Serie B – Sant’Antimo all’ultimo respiro, Gallo e Quarisa ribaltano Desio

0

Ancora una rimonta, ancora una vittoria al fotofinish (69-68) per la Geko che rincorre Desio per oltre 39 minuti prima di fissare il sorpasso decisivo con Gallo a 9” dalla fine. E’ un successo prezioso per i santantimesi, che grazie alla concomitante sconfitta di Cassino blindano la salvezza matematica con buon anticipo sulla fine del campionato, e ora possono provare a giocarsi un posto playoff.
 
LA PARTITA – Coach Gandini deve fare ancora a meno di Colussa e si gioca subito la carta Quarisa, in dubbio fino a poche ore prima dell’incontro. Con lui in quintetto Gallo, Dri, Stentardo e Kamperidis. Sul fronte Aurora Gallazzi va con il suo starting five classico con Fumagalli e Caglio a dividersi gli oneri di regia, Sodero in ala piccola la coppia Mazzoleni-Maspero sotto canestro. Sono proprio di Quarisa, dalla lunetta, i primi punti santantimesi del match, ma Desio parte decisamente meglio e con le triple di Caglio e Sodero scappa a +7 (2-9) dopo appena 3’. La reazione della Geko è lenta, la sua manovra farraginosa, e così il margine dei lombardi continua a crescere fino al 3-16 del 5’. Gandini prova a mescolare un po’ le carte ma la musica non cambia, la Geko non segna mai (chiuderà il parziale con 2/13 dal campo) e al 10’ il risultato è 9-20.  
Un gioco da 3 punti di Mennella apre il secondo quarto, poi segna anche il capitano e quindi è Stentardo, al 14’, ad accendere il PalaPuca con la tripla del 17-22 che costringe Desio al time out. Sodero prova a scuotere i suoi, ma Sant’Antimo ora c’è, e con Kamperidis al 15’ si riporta ad un possesso (22-25) riaprendo di fatto la contesa. Per ripristinare la parità bisogna aspettare il 18’, la fissa Mennella a quota 32 e sembra tutto apparecchiato per il primo sorpasso dei locali. E invece i verdeblù di casa pasticciano in tre attacchi consecutivi regalando agli ospiti un 8-0 che li riporta in controllo sul 32-40 dell’intervallo lungo.
Tocca ricominciare tutto daccapo, ma la Geko apre la ripresa con 3 appoggi sbagliati sotto misura  
e al 25’ è di nuovo a -10 (42-52), colpita ai fianchi da Mazzoleni e Maspero. Time out inevitabile, Sant’Antimo ne esce con una tripla di Stentardo ed un recupero di Cantone che si trasforma poi nel 47-52 firmato Kamperidis, ma dura pochissimo, Fumagalli e Sodero rilanciano l’Aurora che al 28’ è di nuovo a +11 in pieno controllo (47-58). Al 30’ sono ancora 10 i punti di vantaggio degli ospiti,  diventano 13 (49-62) dopo 2’ rendendo ancor più irta la salita da scalare per i campani. Che provano ad affrontarla quando si entra negli ultimi 5’ (56-64) ma che sbagliano poi due attacchi importanti sul -7.
A 2:24 Gallo infila dall’angolo il canestrone del 62-68, ed è sempre lui a riportare la Geko a –  4 esattamente un minuto dopo. Il PalaPuca è una bolgia, Sodero sbaglia la risposta dall’arco e a 50” Mennella ha i liberi del -2. Segna solo il secondo, ed è 65-68, sul capovolgimento di fronte in lunetta ci finisce Giarelli e li sbaglia entrambi, quindi tocca a Gallo, che con 23” da giocare fa 2/2 per il 67-68. E’ battaglia di nervi, a 17” i liberi sono per Fumagalli ed anche lui li sbaglia tutti e due lasciando l’ultimo assalto alla Geko. Gallo è in fiducia, va dentro e segna firmando il primo vantaggio (69-68) della serata per i padroni di casa, ed è quello giusto perché l’ultimo tiro dell’Aurora, di Fumagalli, viene stoppato da un gigantesco Quarisa.  Per Sant’Antimo è una vittoria incredibile, che vale la salvezza matematica e tiene Cantone e compagni ancora in corsa per un posto playoff.
 
Il dopogara di coach Gandini – “Ad inizio anno queste partite le perdevamo, dovevamo essere belli per vincere, oggi riusciamo a portarle a casa anche nelle difficoltà e per questo devo ringraziare i ragazzi. Con questi due punti ci prendiamo la salvezza matematica con 4 partite ancora da giocare, era il nostro primo obiettivo e siamo contenti di averlo centrato. Ora dobbiamo liberare la testa e provare a prenderci un posto playoff anche perché sentiamo di meritarcelo”.
 
GEKO SANT’ANTIMO 69
AURORA DESIO 68
 (9-20, 32-40; 49-59)
GEKO: Gallo 15, Dri 3, Stentardo 8, Kamperidis 9, Quarisa 9; Cantone 9, Mennella 16, Peluso, Digno, Ius. N.e.: Di Camillo, D’Apice. All.: Gandini.
DESIO: Fumagalli 15, Caglio 6, Sodero 17, Mazzoleni 5, Maspero 6; Tornari 1, Baldini 6, Valsecchi, Klanskis 2, Giarelli 10. N.e.: Elli. All.: Gallazzi.
ARBITRI: Marino Caldarola di Ruvo di Puglia (BA) e Cosimo Grieco di Matera.
NOTE – Tiri liberi: Geko 26/37, Desio 17/27. Uscito per falli Giarelli e Bandini. Spettatori 350 circa.

UFF.STAMPA GEKO SANT’ANTIMO