Serie B – Sant’Antimo piazza il colpaccio, Salerno è battuta

Serie B – Sant’Antimo piazza il colpaccio, Salerno è battuta

La Geko si regala una serata da ricordare, conquista la prima vittoria interna della sua stagione e lo fa al cospetto della capolista Salerno, che era arrivata al PalaPuca da imbattuta.

di La Redazione

La Geko si regala una serata da ricordare, conquista la prima vittoria interna della sua stagione e lo fa al cospetto della capolista Salerno, che era arrivata al PalaPuca da imbattuta. Cuore e grinta per i ragazzi di Patrizio, capaci di rimontare dal -12 del 26′ e di chiudere in scioltezza (84-71) con 4 giocatori in doppia cifra.

Tutta la rabbia della Geko nel 9-0 confezionato in poco più di 100″ in avvio, poi Salerno prende le misure ai santantimesi e ribalta con un 15-4 che vale il sorpasso ospite al 5′ (13-15). La gara trova stabilità ma non perde il ritmo che resta alto con i locali che al 9′ piazzano il controsorpasso (22-19) con 5 punti consecutivi di Gambarota.

Il vantaggio dei locali aumenta al 14′ (31-24) con Matrone protagonista, e viene confermato da una zingarata di Provenzani al 18′ (40-33), ma Salerno è sempre lì, e con Tortù e Cantone prima ritrova la parità a quota 40 e poi ripassa con Diomede. Il 44-43 con cui la Geko torna negli spogliatoi lo sigla Luongo dalla lunetta, ma la partita è ovviamente ancora tutta da giocare.
Alla ripresa è l’Arechi a partire forte: Cantone, Leggio e Potì colpiscono da fuori e in 3′ + 12-4 esterno per il 48-55. Coach Patrizio vuole parlarci su e chiede un time out, ma quando si torna a giocare è ancora Salerno protagonista con Tortù che dalla lunetta fissa il +12 (48-60) del 26′. E’ un momento topico del match, ma quando sembra che le qualità della capolista possano chiudere i conti, torna a ruggire la matricola Geko, che con 5 punti in fila di Provenzani resta orgogliosamente aggrappata alla partita e prima del 30″ torna addirittura a -2 con un grande Gambarota e un rocambolesco canestro di Carnovali sul finale di parziale.

Ci credono i padroni di casa, che sull’asse Provenzani-Matrone rimettono la testa avanti al 33′ (65-63), ma Salerno seppur priva di Visnjic ha tante frecce in faretra e risponde colpo su colpo. Al 36′ la Geko prova a spezzare l’equilibrio, 5 punti di Carnovali valgono il 71-67, un +4 confermato un minuto dopo da una schiacciata di Matrone. Salerno sbanda, Sergio brucia ancora la retina dall’arco e a 2:47″ la Geko è a +7, sul 76-69. Non è finita, Cantone ne mette due dalla lunetta, Matrone risponde da sotto ma quando Leggio sbaglia due liberi sul capovolgimento di fronte l’impressione è che sia fatta davvero. E’ ancora Matrone, a 1:12″, ad allungare per Sant’Antimo (80-71), Tortù sbaglia l’ultimo assalto granata e Carnovali la chiude dai 6.75 trasformando gli ultimi 50″ in un’autentica passerella. Finisce 84-71, e scatta la grande festa della Geko.

“Vittoria importante, che vale due punti pesanti – dice a fine gara coach Enzo Patrizio -. E’ vero, eravamo arrabbiati dopo le ultime due sconfitte, ma sapevamo di non essere dei brocchi così come sappiamo di non essere dei fenomeni oggi. Siamo una neopromossa che sta costruendo il suo vissuto giorno dopo giorno, guai a pensare di aver svoltato, abbiamo tanto da lavorare e dobbiamo tornare in campo domenica con la stessa paura che avevamo oggi!”

GEKO PSA SANT’ANTIMO 84-VIRTUS ARECHI SALERNO 71
(24-19, 44-43, 58-60)

GEKO: Provenzani 19, Gambarota 13, Carnovali 18, Sergio 8, Matrone 20; Izzo 2, Zollo, Puoti, Abete, Luongo 4. N.e.: Cotena, Puoti, Abete e Quaranta. All.: Patrizio.
SALERNO: Cantone 10, Diomede 14, Potì 9, Tortù 16, Leggio 14; Gallo 3, Czumbel, Seye 5. N.e.: Di Domenico e Guariglia. All.: Benedetto.
ARBITRI: Lillo e Galluzzo di Brindisi.
NOTE – Tiri liberi: Geko 18/24, Salerno 18/24. Uscito per 5 falli Babacar.

Ufficio Comunicazione Partenope Sant’Antimo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy