Serie B – Senigallia rialza la testa e vince tra le mura amiche contro Montegranaro

Lo scontro diretto salvezza va alla Goldengas che si impone per 83-75

di Federico Di Domenico

Senigallia,2 febbraio – Non arriva nemmeno sul parquet della Goldengas Senigallia la
prima vittoria del 2020 della Premiata che è costretta a capitolare al termine di un
match che i padroni di casa sono stati capaci di controllare dal primo all’ultimo minuto
nonostante i tentativi dei ragazzi di coach Ciarpella di provare a rientrare in gara. La
Sutor si presentava a questo appuntamento ancora a caccia di punti dopo la bella
prestazione nel turno infrasettimanale sul campo della Bakery Piacenza che però non
ha permesso nell'ultimo possesso di portare a casa la vittoria. Per i ragazzi di coach
Ciarpella quindi c’era l’arduo compito di confermare quanto di buono visto nell'ultima
uscita ma soprattutto quello di smuovere in avanti la classifica per tirare una boccata
d'ossigeno considerando che la stagione sta entrando nella sua fase più calda e
convulsa. Di fronte ai gialloblù c’era una Goldengas molto agguerrita che ha fatto di
tutto per riscattare l’ultima bruciante sconfitta arrivata all’overtime sul parquet di
Giulianova, ma anche quella della gara di andata alla Bombonera contro la Sutor,
arrivata grazie alla stoppata del sutorino Panzieri sulla sirena.
Lo starting five di coach Ciarpella era composto da Caverni a vestire i panni del
playmaker, con ai suoi lati Villa e Rovatti. Sotto le plance si sono posizionati i soliti
Panzieri e Polonara, da evidenziare anche il recupero Francesco Ciarpella che
nell’ultima gara contro la Bakery era stato tenuto fermo a scopo precauzionale per un
fastidio alla caviglia. La gara inizia con subito i padroni di casa che si portano sul 3-0
dopo un minuto ma la Premiata reagisce con il primo canestro della serata per la Sutor
di Rovatti e a 6’36’’ dal termine del primo quarto Caverni fornisce un bell’assist a
Polonara che va a realizzare il canestro che vale il risultato di 5-6. Senigallia però non
sta a guardare e Gurini inizia a bombardare il canestro e con due triple in fila, sfruttando
anche qualche errore di troppo in fase di impostazione della Sutor fa 13-6 in un amen.
Inevitabile time out chiamato da coach Ciarpella ma la musica non cambia e i padroni
di casa a suon di bombe si spingono fino al 21-9 grazie alla buona verve sotto canestro
e dalla linea da 3 di Pierantoni e compagni. La Premiata prova a ricompattarsi e Lupetti
mette una tripla che da ossigeno alla truppa veregrense ma l’entusiasmo viene un po'
smorzato dalla bomba sulla sirena del primo quarto di Giacomini che sigilla il risultato
sul 26-16. Il primo minuto del secondo periodo è caratterizzato da tre triple messe a
segno in ordine da Lupetti, poi Gurini per Senigallia e infine Villa ed è così che la
Premiata inizia a rosicchiare alucni punti di svantaggio che diventano, dopo appena tre
minuti di gioco, solo 3 grazie alla bomba di Lupetti. Questa volta è coach Foglietti e
dalla linea dei tre punti e così dopo il rientro in campo il tabellone recita che la gara è di
nuovo in equilibrio sul 33 – 33. Riesce a reggere l’urto la Goldengas che trova anche le
forze per mettere nuovamente il naso avanti sul 45-35 grazie alla tripla di Pozzetti e il
canestro di Giacomini. Questa volta i veregrensi non riescono ad accorciare e così
Senigallia gestisce il vantaggio incrementandolo sul finire del primo tempo grazie al
solito Gurini che conquista un fallo che gli consente di presentarsi e poi realizzare i tre
tiri dalla lunetta a disposizione mandando i suoi a riposo sul risultato favorevole di 54-
46. Al rientro dall’intervallo lungo per la Premiata la sveglia la suona la tripla di Ciarpella
e grazie alla perfetta amministrazione di Caverni i gialloblù iniziano a recuperare
terreno sull’avversario. A 2’ 30’’ dal termine del terzo periodo Villa mette la tripla che
avvicina i gialloblù fino al 63-60 dopodiché la benzina finisce, così l’esperienza e la
fisicità degli uomini di coach Foglietti prendono nuovamente il sopravvento ponendo
fine alla reazione sutorina. Paparella e capitan Pierantoni controllano le folate offensive
della Sutor e sfruttano il minimo errore dei gialloblù riuscendo anche un vantaggio che
alla fine del terzo quarto tocca il + 8. L’ultimo periodo si apre su dei ritmi molto contratti
tant’è che nei primi tre minuti non si vede l’ombra di un canestro. L’incantesimo viene
rotto da Panzieri che ne realizza uno più il tiro libero aggiuntivo ma è ancora Gurini con
una tripla a rimettere la gara sui binari della Goldengas. Gli errori iniziano a pesare e il
tempo passa, i veregrensi arrivano al massimo a toccare il -6 ma poi arriva all’ultimo
minuto di gioco la girandola di falli che mandano dalla lunetta prima Gurini e poi
Pierantoni che fanno entrambi 2 su 2 e il canestro in penetrazione di Lupetti che arriva ai
titoli di coda, serve solo per rendere il risultato finale meno amaro di una sfida che si
conclude sull’83 a 75 a favore della Goldengas Senigallia. Escono a testa bassa i
giocatori di coach Ciarpella ma appena dopo il suono dell’ultima sirena vengono
chiamati a gran voce dai ragazzi della curva che gli tributano dei cori di
incoraggiamento e un bellissimo abbraccio collettivo nonostante la sconfitta.
La Sutor fallisce ancora l’appuntamento con una vittoria che manca oramai da troppo
tempo dalle parti di Montegranaro. Ora la classifica si fa veramente pericolosa e quindi
per i gialloblù ci sarà ora l’obbligo di riscattarsi, tra una settimana, nel sentito derby che
si giocherà tra le mura della Bombonera contro il Porto Sant’Elpidio Basket.
Al termine della gara per la Sutor Basket Montegranaro in sala stampa è intervenuto il
direttore sportivo Paolo Berdini:
“Veniamo da un momento estremamente negativo dove la vittoria manca oramai da
troppo tempo – dichiara il d.s. gialloblù -domenica ci attende il derby e dobbiamo
assolutamente riscattarci, abbiamo la possibilità di giocarlo in casa e abbiamo
l’obbligo di conquistare i due punti in palio. Stiamo pagando ora il roster giovane e
questo lo abbiamo visto contro la Goldengas dove abbiamo affrontato una squadra
più corta di noi ma sicuramente più fisica e con più esperienza. La prestazione della
squadra non la considero un passo indietro perché Senigallia è sempre un campo
ostico e la squadra è composta da giocatori navigati per la categoria ma detto questo
dobbiamo assolutamente tornare alla vittoria perché altrimenti si fa dura. Vorrei per
finire dire un enorme grazie ai nostri tifosi che sono stati fantastici e non hanno mai
smesso di sostenere la squadra, questa per noi è una grande fortuna e domenica
faremo di tutto per regalar loro una gioia”

GOLDENGAS SENIGALLIA – SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO 83-75
Goldengas Senigallia: Pierantoni 18, Giacomini 9, Caroli 13, Gurini 25, Pozzetti 9, Paparella
3, Fronzi n.e., Valentini, Cicconi Massi 6, Moretti n.e., Costantini n.e..
coach: Stefano Foglietti
Sutor Premiata Montegranaro: Lupetti 21, Ragusa 4, Villa 6, Di Angilla , Jovovic 2, Caverni 11,
Polonara 7 , Rovatti 10 , Panzieri 9
coach: Marco Ciarpella
1°arbitro: Federico Berger di Savignano (CN)
2°arbitro: Alex Naftali di Pecetto Torinese (TO)
Parziali: 26/16,28/30,14/14,15/15
Progressivi: 26/16/,54/46,68/60,83/75

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy