Serie B – Rimini fa suo il derby, superata Imola

0
Andrea Costa Imola-RivieraBanca Basket Rimini 71-88
 Serie B OldWildWest

Ottava giornata girone C

Andrea Costa Imola-RivieraBanca Basket Rimini 71-88 (parziali 19-15, 35-35, 56-60)

TABELLINO IMOLA: Cusenza 13 (3/3, 2/5), Carnovali 13 (1/3, 3/10), Trentin 12 (3/6, 1/1), Calabrese 8 (4/5), Trapani 8 (2/3, 1/2), Fazzi 8 (3/5, 0/2), Wiltshire 5 (2/3, 0/2), Vigori 4 (2/6, 0/1), Corcelli (0/2, 0/2), Guidi, Fussi NE. All. Grandi, Zappi, Dirella. All. Grandi, Zappi, Dirella.

TABELLINO RIMINI: Masciadri 18 (8/10, 0/5), Tassinari 17 (5/7, 2/6), Bedetti 13 (4/5, 1/4), Saccaggi 10 (5/5, 0/4), Rivali 9 (1/4, 2/4), Arrigoni 8 (3/8), Scarponi 6 (2/3 da tre), Rinaldi 5 (1/4, 1/1), Mladenov 2 (1/1), Fabiani, Rossi, Amati. All. Ferrari, Brugè, Middleton. All. Ferrari, Brugè, Middleton. 
RivieraBanca Basket Rimini vince il derby!!! Super vittoria per i nostri biancorossi che sbancano il PalaRuggi di Imola nel derby dell’ottava giornata con una prestazione maiuscola, superando gli avversari, ad onor del vero con un Trapani non in ottime condizioni, per ritmo ed intensità soprattutto nella seconda metà di gara e conquistano due punti importantissimi per la classifica che ora ci vede al sesto posto a pari punti (10) con Senigallia. Un enorme grazie va ai nostri tifosi che, in una splendida cornice di pubblico generale, hanno cantato e tifato per 40′ contribuendo a spingere i ragazzi verso la vittoria!
 
Inizio di grande equilibrio con entrambe le squadre che imprimono subito un ritmo alto alla partita: Rimini manda a segno tutto il suo quintetto base mentre i padroni di casa si affidano a Cusenza e Trapani(11-10 al 7′), poi Imola trova un mini allungo sul finire di primo quarto grazie ai canestri di Trentin e Cusenza (19-15). Nel secondo quarto è RivieraBanca a partire forte con un parziale di 9-0, l’Andrea Costaaccorcia con Vigori e Carnovali ma i biancorossi ri-allungano con Masciadri (23-28 al 15′); i padroni di casa reagiscono e costringono Ferrari al timeout dopo la tripla di Trapani ed il canestro di Calabrese(28-28 al 17′). Tre volte Masciadri riportano avanti RiminiCarnovaliperò non ci sta e risponde a tono prima dei liberi di Trentin e Rivali che chiudono il primo tempo in parità (35-35). Al rientro dagli spogliatoi la partita sale ulteriormente di colpi: Imola punisce da tre punti a ripetizione con CarnovaliCusenza e Trentin, ma i biancorossi replicano con Saccaggi ed il solito Masciadri che firmano il pareggio prima della bomba del vantaggio di capitan Rinaldi (47-50 al 25′); Imola risale la china con Calabrese, ma le triple di Bedetti e Scarponi lanciano RivieraBanca verso il vantaggio di fine terzo quarto (56-60). L’Andrea Costa si porta sul -1 con la tripla di Carnovali in apertura di ultimo quarto, ma Rimini non si fa sorprendere e replica con un parziale di 9-0per la doppia cifra di vantaggio (61-71 al 35′). I biancorossi travolgono di energia gli avversari: Tassinari segna 5 punti in fila costringendo Grandi al timeout (63-77 al 37′), mentre il fade away di Masciadri ed il canestro con fallo di Bedetti fanno +16 Rimini (65-81 al 38′) che mette definitivamente in ghiaccio il risultato finale.
La dichiarazione di Coach Mattia Ferrari: “Abbiamo vinto un derby in una partita fuori casa sul campo di una squadra che finora aveva stupito, giocando una partita magari non brillantissima ma sicuramente solida soprattutto nei momenti che contavano. C’erano dei momenti, anche nel terzo quarto, in cui allungavamo di 4/5 punti ma Imola ogni volta trovava un canestro da tre punti od una conclusione, a dimostrare il valore della nostra vittoria che è stata bella e sofferta.” Negli ultimi 10′ Rimini ha aggiunto un plus di energia. “Noi rispetto ad Imola siamo una squadra più lunga, a dire il vero Trapani non era in perfette condizioni fisiche e si vedeva quindi bisogna essere onesti: è stata una grande vittoria sul campo di una squadra in salute, ma noi siamo una squadra più lunga e con un roster più qualitativo rispetto ad Imola. Abbiamo fatto pesare questa cosa fino in fondo soprattutto alla fine: quando le energie degli altri venivano meno noi siamo riusciti, allargando le rotazioni, ad esempio con un utilissimo Luca Fabiani, ad avere un impatto veramente importante ed a portare a casa la partita.” Il pubblico riminese ha risposto presente alla chiamata del derby in grande massa ed ha sostenuto la squadra per tutti i 40′. “Lo diciamo ogni volta ma è giusto così: il nostro pubblico è realmente qualcosa in più. I tifosi sono venuti in tanti, ci hanno sostenuto nel momento di difficoltà e li abbiamo sentiti, alla fine eravamo felici di gioire insieme a loro.” La dichiarazione di Francesco Bedetti: “E’ stato un bello spettacolo a livello sportivo, faccio i complimenti al pubblico di Imola ed ai nostri tifosi in primis che sono venuti in trasferta di domenica pomeriggio e questo è sempre un belvedere per la serie B. Abbiamo fatto una partita bella a livello d’intensità, il fatto che noi fossimo un po’ più lunghi ci ha giovato alla fine: loro hanno avuto qualche problema fisico ma noi abbiamo tenuto un bel ritmo per tutta la partita. Loro sono leggermente calati, a noi magari è entrato qualche canestro da fuori che prima avevamo sbagliato: questo ci ha dato ulteriore fiducia, ma penso che la differenza sia stata l’intensità difensiva perchè non abbiamo mai mollato per 40′ e questo ha pagato.” Questa sera per la prima volta tutto il roster ufficiale era a referto. Quanto fa la differenza sulla squadra rispetto all’inizio del campionato? “Mladenov è rientrato questa settimana e nonostante abbia avuto qualche problema di falli ha fatto tutto quello che poteva perchè s’è allenato fondamentalmente negli ultimi due giorni, speriamo che ritorni a pieno regime dalla prossima settimana. Tassinari per noi vuol dire molto e lo avevamo già visto la scorsa settimana: allunga le rotazioni, ci permette di avere più intensità in difesa e di correre di più in attacco, questo è tutto di guadagnato.” La coppia di play Rivali-Tassinari cosa può portare in più alla squadra sul campo? “Tassinari fa canestro e può giocare benissimo anche da ‘2‘ perchè può usare gli schemi di Saccaggi anche per lui: quando in quintetto ci sono due come loro che sanno inventare e creare per gli altri è tutto più facile. Tassinari magari ha una vena più offensiva mentre Rivali ha più verve nell’assist per cercare la conclusione, sicuramente è un bel guadagno per noi.”
 

ufficio stampa rinascita basket rimini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here