Serie B – Serata storta per l’Etrusca, Ozzano strappa i due punti

di Federico Di Domenico

Sinermatci Ozzano – Blukart Etrusca San Miniato 70 – 63

Blukart: Santini 4, Carpanzano 10, Caversazio 12, Neri 4, Benites 3, Regoli Fed, Quartuccio 5, Lorenzetti 12, Capozio 2, Tozzi 11, Ciano ne, Regoli Fra ne. All. Barsotti Ass. Carlotti, Miniati e Latini

Ozzano: Folli 4, Bertocco 16, Galassi 15, Chiusolo 5, Mastrangelo 12, Naldi ne, Bedin 5, Lolli ne, Lovisotto 7, Okijevic 4, Guastamacchia 2. All. Grandi Ass. Pizzi e Tattini

Parziali: 8 – 9, 34 – 23, 53 – 48, 70 – 63

Arbitri: Matteo Paglialunga e Umberto Giambuzzi di Lanciano

L’Etrusca inciampa in una giornata nera, con percentuali troppo basse, che non possono bastare per contrastare il talento degli emiliani di Ozzano. Inizio di gara contratto per entrambe le squadre, con i ragazzi di coach Barsotti che riescono a prendere un piccolo vantaggio, sul 5 a 9, grazie ai canestri di Lorenzetti, ma gli emiliani rimangono sempre agganciati alla gara, con la prima frazione che si chiude su un laconico 8 a 9.

Nel secondo quarto la partita si fa più spezzettata per i tanti fischi arbitrali ed è Ozzano che riesce ad approfittare della situazione, scavando un importante parziale con un Bertocco micidiale dalla linea della carità, che trascina i suoi avanti di 11 punti all’intervallo lungo, sul 34 a 23. Nel terzo quarto Benites e compagni si scuotono, riuscendo a chiudere le maglie in difesa e tornando sotto grazie ai canestri di Quartuccio e Tozzi; ci vuole il miglior Galassi per i locali per tenere avanti la squadra di 5 lunghezze, sul 53 a 48, a dieci minuti dal termine.

Nell’ultimo quarto la partita si gioca a distanza di un solo possesso per molti minuti, con entrambe le squadre a cercare la zampata decisiva, finché Mastrangelo sale in cattedra per i locali, con due bombe che spaccano in due la contesa. L’Etrusca prova a reagire con tutte le forze, ma le percentuali basse per tutta la gara non aiutano neanche nel finale la squadra di coach Barsotti.

“La gara non è tutta da buttare. Abbiamo interpretato bene la gara nel primo quarto, senza riuscire però a trovare la via del canestro, commettendo molti errori nelle conclusioni ravvicinate – commenta coach Federico Barsotti a fine gara -. Il secondo quarto è stato troppo spezzettato dai fischi arbitrali e Ozzano è stata più cinica in quella fase della gara. Nella seconda parte di gara abbiamo ripreso la partita, ma ci è mancata la zampata per strappare i due punti, con qualche canestro facile concesso che ci ha rotto il ritmo gara. Una gara sicuramente compromessa dalle nostre cattive percentuali, nonostante la buona prova nel contenere la loro esuberanza a rimbalzo e la loro corsa. Sicuramente dovevamo e potevamo fare di più e dobbiamo prendere una lezione da questa gara, ma fortunatamente mercoledì ci aspetta subito un altro match con Piombino e avremo subito l’occasione di tornare in campo e prendre due punti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy