Serie B.Qui Palermo:Un’Aquila “ferita” sfida Taranto

0

Palermo – Voglia matta di tornare in campo e rialzarsi da una brutta caduta in casa Aquila Palermo, alla vigilia della sedicesima sfida di campionato contro i pugliesi di Casa Euro Taranto. Sono trascorsi ormai sei giorni dalla bruciante sconfitta di Mola, ma per il gruppo biancorosso si tratta di una ferita ancora aperta, e l’unico modo per cauterizzarla è ritrovare subito slancio con una vittoria interna. Missione non facile: quella appena trascorsa è stata una settimana non certo agevole dal punto di vista della condizione fisica. Coach Marletta insieme al suo assistente Federico Vallesi, che per la seconda gara consecutiva siederà in panchina in virtù della squalifica dell’head coach, non ha potuto mai contare sul gruppo al completo, dovendo fronteggiare stop e rallentamenti nella preparazione alla sfida. Dragna verosimilmente non ci sarà, fermato da un forte stato febbrile che lo ha tenuto fuori per l’intera settimana. Antonelli prenderà invece parte al match, con il risentimento muscolare sofferto nel post Mola ormai quasi del tutto assorbito. Infine, risponderanno presente sia Merletto che Cozzoli, con il primo rallentato anche lui da un leggero stato influenzale e il secondo sempre alle prese con la fascite plantare, con la quale ha ormai imparato a convivere. Grande voglia di riscatto, dunque, ma di Taranto ci si fida poco nell’ambiente biancorosso. Dodici sin qui i punti conquistati dalla squadra di coach Nicola Leale, frutto di 6 vittorie e 9 sconfitte. Tra le formazioni dell’intero girone D che fanno dei rimbalzi la propria caratteristica primaria, i pugliesi possono contare sull’imprevedibilità del loro play Giorgi Sirakov e sul ‘dominio’ nel pitturato di Ludovico De Paoli, con l’aggiunta dei colpi di qualità targati Potì e Giancarli. Taranto-Aquila4Una squadra molto giovane, che all’andata ci ha fatto soffrire e alla quale piace correre e giocare in campo aperto – descrive così i prossimi avversari l’assistant coach dei palermitani Federico Vallesi -. Da parte nostra c’è tanta voglia di fare bene. Sappiamo di non essere la squadra scesa in campo a Mola e vogliamo cancellare la sconfitta di domenica con una grande prestazione. Sono sicuro – conclude coach Vallesi – che nonostante le difficoltà fisiche sofferte in settimana, i ragazzi risponderanno in campo da professionisti quali sono”. “Abbiamo grande fame di rivincita – rincara l’ala biancorossa Michele Giovanatto -.Abbiamo perso due punti per strada e dobbiamo rifarci subito, difendendo quello che per noi deve essere un fortino, ossia il PalaMangano. Per far questo servirà anche il solito apporto del nostro gran pubblico, che per noi è sempre fondamentale e può fare la differenza. La gara di Coppa con Palestrina? La concentrazione del gruppo è tutta per Taranto, da domenica sera poi ci butteremo a capofitto sulla gara di martedì. Ci giocheremo un traguardo storico per la città e vogliamo fare bene anche in quell’occasione”.