Serie B: Scauri, ormai è quasi notte fonda. Con Valmontone arriva l’ennesima sconfitta

Serie B: Scauri, ormai è quasi notte fonda. Con Valmontone arriva l’ennesima sconfitta

Altra prova opaca per i giovani ragazzi scauresi, che alla distanza cedono a una formazione più compatta ed esperta e inanellano la nona sconfitta consecutiva

di Cesare Crova

Nulla di nuovo in casa Basket Scauri. Con un punteggio da minibasket, la Virtus Valmontone fa sua una partita che già alla decima giornata rappresentava una tappa fondamentale in chiave salvezza. A un terzo del campionato, la classifica parla chiaro e per il Basket Scauri è deludente, rispetto, forse, alle aspettative di inizio stagione, con una sola vittoria, nove sconfitte e tanti punti interrogativi.
A Scauri arriva una formazione, quella casalina, alla ricerca disperata di punti, il cui gruppo, fatto di giocatori esperti e navigati per la Serie B, forse non merita la classifica che occupa. Dall’altra parte un Basket Scauri ai minimi termini, con tre giocatori che hanno rescisso il contratto (Mataluna, Tartamella e Werlich), con Artuso che ha subito a Pozzuoli un grave infortunio, che lo terrà fuori dal campo non meno di un mese, e un altro paio di elementi che non sono ancora riusciti a inserirsi negli schemi della squadra; perciò rotazioni limitate all’osso.
La partita è equilibrata nel primo tempo, che Scauri chude in vantaggio 22-20, poi nel terzo periodo succede quello che già si è visto in tante, troppe, altre occasioni. Improvvise amnesie che permettono alla squadra avversaria di piazzare il parziale che condizionerà l’esito finale dell’incontro. Così, dal 30-23 al 23’, si passa al 30-36 al 27’, che di fatto chiude i giochi, anche perché nell’ultima frazione i giocatori locali vanno in confusione, specie in attacco.

Soddisfatto per il risultato Alex Righetti, allenatore della Virtus Valmontone, il quale ha così commentato: “Partita non bellissima da vedere, tanti errori, ma come spesso accade, quando c’è tensione e ci sono due punti importanti in palio come stasera, accade che le partite escano così. Dopo un primo tempo con troppi errori da parte nostra, siamo riusciti a trovare giocate importanti che ci hanno permesso di prendere quel minimo vantaggio che poi abbiamo gestito e che ci ha permesso di ottenere un risultato importantissimo per la classifica e accorciarla rispetto a chi ci sta davanti

Per Scauri, purtroppo non si è potuto contare su solito apporto di Dario Guadagnola, un po sottotono (6 punti e 1/10 al tiro), mentre per il resto della squadra parlano i numeri: 1/21 da tre punti, 5 palle recuperate, 22 palle perse (Valmontone 11-11), 33% al tiro, mentre non è bastato dominare a rimbalzo (44-34 di cui 12 in attacco, ma che non hanno avuto fortuna con i secondi tiri).
Lo stesso Leonardo Ortenzi fa un’analisi oggettiva dell’incontro: ”Abbiamo avuto un buon impatto inziale sulla gara, tutto quello che ci eravamo ripromessi in fase difensiva lo abbiamo fatto. Purtroppo ci è mancata la capacità di attaccare a difesa schierata e siamo stati troppo frenetici nelle conclusioni”.

A questo punto della stagione si deve necessariamente fare il punto: mancano cinque giornate alla fine del girone di andata, che saranno altrettante finali nelle quali si spera che lo Scauri riesca a portare a casa almeno 4 punti, contro formazioni come Cassino, Salerno, Matera, Stella Azzurra e Formia, se ambirà a salvarsi. Il primo, fondamentale, gradino da salire sarà sabato prossimo a Cassino, con la quale Scauri condivide l’ultimo posto in classifica. Vincere sarebbe la migliore iniezione di fiducia per i ragazzi, in considerazione anche di una classifica che vede la salvezza distare ora 8 punti.

Tutto questo auspicando che il Presidente Roberto Di Cola a gennaio possa fare uno sforzo importante e portare a Scauri quel giocatore senior che permetta alla squadra di fare il salto di qualità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy