Serie B – Ruvo domina la scena e sbanca Taranto

0

CJ BASKET TARANTO – TECNOSWITCH RUVO DI PUGLIA 76-98

CJ Basket Taranto: Alberto Conti 20 (5/10, 1/5), Riziero Ponziani 19 (9/14, 0/0), Manuel Diomede 13 (4/6, 1/3), Gianmarco Conte 10 (1/6, 2/5), Biagio Sergio 5 (2/3, 0/3), Giovanni Gambarota 5 (1/2, 1/1), Hugo Erkmaa 4 (1/5, 0/1), Luca Cianci 0 (0/0, 0/0), Andrea francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Porcelluzzi 0 (0/0, 0/0), Ricards Klanskis 0 (0/0, 0/0), Matteo Carone 0 (0/0, 0/0). All. Olive.
Tecnoswitch Ruvo di Puglia: Mattia Mastroianni 17 (0/0, 5/9), Daniele Merletto 16 (1/1, 3/8), Nikola Markovic 15 (3/7, 2/10), Kurt Cassar 13 (1/1, 3/4), Gianni Cantagalli 11 (1/2, 3/5), Leonardo Ciribeni 10 (1/3, 2/4), Thomas Monina 10 (5/6, 0/0), Shaquille Hidalgo 6 (3/5, 0/0), Gian marco Sbaragli 0 (0/0, 0/0), Alessandro Eremita 0 (0/0, 0/0), Riccardo Bartolozzi 0 (0/0, 0/0). All. Ponticiello.
Arbitri: Mauro Davide Barbieri e Federico Berger di Roma. Parziali: 16-32, 20-29, 17-15, 23-22. STAT Taranto – Tiri liberi: 15 / 20 – Rimbalzi: 38 14 + 24 (Riziero Ponziani 16) – Assist: 12 (Biagio Sergio 4); STAT Ruvo – Tiri liberi: 14 / 16 – Rimbalzi: 27 7 + 20 (Leonardo Ciribeni 7) – Assist: 20 (Shaquille Hidalgo 7).

Dodici triple nel primo tempo su 22 tentativi, saranno 18 in totale a fine partita. Si spiega anche e soprattutto con questi numeri la sconfitta patita dal CJ Basket Taranto per 98-76 contro la TecnoSwitch Ruvo di Puglia nello scontro diretto con la seconda in classifica della 21sima giornata del campionato di serie B Old Wild West 2021/22, girone D, della Lega Nazionale Pallacanestro.
Una partita finita ancor prima di cominciare: dopo pochi minuti su risultato di equilibrio, 6-8, viene fischiato il 3° fallo ad Erkmaa che deve per forza di cose accomodarsi in panchina, di lì a breve Ruvo comincia a colpire con precisione chirurgica dall’arco del tiro da tre: la prima, la seconda, la terza volta, saranno 12 nei primi due quarti chiuso sul 36-61. Inutili le doppie cifre collezionate da Conti (20 punti), Ponziani (19), Diomede (13) e Conte (10). Dall’altra parte ben 7 giocatori in doppia cifra.

Coach Olive conferma, come a Monopoli, Conte in quintetto con Erkmaa, Ponziani, Conti e Sergio. Coach Ponticiello risponde con Markovic, Merletto, Ciribeni, Mastroianni e Kassar. Ruvo comincia bene con un 4-0. Taranto impatta con Conte e Ponziani. Il primo sliding doors della partita è dietro l’angolo, sul 6-8 in pieno equilibrio Erkmaa commette il 3° fallo in pochi minuti. Il play estone deve lasciare il parquet a Diomede. Di lì a breve il secondo momento decisivo con Kassar che infila la prima di una lunghissima, infinita, serie di triple da parte di Ruvo. Markovic lo imita ed in un attimo è 16-6. Taranto ha bisogno di sbloccarsi, ci riesce con una penetrazione di Conti che non trova il canestro ma il fallo e due liberi che danno ossigeno ai rossoblu. Che infatti rientrano in partita con la tripla di Conte, 11-16. Immediata però si arricchisce la collezione di triple di Ruvo con Ciribeni, Mastroianni e Canatagalli per il 27-14. Il canestro di Ponziani su assist di Diomede è solo un intercalare prima di un’altra tripla, la sesta del primo quarto, di Mastroianni per Ruvo che doppia Taranto 32-16.

Il CJ rivede gli spettri della gara di andata quando Mastroianni continua a vestire i panni di Stephen Curry, altre due triple a referto, per il 38-16. Taranto prova a reagire, con i soliti Diomede e Ponziani a cui si uniscono anche Conti e una tripla di Gambarota per il -18 che riaccende le speranze di rimonta. Subito rispedite al mittente da Kassar, ovviamente con due triple, per giunta di fila. Ne mancano ancora due alla dozzina fatale del primo tempo ruvese, le mettono a segno Cantagalli e Merletto per il 36-61 con cui si chiude il secondo quarto e che sa già di prematura sentenza sulla partita. Di Conti il primo canestro al rientro dagli spogliatoi, con fallo subito e libero supplementare che riaccende il Palafiom ma Ruvo continua di inezia a segnare da lontano, idem farà Merletto poco dopo per il massimo vantaggio, +28. Ruvo sporca le proprie percentuali, Taranto va a segno con Conti da tre, un’altra azione da canestro, più fallo più libero di Sergio ma recupera poco, 5 punti, sul 53-76 per poter pensare al miracolo nell’ultimo quarto. Che sarà utile solo per le statistiche, anche se Taranto si impegna fino alla fine per rispetto del pubblico. Conti, Ponziani e Diomede vanno a segno a rotazione, cercando di ridurre il gap ma la Talos ha ancora qualche tripla da giocarsi, prima Ciribeni e poi Merletto ricacciano dietro il CJ che ora sì cede le armi e vede tornare ad aumentare il divario nel finale fino al +27 sancito ovviamente dall’ennesima tripla, di Markovic. Unica magra consolazione per i rossoblu aver dato spazio nel finale ai due giovani Cianci e Liace. Alla fine il punteggio recita 76-98 ma non c’è tempo per recriminare, il calendario offre una pronta occasione di riscatto, sabato prossimo, in anticipo, alle ore 19, nuovamente al Palafiom, arriva la Forio Basket.

Uff.Stampa CJ Taranto