì dopo uno scontro con un compagno ha riportato la frattura dell’ulna e ne avrà per almeno 2 mesi. Per quanto riguarda la preventivabile sconfitta contro Orzinuovi Desio ha mostrato le solite difficoltà difensive, con i giocatori di casa che arrivavano al ferro con troppa facilità realizzando alla fine ben 93 punti. Motta e Politi hanno tenuto a galla l’Aurora nei momenti difficili e coach Villa può essere contento della reazione di carattere che hanno avuto i suoi. Sotto di 16 punti ad inizio 2° quarto la squadra poteva mollare ed andare alla deriva, mentre invece punto su punto ha recuperato, toccando pure il vantaggio sul 50-51 del 25’, prima del break-decisivo di 14-0 dei padroni di casa. “Arriviamo alla partita contro Urania con la giusta determinazione per disputare una grande prestazione davanti al nostro pubblico. Veniamo da 3 sconfitte consecutive e giocheremo senza Meregalli, ma la squadra e lo staff stanno lavorando bene e con intensità” dichiara il Team Manager desiano Federico Zardoni. “Urania è una squadra molto sottovalutata, secondo me può essere la sorpresa di questa stagione. Prima del turno di riposo di settimana scorsa, ha vinto sul difficile campo di Montichiari e vuole mantenere il ruolino di marcia da playoff” prosegue Zardoni, che poi chiude dicendo “Prepariamoci a una battaglia, in cui tutti dovranno portare il proprio mattoncino per poter ottenere il primo successo casalingo stagionale”.

E battaglia dovrà essere, soprattutto perchè dopo aver giocato e perso con 3 squadre fuori portata, Desio ha finalmente l’occasione di giocare con una squadra del proprio livello in un Palazzetto che si prospetta essere ancora una volta sold-out. Attenzione ai milanesi però che le 3 vittorie in campionato le hanno ottenute tutte in trasferta. L’Urania è in un ottimo momento di forma, prima del riposo di domenica scorsa i ragazzi di coach Ghizzinardi hanno ottenuto 2 vittorie lontano da casa prima a Pisogne contro il Basket Alto Sebino e poi a Montichiari, squadra che punta alle zone alte della classifica. I Wildcats basano molto il loro gioco sull’esperto centro di 202 cm Paleari. Il lungo classe ’81, confermato dalla scorsa stagione, ha avuto un inizio di campionato devastante con una doppia doppia di media a partita fatta di 18.6 punti e 13 rimbalzi. Da tenere d’occhio nel reparto esterni troviamo Bazzoli, classe ’83 arrivato in estate da Alessandria e autore di 12 punti di media a gara; e la vecchia conoscenza desiana Torgano che ha trascorso l’intero settore giovanile in maglia blu-arancio. Il classe ’91 ha una media di 11.6 punti a partita e realizza il 67 % dei tiri da 2 tentati. Altro elemento di spicco dei milanesi è il montenegrino Stijepovic, arrivato in estate alla corte di Ghizzinardi dalla LUISS Roma. La guardia classe ’88 gioca praticamente sempre, con i suoi 37 minuti di media in campo è il più utilizzato dei suoi, realizza poco più di 14 punti di media a partita e cattura 8 rimbalzi per gara. Per non farsi mancare nulla poi serve 2 assist di media e subisce 6 falli.

La Rimadesio deve assolutamente portare a casa il referto rosa per trovare un po’ di fiducia e tranquillità in vista delle successive 2 partite contro Montichiari e Fortitudo Bologna che si prospettano molto dure. Palla a due alle ore 21.00 di stasera, nella struttura di via San Pietro. Arbitreranno l’incontro i signori Battisacco di Rivoli e Spinelli di Cantù.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy