Serie B – Raivio gela il Del Mauro: Legnano batte la DelFes a domicilio

0

Dopo la vittoria esterna nel derby di Caserta, la DelFes Avellino esce sconfitta tra le mura amiche del PalaDelMauro, per mano della SAE Scientifica Legnano, con il punteggio finale di 72-73. Gara che, nel corso del primo periodo, la formazione biancoverde aveva dato l’impressione di poter controllare, con un parziale di 29-20; nel prosieguo del match, invece, Avellino è scesa di tono e Legnano ne ha approfittato per riprendere terreno e tornare a contatto prima dell’intervallo. Nella ripresa, la partita si è mantenuta costantemente sui binari dell’equilibrio fino alle battute finali, quando Raivio (19 punti per lui), coadiuvato da un’invenzione di Marino (libero sbagliato intenzionalmente e rimbalzo offensivo), ha griffato la tripla che ha deciso la contesa a 2” dal termine. Per la DelFes non sono bastati Vasl (16 ma con 5 falli), Bortolin (doppia-doppia da 16 punti e 10 rimbalzi) e Nikolic (13); dall’altra parte, da menzionare anche i 17 punti di Gobbato, che ha contribuito ad una vittoria importante per la formazione lombarda.

STARTING FIVE
DelFes: Burini, Caridà, Vasl, Nikolic, Bortolin
SAE: Fragonara, Raivio, Marino, Gobbato, Sacchettini

PRIMO TEMPO – Gobbato apre le danze con una tripla per la formazione ospite, ma dall’altra parte arriva l’immediata reazione della DelFes, che grazie ai punti di Nikolic e Caridà passa subito in vantaggio ed al 3’ è 6-3. La gara è abbastanza godibile, con entrambe le squadre che fanno vedere buone trame offensive: sono Bortolin per Avellino e Sacchettini per Legnano a fissare il punteggio sul 10-10 al 5’. Sale in cattedra Miha Vasl, che risponde alla bomba di Fragonara griffando ben tre conclusioni dall’arco consecutive, portando la squadra di casa sul +6 al 7’ (21-15). Avellino sfrutta alla grande le lacune mostrate in fase difensiva da parte di Legnano, che, sotto i colpi di Verazzo e Nikolic scivola sul -9, divariò con cui si arriva alla prima sirena (29-20). Inizio contratto di secondo quarto per la DelFes, con la Sae che ne approfitta per tornare a -4 al 13’ grazie alla tripla di Sipala (29-25). Si iscrive a referto Burini, ma dall’altra parte ancora Sipala, ben coadiuvato da Raivio, mantiene gli ospiti a contatto: al 15’ il vantaggio della DelFes è di un solo possesso (31-29). Sale di tono il duello sotto le plance tra Bortolin e Sacchettini, con Legnano che riesce a mettere il naso davanti grazie al viaggio in lunetta di Marino, che fissa il punteggio sul 33-34 al 18’; segna ancora Bortolin in layup, ma la formazione lombarda si fa trovare nuovamente pronta e, con i punti di Gobbato e Raivio, conclude la prima metà di gioco in vantaggio sul 36-38, sfruttando un secondo periodo decisamente sottotono per la DelFes.
SECONDO TEMPO – La quarta tripla della serata di Vasl ed il layup di Nikolic riportano davanti Avellino, dall’altra parte Legnano prova a scuotersi con due liberi a segno di Planezio, ma Burini ha idee diverse e sfrutta una palla persa dagli ospiti per riportare a +5 i suoi al 23’ (45-40). Dopo io +7 firmato da Bortolin, la Sae si affida alle triple di Casini e Marino per tornare a contatto ed al 25’ è 47-46. La partita sale di tono a livello fisico, ne risentono lo spettacolo e gli attacchi delle squadre: Verazzo e Gobbato firmano il 52-51 del 28’. Succede poco altro nei restanti secondi prima della terza sirena, quando il punteggio recita 52-53 per i lombardi, concretizzato dal 2/2 ai liberi di Gobbato. L’ultimo quarto di apre con un bel canestro di Giunta, che approfitta di una dormita sotto le plance di Legnano e riporta in vantaggio Avellino, che al 32’ conduce 56-53. La Sae ribatte colpo su colpo e grazie a Planezio e Raivio torna a -1 al 35’, nonostante i punti di Nikolic e Giunta (60-59). Raivio trova un’altra conclusione pesante per Legnano, ma dall’altra parte la mano mortifera di Vasl, insieme ai liberi di Bortolin, consegnano alla DelFes nuovamente il +4 al 37’ (68-64); un altro giro in lunetta di Bortolin mantiene Avellino sul +3, che, però, all’inizio dell’ultimo minuto perde Vasl per raggiunto limite di falli; a poco meno di 20’’ dalla sirena, si accende Marino, che, dopo aver segnato il primo libero del -2, sbaglia intenzionalmente il secondo e strappa il rimbalzo offensivo: l’esterno lombardo scarica subito per un liberissimo Raivio, che dall’angolo non perdona e riporta davanti la Sae. Di fatto, è la giocata che chiude la gara, in quanto, con soli 2” rimasti, l’ultimo tiro in fadeaway di Bortolin finisce sul ferro: gli ospiti possono, dunque, brindare ad un pesante successo esterno con il punteggio di 72-73.

DelFes Avellino – SAE Scientifica Legnano 72-73
Parziali: 29-20; 36-38; 52-53

AVELLINO: Schiavone n.e., Spagnuolo n.e., Venga 2, Caridà 6, Burini 9, Giunta 4, Vasl 16, Verazzo 6, Carenza n.e., Bortolin 16, Nikolic 13, Basco n.e. Coach: Crotti.

LEGNANO: Casini 3, Ghigo 2, Planezio 4, Marino 12, Sipala 5, Sacchettini 8, Fragonara 3, Gobbato 17, Amorelli n.e., Raivio 19. Coach: Piazza.