Serie B – Rucker Sanve domina l’ultimo quarto e batte Vicenza

Vedovato e compagni vincono il derby.

di La Redazione

Rucker Sanve – Tramarossa Vicenza 91-67 (21-18, 44-46, 67-57)

San Vendemiano: Tassinari 11 (4/6, 1/2), Vedovato 20 (9/12), Rossetto 14 (5/11, 3/8), Gatto 12 (5/12, 2/5), Verri 4 (2/7, 0/4); Durante 5 (2/9, 0/6), Nicoli 4 (2/5, 0/1), Bettiol, Visentin 21 (6/8, 4/5), Ballaben, Sulina; Malbasa NE. All. Mian

Vicenza: Bastone 13 (5/9, 1/2), Corral 15 (5/9, 1/4), Petracca 9 (4/9, 1/5), Hidalgo 14 (6/11, 1/1), Chiti 6 (2/7, 1/4); Demarchi (0/1 da tre), Piccoli 4 (1/6, 0/2), Cernivani 6 (1/4); Owens, Sequani, Visentin e Contrino Ne. All. Ciocca

Note. San Vendemiano: 35/70 al tiro, 10/31 da tre, 11/16 ai liberi. Rimbalzi 44 (Gatto 12): 32 dif. + 12 off. Assist 22 (Tassinari 7), palle rubate 8 (tre giocatori 2), stoppate 2 (Vedovato e Gatto), palle perse 15 (Verri 6). Falli 25. Vicenza: 24/56 al tiro, 5/19 da tre, 14/25 ai liberi. Rimbalzi 31 (Corral 8): 25 dif. + 6 off. Assist 13 (Hidalgo 5), palle rubate 5 (due giocatori 2), stoppate 3 (Petracca 2), palle perse 19 (Demarchi 3). Falli 22

 

La Tramarossa perde a San Vendemiano contro la Rucker con un pesante 91-67. I biancorossi giocano un ottimo primo tempo, tenendo testa ai più quotati avversari, ma nei primi minuti del secondo tempo subiscono il forcing della formazione trevigiana, che mostra tutta la sua caratura e scappa decisamente nel punteggio, chiudendo la partita a +24. A Vicenza non bastano tre giocatori in doppia cifra (Corral, Hidalgo e Bastone): nella ripresa i biancorossi sono troppo imprecisi in attacco e non riescono a contenere in difesa gli avversari, subendo così la sconfitta più pesante della stagione.

 

Sanve senza Siberna e Malbasa, ma la dirigenza bianconera ha prontamente rimpiazzato i due infortuni con l’ingaggio di Verri. Che la partita sia sentita da entrambe le squadre si capisce subito: Vedovato e Gatto fanno subito 4-0 per i padroni di casa, mentre Vicenza si sblocca con Hidalgo in penetrazione. Tassinari segna il 6-2 ma subito dopo aver trovato il fondo della retina si accascia a terra per un problema alla caviglia. La Rucker sbanda un po’ dopo l’infortunio del play e la Tramarossa ne approfitta: pur sacrificando Corral, che esce per problemi di falla, i ragazzi di Ciocca beneficiano di un Petracca che mette grandissima intensità nella partita. Il leccese prima cancella Vedovato nel pitturato, quindi infila la tripla del 6-9 per il primo vantaggio berico. Anche Piccoli ci mette il suo, permettendo l’allungo a +5 e stoppando Nicoli in penetrazione. La Rucker però non ci sta e resta a contatto con la tripla di Visentin e impatta con un canestro di Vedovato, trovato sotto canestro dal rientrante Tassinari. I trevigiani sorpassano di nuovo quando Rossetto trova il bersaglio grosso dalla distanza, ma Hidalgo pareggia immediatamente con un lob in penetrazione. Il capitano bianconero infila anche la tripla del +3 (21-18) che sigilla una prima frazione intensa e combattuta.

 

Il secondo quarto inizia con una magata di Petracca, che ruba palla a centrocampo e s’invola per realizzare l’immediato -1. La Rucker però continua a beneficiare di ottime prestazioni di Rossetto e Visentin, che allungano fino a +5. Vicenza si appanna un pochino e quando Verri segna il +7 Ciocca chiama timeout. I biancorossi tornano a -5 quando Hidalgo dall’angolo mette a posto i piedi e segna da tre. Il dominicano è il leader della rincorsa biancorossa, confezionando il -3 e invitando poi Bastone alla penetrazione. La Rucker si innervosisce: Verri, che già si era reso protagonista di un paio di scorrettezze, si fa comminare un inutile tecnico in attacco. Dall’altra parte invece Corral di forza si va a conquistare il sorpasso sovrastando Gatto. I trevigiani si aggrappano a Visentin, che dall’angolo contro-sorpassa. Le due squadre lottano punto a punto, ma l’uomo in più in questa fase è Bastone, che prima mostra tutta la sua abilità nel pitturato con entrate di potenza che mettono in crisi i lunghi di casa, quindi segna l’ultimo canestro del primo tempo, quando viene trovato nell’angolo da Hidalgo e che infila la tripla del 44-46 su cui si chiude la prima metà della partita.

 

L’inizio di secondo tempo però vede una tremenda prestazione da parte dei padroni di casa, che nei primi cinque minuti del tempo tengono a secco l’attacco della Tramarossa. Con un Tassinari ispirato, la Rucker infila un parziale di 14-0 che spinge Vicenzaa 12 lunghezze di distacco (58-46). La carica prova a suonarla Corral, che interrompe il digiuno segnando la tripla del -9. Sanve però ora è gasata e pigia sull’acceleratore: Nicoli in contropiede ritocca a 13 il massimo vantaggio della squadra di casa. La Rucker pecca però di vanità, con Gatto che si mangia quattro punti facilissimi, e viene subito punita: da Vicenza, che reagisce da capolista con un parziale di 7-0 che riapre la partita, e dagli arbitri, che comminano ai bianconeri il secondo tecnico della partita per le continue proteste di coach Mian. A togliere dalle peste i padroni di casa però è ancora Tassinari, che trova la tripla del +10 che sigilla il terzo quarto.

 

Bastone subito in fade away prova a suonare la carica, ma la Rucker risponde con un 7-0 di parziale che aggiorna il massimo distacco a 15 lunghezze. Vicenza ora subisce l’entusiasmo della squadra di casa, che cavalca la grande giornata dell’under Visentin e fugge fino a +20. La Tramarossa cerca di reagire con orgoglio nel finale, ma non riesce a trovare la lucidità necessaria a riaprire la partita e alla fine chiude a 24 lunghezze di distacco la sfida del PalaSaccon.

 

Una brutta partita quella di oggi dei biancorossi, per i quali l’imperativo deve essere quello di mettersi alle spalle al più presto questo ko e concentrarsi sulla difficile trasferta di domenica prossima sul parquet di Senigallia, dove la Tramarossa troverà una squadra in salute e che sta risalendo la classifica.

 

 

Uff stampa Tramarossa Vicenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy