Serie B – Scandone, il cuore non basta: la capolista Palestrina vince al Del Mauro

0

Dopo due vittorie consecutive, la Scandone Avellino ritrova la sconfitta al PalaDelMauro per mano della Citysightseeing Palestrina. Partita tutt’altro che bella da vedere sul piano puramente tecnico, con entrambe le compagini che hanno spesso peccato di lucidità in fase offensiva, come dimostra d’altronde il punteggio finale (57-60), ma che ha visto un alto tasso di agonismo, con la Scandone che ha messo in seria difficoltà la più quotata Palestrina acciuffando anche il vantaggio nel corso dell’ultimo quarto. Per gli ospiti, primi della classe, da sottolineare i 17 punti di Bartolozzi ed i 13 di Rischia, autore della tripla della staffa nell’ultimo minuto di gioco; per Avellino non sono bastati gli 11 punti di Ondo Mengue, unico giocatore biancoverde in doppia cifra.

STARTING FIVE
Scandone: Cherubini, Marzaioli, Ondo Mengue, Iovinella, Locci
Citysightseeing: Rischia, Rossi, Cacace, Mastroianni, Bartolozzi

PRIMO TEMPO – Avvio di match equilibrato, con protagonisti Cherubini e Iovinella per la Scandone e la coppia Mastroianni-Cacace per Palestrina (5-4 al 3’). Marzaioli è impreciso dalla lunetta, ne approfittano gli ospiti per passare prima in vantaggio con Rischia e provare ad allungare poi con cinque punti in fila per Rossi: timeout obbligato per De Gennaro sul 6-13 del 6’. Avellino è poco lucida in attacco, ma la Citysightseeing non ne approfitta appieno e permette ai padroni di casa di tornare in gara con due canestri consecutivi di Locci, che fissano il punteggio sul 10-15 dopo i primi 10’ di gara. Il secondo periodo si apre sulla falsa riga del primo, con le due squadre che continuano a pasticciare in fase offensiva: il primo canestro, da parte ospite, arriva dalle mani di Rischia al solo al 13’ per il 10-17. Dopo il +9 firmato da Bartolozzi, la Scandone grazie ai punti di Rajacic e Ondo Mengue torna a -5 al 16’ (16-21). Sale in cattedra il pivot Bartolozzi, che con 6 punti in fila dà la doppia cifra di vantaggio ai laziali (16-28 al 18’), ma Avellino non si dà per vinta e si tiene mantiene in partita grazie a Rajacic e Iovinella: all’intervallo è 28-36 per Palestrina.
SECONDO TEMPO – Bartolozzi riapre le danze da oltre l’arco, dall’altra parte risponde Ondo Mengue per il -10 del 23’ (32-42). Torna a segnare anche Rischia per la Citysightseeing, che però subisce nuovamente da Bianco e Rajacic i punti del nuovo -7 al 25’ (36-43). Si alza ulteriormente la pressione difensiva della Scandone, che imbriglia per bene gli avversari e torna fino al -2 al 28’ (43-45); Bianco segna ancora da sotto, ma l’ultimo canestro del quarto è del lungo ospite Thiam: Palestrina conduce quindi 45-50 alla terza sirena. Bartolozzi torna a segnare per i laziali, ma dall’altra parte rispondono Cherubini e Ondo Mengue per il -1 de 33’ (51-52). Palestrina continua a sparacchiare, ne può approfittare Avellino che trova addirittura il vantaggio con Locci al 36’ (54-52). Rossi e Mastroianni rispondono a Marzaioli, ma è Rischia a mettere la bomba del +3 ospite a circa 50’’ dal termine; la Scandone prova a pareggiare ma Marzaioli pasticcia in più di un’occasione e la Citysightseeing può gridare alla vittoria col finale di 57-60.

Scandone AvellinoCitysightseeing Palestrina 57-60
Parziali: 10-15; 28-36; 45-50

AVELLINO: Ondo Mengue 11, Del Regno n.e., Genovese n.e., Bianco 7, Cherubini 6, Scardino, Locci 9, Rajacic 9, Iovinella 6, Dushi 2, Marzaioli 7, De Leo n.e. Coach: De Gennaro.

PALESTRINA: Chukwuebuka n.e., Rischia 13, Rossi 12, Bersanti, Mennella, Mastroianni 7, Moretti n.e., Thiam 2, Agbogan, Bartolozzi 17, Cacace 9, Cecconi n.e. Coach: Ponticiello.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here