Serie B – Scauri niente da fare. Contro la Luiss arriva la settima sconfitta di fila

Serie B – Scauri niente da fare. Contro la Luiss arriva la settima sconfitta di fila

Dopo uno straordinario primo quarto, lo Scauri subisce il ritorno della Luiss che approfitta delle tante amnesia dei giovani tirrenici e vince con merito

di Cesare Crova

Contro la Luiss arriva la settima sconfitta consecutiva per lo Scauri, che non raccoglie per quanto ha seminato, su un campo difficile come quello romano. Era cominciata bene per la Silva Group Basket Scauri, come in altre situazioni, non ultima quella contro Bisceglie, con un primo quarto da incorniciare, dove agli ospiti andava tutto bene mentre i padroni di casa erano totalmente in balia degli avversari. Dopo un in inizio equilibrato (10-13 dopo 6’22”), Scauri, che gestisce la partita, ha un’impennata a cui fa da contraltare una Luiss confusionaria. Stanzani domina in lungo e in largo, le percentuali al tiro sono altissime, Scauri difende bene ed è incisiva in attacco. Con un parziale di 0-16 negli ultimi 3’30” si porta al massimo vantaggio, grazie anche a un tiro dello stesso Stanzani che in equilibrio precario a fil di sirena fissa il punteggio sul 10-29 nel tripudio dei numerosissimi tifosi ospiti.

Ma la Luiss, non pervenuta fino a quel momento, ricorda di essere la squadra determinata e concreta che tutti conoscono e dopo l’intervallo breve ha un moto di orgoglio che le permtte di rientrare in partita. L’efficacia della difesa, l’ottimo gioco di squadra in attacco, dove primeggiano soprattutto gli esterni, le permettono di ricucire in breve lo strappo e nel giro di 7 minuti, grazie anche alla precisione dalla lunga distanza di Navarini e Bonaccorso ribaltano il risultato con un parziale di 35-9 (45-38 al 18’09”). Scauri si risveglia dall’improvviso letargo nel quale era caduto e ritorna in parità, prima che una ingenuità difensiva di Diouf non regali a Bonaccorso i liberi del sorpasso, con cui si chiude il primo tempo 47-45 e un parziale di 37-16.

Nel secondo tempo la musica non cambia, la Luiss è molto più determinata di Scauri, che invece accusa il peso dell’inesperienza. Stanzani cala rispetto al primo tempo, così come alcuni suoi compagni non sono più incisivi. Di contro esce fuori la cattiveria agonistica dei romani, che arrivano al +13 con Pasqualin, tra i migliori, (69-56 al 27’47”), ma Scauri reagisce e riesce a riportarsi a -6 con Stanzani e Artuso, prima di chiudere il terzo quarto sul -8, 73-65.
Nell’ultimo periodo si segna poco, prevalgono le difese, ma anche gli attacchi sono piuttosto inceppati, con numerosi errori da ambo le parti. La Luiss torna al +10 con Gellera (77-67 al 34’), Scauri reagisce, ma si porta a – 7, ma non approfitta dei molti errori che commette la Luiss per rientrare in partita, commettendone a sua volta di ingenui , quando forse meriterebbe di più. Negli ultimi cinque minuti viene fuori l’esperienza della Luiss, che riesce a portarsi con il vantaggio in doppia cifra e a chiudere l’incontro con un canestro da tre punti di Martino, fino ad allora un pò opaco. Con Martucci, appena entrato, si tocca il massimo vantaggio (90-72), prima che Stanzani e Datuowei diano meno pesantezza al risultato finale, 90-75.

Come detto, la Luiss ha concesso moltissimo a Scauri nel primo quarto, che i tirrenici hanno letteralmente dominato, per uscire alla grande nel secondo, incrementare nel terzo e gestire nel quarto. Il parziale di 80-46 in questi tre quarti la dice tutta. Bene come sempre Francesco Infante (18+11 e 22 di valutazione), Marco Pasqualin (15) determinante nella fase di recupero, Mario Taburrini (14), Antongiulio Bonaccorso (12 +7), Alberto Navarini (10).

Nello Scauri, molto da recriminare per non essere riusciti neanche questa volta a capitalizzare un vantaggio importante. Si è rivisto un ottimo Silvio Stanzani (21+9 e 21 di valutazione), sul quale pesa però il 7/16 da due punti, molto bene ha fatto Daniel Datuowei (10), specie nella prima frazione, buona ancora una volta la prestazione di Dario Guadagnola (12, benché ancora in ritardo di preparazione.

Il risultato è sicuramente pesante nelle dimensioni, perché per quanto visto nel primo quarto lo Scauri avrebbe potuto e dovuto meritare di più, ma ha peccato di esperienza, che contro una squadra giovane, ma esperta, come la Luiss, non ci si può permettere. Alcuni dati emergono in modo ineccepibile, come la differenza nei rimbalzi, 44-26, di cui 23-3 in attacco, che indica come i romani si siano garantiti molte seconde opportunità; se i falli sono stati pressoché gli stessi per entrambe le formazioni, la Luiss ne ha subiti di più in azione di tiro, cosa che le ha garantito di andare più spesso in lunetta (17/28 contro 13/15 ai liberi). Dati che lo staff tecnico scaurese dovrà analizzare e su cui lavorare per cercare di dare concretezza ai risultati, lavorando soprattutto in difesa, dove si concedono troppi punti agli avversari (90 punti alla Luiss, contro i 72 di media, come già accaduto a Nardò che ha realizzato 95 punti, a fronte di 62 di media). Questo in attesa di un’altra trasferta molto difficile, in quel di Pozzuoli, già sconfitta nella fase di preparazione. Ma ora i due punti contano molto di più.

In ultimo, una nota di colore dedicata agli arbitri, che hanno probabilmente battuto un record riuscendo a fischiare un tecnico a Leonardo Di Francesco a 3” dal termine della partita, mentre le due squadre, con la palla a terra, si stavano salutando in campo.

 

Luiss Roma – Silva Group Basket Scauri 80 – 82 (10-29, 37-16, 26-20, 17-10)

Luiss Roma: Francesco Infante 18, Andrea Martino 10, Alberto Navarini 10, Mario Tamburrini 14, Francesco Gellera 5, Alessio Di Carmine, Marco Pasqualin 15, Antongiulio Bonaccorso 12, Leonardo Di Francesco 3, Gabriele Martucci 3, Francesco Buzzi, Daniele Fiorucci.
Allenatore: Andrea Paccariè

Silva Group Basket Scauri: Silvio Stanzano 21, Daniel Datuowei 12, Riccardo Murri 3, Khadim Diouf, Nicola Artuso 8, Andrea Albertini 5, Roberto Chessari 8, Edoardo Lucarelli 8, Dario Guadagnola 12, Ivan Treglia n.e., Alessandro Werlich n.e.

Allenatore: Andrea Masini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy