Serie B. Rimini al tappeto, quinta vittoria consecutiva per la Poderosa

di La Redazione

Non si ferma più la Dino Bigioni Shoes Poderosa Montegranaro. I gialloneri, pur privi di capitan Berdini, passano senza troppi problemi al Flaminio di Rimini contro i Crabs. Partita sempre nelle mani dei ragazzi di coach Steffè, che soffrono il giusto nel primo tempo prima di scappare nella ripresa. Un’altra bella prova corale quella della Poderosa, che manda cinque uomini in doppia cifra guidati dal ventello di Coviello. Ai romagnoli non basta l’ottimo primo tempo dell’ex di turno, Marco Perin, che mette a referto 12 punti (tutti nei 20’ iniziali) conditi da ben 10 assist.
I Crabs erano pure partiti bene, con un 5-0 servito ai veregrensi per svegliarsi dopo un avvio soft. Sono Gatti e Coviello a suonare la carica ma Rimini c’è e alla fine del primo quarto la Poderosa è avanti solo di 3 (17-20). L’allungo che segna il match arriva nel secondo periodo. I gialloneri, con la verve di Magrini e Ciribeni, piazzano un parziale di 2-12 spingendosi fino al +13 (19-32 al 14’). Rimini non molla, i canestri di Hadzic e Tassinari la tengono vicina prima dell’intervallo (38-44), ma nella ripresa la Dino Bigioni Shoes scappa. Ciribeni e Coviello mettono le marce alte e per i Crabs è notte fonda. I gialloneri sfondano più volte il +20, toccando il massimo vantaggio sul +22 (62-84 a 4’ dalla sirena) e chiudono in scioltezza sul 70-88.
Quinto successo su cinque partite per la Poderosa, che resta in vetta alla classifica del girone C appaiata alla Citysightseeing Palestrina. Prossimo impegno domenica prossima alle 18 al palas di via Martiri d’Ungheria contro la Luiss Roma.
Queste le parole di coach Steffè al termine dell’incontro: “E’ stata una partita tosta perché Rimini, nonostante la giovane età, ci ha messo tanta energia e voglia di vincere, non regalandoci nulla. È stata una partita che abbiamo preso di petto, facendo a gara a chi correva di più con loro nei primi due quarti. Poi nel terzo e quarto periodo siamo stati bravi a ragionare e a leggere le situazioni che ci hanno concesso”.

RIMINI CRABS – DINO BIGIONI SHOES MONTEGRANARO 70-88
CRABS: Perin 12, Tassinari 12, Chiera 7, Cercolani 2, Biordi 3, Perez 7, Aglio 2, Marengo 6, Crotta 7, Hadzic 11. All.: Galli.
DINO BIGIONI SHOES: Micevic 8, Ciribeni 13, Gatti 11, Coviello 20, Cantarini ne, Ortenzi ne, Temperini 13, Magrini 15, Andreani 4, Ravazzani 4.
PARZIALI: 17-20, 21-24, 13-25, 19-19.

QUI RIMINI (di Daniele Bacchi)

Ancora una batosta casalinga, meritata, sotto certi aspetti, riconoscendo la indubbia superiorità tecnica e fisica degli avversari, ai quali va dato credito di quanto prodotto fin’ora, ma c’è più di un “ma” da precisare. I Crabs hanno affrontato la partita carichi al punto giusto, tanto da partire con un 5-0, subire un 0-10 e, dopo un minuto di sospensione, piazzare un bel 7-0 che ci ha fatto sperare, per diversi minuti. Poiché la capacità tecnica si perde, in presenza di inesperienza, poi, non è finita come il pubblico riminese sperava. Oggettivamente se si tira con 44% da 2 ed il 24% da 3 con un DRAMMATICO 47% ai liberi si capisce che c’è ancora molta strada da correre, specialmente se si perde anche il confronto nei rimbalzi per 27 a 37. C’è anche il solito saldo 16/7 delle perse/recuperate, ma quest’ultimo dato sarebbe relativamente importante se tre di queste, consecutive (inizio secondo quarto), non avessero dato il via alla prima “fuga” in avanti della Poderosa, che è costata sette camice per ricucirla, oltre a togliere ai bianco-rossi le forze per reagire alla successiva mazzata.

A metà gara partita in equilibrio sul 38 a 44 con una bella rimonta di carattere ed intensità fino al -4 con un eccellente prestazione di Marengo sotto le plance e la collaborazione di tutti. Poi finisce di schianto, per quasi 3 minuti non si segna e ci si trova lontani un anno luce, quando mancano ancora almeno 15 minuti alla fine.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy