Serie B – San Miniato sugli scudi, piegata anche Firenze

Serie B – San Miniato sugli scudi, piegata anche Firenze

Ancora una prestazione straordinaria della Blukart.

di La Redazione

Blukart Etrusca San Miniato – Pino Dragons Firenze 68 – 67
Blukart: Carpanzano 17, Enihe 8, Neri 9, Benites 3, Moretti 9, Regoli ne, Morciano 7, Daini Palesi ne, Caversazio 5, Capozio, Quartuccio 1, Tozzi 9. All. Barsotti Ass. Miniati, Carlotti e Latini
Firenze: Milojevic 8, Marotta, Bargnesi, Filippi 17, Berti 11, Cuccarolo 6, Passoni 11, Avellini ne, Poltroneri 14, Tintori, Forzieri ne. All. Niccolai Ass. Del Re e Pilli
Parziali: 22 – 13, 32 – 38, 51 – 50, 68 – 67
Arbitri: Fabrizio Suriano e Stefano De Bernardi di Torino

Ancora una prestazione straordinaria della Blukart, che coglie l’ottava vittoria consecutiva, rimanendo ancora in corsa per il sogno Coppa Italia e mantenendo la vetta della classifica insieme a Omegna. Gara di alta intensità fin dalla palla a due, con le due squadre che giocano punto su punto, in una prima parte molto equilibrata: l’Etrusca trova il primo break grazie all’apporto dei giocatori della panchina, con Neri e Morciano che portano i ragazzi di coach Barsotti sul 22 a 13 alla fine della prima frazione di gioco. Benites e compagni toccano anche i 14 punti di vantaggio all’inizio del secondo quarto, ma gli ospiti riescono a invertire la rotta della gara con una difesa a zona che spezza il ritmo dei ragazzi della Rocca. Berti e Filippi, top scorer dei suoi con 17 punti, riescono a piazzare un terrificante 25 a 5 nella seconda parte del secondo quarto, che regala a Firenze un vantaggio di 6 punti all’intervallo lungo. La seconda parte di gara è giocata possesso su possesso, con l’Etrusca che riesce a riavvicinarsi grazie alla grande prova offensiva di Carpanzano, 17 punti per lui, tutti nella seconda parte di gara. Firenze segna con il contagocce e si affida al solito Filippi, ma alla fine del terzo quarto è la Blukart a portarsi avanti di 1 punto, sul 51 a 50. L’ultimo quarto non è per i deboli di cuore: i ragazzi di coach Barsotti provano una minifuga con i canestri di Tozzi, Carpanzano e Moretti, ma Firenze riesce ad impattare con le grandi giocate di Berti, Poltroneri e Passoni. Sul 64 pari a un minuto dalla fine è ancora Passoni a trovare un canestro da tre impossibile, ma nel finale di gara prima i due tiri liberi di Neri e poi il canestro in contropiede di Enihe, a 8 secondi dal termine, regalano una straordinaria vittoria a San Miniato, di fronte ad un Fontevivo in estasi per la prestazione dei propri beniamini. “Una gara bellissima, non solo per il risultato finale, ma per l’intensità messa in campo dalle due squadre, una intensità da gara playoff, con quaranta minuti di lotta e con un arbitraggio veramente eccellente” le prime parole di coach Federico Barsotti a fine gara “I ragazzi sono stati straordinari perché hanno saputo mettere atteggiamento e identità, le nostre armi migliori, contro la tecnica e l’esperienza superiore dei nostri avversari. È vero che gli episodi nel finale di gara ci hanno premiato, ma questo premio è il risultato di un gran lavoro del collettivo, con tanti ragazzi che non appaiono nelle cifre della gara, ma che hanno svolto un lavoro impressionante, come i nostri giovani Benites, Capozio e Neri. Altri ragazzi hanno saputo migliorarsi durante il match, invertendo una prestazione insufficiente della prima parte di gara, una cosa non comune in una singola partita. Stiamo vivendo un momento magico: con una vittoria domenica a Palermo possiamo centrare un piazzamento in Coppa Italia, qualcosa di nemmeno immaginabile a inizio stagione. Cercheremo con tutte le nostre forze di realizzare questo sogno, che sarebbe il giusto premio per il lavoro svolto in questi anni da questa società, che ha saputo lavorare con oculatezza, intelligenza e condivisione.”.

FONTE: Uff. Stampa Etrusca Basket San Miniato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy