Serie B – Scandone poco lucida, anche la LUISS Roma passa al Del Mauro

Serie B – Scandone poco lucida, anche la LUISS Roma passa al Del Mauro

La squadra di coach De Gennaro incappa nella quinta sconfitta nelle ultime sei partite, cedendo anche in casa sotto i colpi dei capitolini: lupi fermi in fondo alla classifica.

di Davide Scioscia

Quarta sconfitta consecutiva per la Scandone Avellino, che ha ceduto 61-73 al PalaDelMauro contro una LUISS Roma cinica nei momenti chiave. La formazione universitaria, dopo aver condotto per tutto il primo tempo, ha subito la rimonta biancoverde ed è andata sotto nel terzo quarto, prima di piazzare un break di 3-11 in avvio di ultimo periodo che ha indirizzato la gara. Sugli scudi per i capitolini Martino (16), Pasqualin (14) e Infante (13), mentre dall’altra parte non sono bastati Marzaioli (12), De Leo (10) e Ondo Mengue (10), fin troppo discontinui.

STARTING FIVE
Scandone: Erkmaa, Marzaioli, Ondo Mengue, De Leo, Locci
LUISS: Pasqualin, Tamburrini, Di Carmine, Gellera, Infante

PRIMO TEMPO – Partono meglio gli ospiti, che grazie ai canestri di Di Carmine si prtano sul 2-5 al 3’ dopo un layup di Ondo Mengue per gli irpini. Continua a sbagliare in fase offensiva la Scandone, che subisce il -7 da Pasqualin e Infante: timeout per De Gennaro sul 2-9 del 5’. Il neo acquisto Erkmaa segna i primi punti in maglia biancoverde, ma dall’altra parte Gellera prima e Pasqualin poi riportano a +7 la LUISS all’8’ (6-13); si iscrive a referto anche Rajacic, ma la formazione capitolina trova in Pasqualin anche una tripla per il +9 con cui si chiude il primo quarto (10-19). L’intensità agonistica la fa da padrone in avvio di secondo periodo, con la Scandone che ricuce lo strappo a -7 al 13’ dopo un canestro in allontanamento di Cherubini (16-23). Torna a segnare la squadra ospite e con i punti di Di Carmine e Infante tocca il +12 al 16’ (19-31), contro un’Avellino che continua ad avere le polveri bagnate. Proprio prima dell’intervallo la Scandone ha un sussulto d’orgoglio e, trascinata da Erkmaa e Iovinella, torna a -4, approfittando anche del momento poco lucido degli avversari: è 30-34 al 20’.
SECONDO TEMPO – Al rientro dagli spogliatoi, Avellino continua da dove aveva lasciato e con le triple di Marzaioli ed Ondo Mengue si porta per la prima volta in vantaggio al 23’: 40-38 e timeout chiesto da Paccariè. La LUISS si affida a Pasqualin e Infante, ma dall’altra parte Ondo Mengue segna ancora da oltre l’arco e riporta avanti 43-41 i padroni di casa al 25’. Si infiamma la gara, le due squadre non si risparmiano e si affrontano a viso aperto con protagonisti Rajacic da una parte e Martino dall’altra: alla terza sirena è 47-49. Pronti via, la formazione universitaria piazza un break di 3-11 firmato dagli esterni Pasqualin e D’Argenzio col quale si riporta a +11 al 33’ (49-60). Dopo il +15 griffato da Fiorucci e Martino, ritrova il canestro la Scandone con una bomba di De Leo ed al 36’ è 52-64; la partita rimane comunque nelle mani degli ospiti, che devono soltanto gestire il vantaggio negli ultimi minuti dell’incontro: il finale recita 61-73 per i capitolini.

Scandone Avellino – LUISS Roma 61-73
Parziali: 10-19; 30-34; 47-49

AVELLINO: Ondo Mengue 10, Del Regno n.e., Erkmaa 9, Cherubini 8, Ventrone, Scardino n.e., Pappalardo 1, Locci 6, Rajacic 8, Iovinella 3, Marzaioli 12, De Leo 10. Coach: De Gennaro.

ROMA: Fiorucci 3, D’Argenzio 5, Martino 16, Pasqualin, 14 Di Francesco, Tamburrini 6, Bonaccorso 5, Gebbia, Di Carmine 7, Gellera 5, Garofalo, Infante 13. Coach: Paccariè.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy