Serie B – Sant’Antimo c’è, vittoria al cardiopalmo con Cassino

Serie B – Sant’Antimo c’è, vittoria al cardiopalmo con Cassino

a Geko sul parquet amico conquista così la sua sesta vittoria interna consecutiva (75-70) riprendendo immediatamente la sua fantastica corsa da matricola terribile.

di La Redazione

La legge del PalaPuca vige anche su una coriacea Virtus Cassino. La Geko sul parquet amico conquista così la sua sesta vittoria interna consecutiva (75-70) riprendendo immediatamente la sua fantastica corsa da matricola terribile. Sono 16 ora i punti della neopromossa campana in classifica, quando mancano ancora 2 partite alla fine del girone d’andata.

Coach Patrizio inserisce Zollo con Provenzani, Carnovali, Sergio e Matrone, Fantozzi schiera Manzo, Svoboda, Rovere, Callara e Cecchetti. Si parte con 4 canestri per i primi 4 tiri del match per il 5-5 del 2’ minuto, poi l’attacco Geko si inceppa e Svoboda porta Cassino sul 5-10, che diventa 7-13 al 4’ grazie ad un gioco da 3 punti di Callara. Entrano in successione Gambarota, Luongo e Izzo, poi successivamente Smorra e Milosevic per una Sant’Antimo che al 9’ ha già schierato 10 uomini, e che almeno in difesa comincia a trovare i suoi equilibri. In attacco invece si fa ancora troppa fatica e al primo break sono appena 14 i punti realizzati dai padroni di casa contro i 19 dei laziali.
Si riparte con un 4-0 in 40” della Geko che fa ben sperare, ma Cassino risponde al fuoco con 2 triple del neo-entrato Puccioni e al 13’ è a +8 (19-27). Time out inevitabile per Patrizio, quando si riprende Matrone mette subito una schiacciata e poi Gambarota una tripla fondamentale (24-27) e i locali tornano in scia. Per la parità però tocca aspettare il 16’ quando è ancora la guardia pugliese ad infilare dall’arco il canestro del 31-31. Si sbloccano anche Carnovali e Provenzani mentre la Virtus si carica di falli e al 20’ la Geko è avanti 38-37 mentre il totem ciociaro Cecchetti ha 4 falli personali.
E’ ancora Carnovali a battezzare il 3’quarto con un canestro in penetrazione, ma tra tanti errori l’equilibrio non si spezza e al 27’ Cassino ripassa e scappa con Fioravanti e il solito Callara (43-49). Provenzani recupera un pallone fondamentale e lo trasforma in un provvidenziale gioco da 3 punti, quindi è Izzo a salire in cattedra con due triple fondamentali, quella del -5 prima, e quella del controsorpasso a 2” dalla terza sirena (54-53), un vantaggio vanificato da un libero concesso agli ospiti dagli arbitri con un tecnico assai discutibile sanzionato a Smorra.
E’ ancora tutta da giocare, e sono gli ospiti ad aggredire il quarto periodo con maggior convinzione. Al 33’ è 56-62 e arriva il secondo tecnico contro i locali, stavolta a discapito di coach Patrizio, E’ un momento topico, per quasi due minuti non si segna poi Carnovali accorcia, e Matrone stoppa Manzo e lancia un contropiede chiuso da Gambarota per il 60-62 del 35’. La nuova parità a 4.32” è firmata Matrone, poi è Provenzani a siglare l’ennesimo controsorpasso che riporta avanti Sant’Antimo (64-62). Il piccolo Manzo la ribalta meno di un minuto dopo, ma la Geko è ormai implacabile sull’asse Provenzani – Matrone e a 3’ dalla conclusione torna a +3 sul 69-66 costringendo Fantozzi al time out. Quando si riprende, Manzo e Carnovali sbagliano un batti e ribatti dai 6.75, poi Sergio stoppa Cecchetti e Matrone premia il 10’ assist della partita di Provenzani con il canestro del 71-66 a 1:50”. Non c’è neanche il tempo per esultare che sul ribaltamento arriva la tripla di Fioravanti che riporta Cassino a -2 tenendo viva la partita. A un minuto dopo siamo ancora lì Carnovali sbaglia un libero prezioso (fallo tecnico a Callara per simulazione) e poi sulla rimessa sfonda sul difensore diretto restituendo un possesso prezioso agli ospiti che prima sbagliano dall’arco e poi, conquistato il rimbalzo offensivo, attaccano il ferro conquistando due liberi contestatissimi con Zhgenti. Il ragazzo sbaglia il primo e mette il secondo per il 71-70, poi arriva il fallo sistematico che manda in lunetta dall’altro lato Provenzani con 26” da giocare. Vincenzino fa 2/2 e riporta Sant’Antimo a distanza di bomba, quella che sull’ultimo assalto la Virtus sbaglia due volte con Fioravanti e ancora Zhgenti. A chiuderla ci pensa poi Gambarota con 2 liberi, finisce 75-70 e per la Geko è l’ottava vittoria stagionale. Il sogno continua.

“E’ stata una partita tostissima e si è visto sin dall’inizio – dice nel dopogara Vincenzo Provenzani, 13 punti e 10 assist – venivamo da una settimana difficile ma alla fine siamo stati sul pezzo, determinati, abbiamo vinto di gruppo. Il sogno? L’appetito vien mangiando, la salvezza è un obiettivo e non certo un limite. Ci stiamo divertendo, vincere piace a tutti, e vogliamo continuare così”.

GEKO SANT’ANTIMO 75 – BPC VIRTUS CASSINO 70
(14-19, 38-37; 54-54)
GEKO: Provenzani 13, Zollo, Carnovali 6, Sergio 7, Matrone 22; Izzo 8, Smorra 2, Gambarota 15, Milosevic, Luongo 2 . N.e.: Abete, Quaranta. All.: Patrizio.
BPC: Manzo 6, Svoboda 3, Rovere 5, Callara 23, Cecchetti 6; Zhgenti 3, Fioravanti 14, Liburdi 2, Puccioni 8. N.e.: Lasagni, Lauria, Pacitto. All.: Fantozzi
ARBITRI: Giunta e Farneti.
NOTE – Tiri Liberi: Geko 20/26, BPC 13/19 . Usciti per 5 falli Matrone e Manzo. : .

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy