Serie B – Sorprendente ko casalingo per Roseto con Ozzano: secondo stop di fila

0

LIOFILCHEM ROSETO – LOGIMATIC GROUP OZZANO 68-82 (20-20; 15-14; 16-26; 17-22)

ROSETO: Durante 10, Maiga, Marcucci n.e, Dervishi n.e, Donadoni, Guaiana 20, Tamani 2, Mantzaris, Klyuchnyk 10, Santiangeli 13, Thioune 4, Petracca 9. Coach Franco Gramenzi

OZZANO: Myers 2, Bechi 18, Bastone 12, Zambianchi n.e, Martini 4, Terzi, Filippini 18, Cortese 10, Balducci 2, Abega 16, Zanasi n.e. Coach Augusto Conti

Tiri da due Roseto 14/30, Ozzano 25/41. Tiri da tre 11/29, 7/20. Tiri liberi 7/14, 11/12. Rimbalzi 31 (21+10), 34 (26+8)

La Liofilchem Roseto cade ancora ma resta prima grazie ai risultati dagli altri campi. Inaspettato ko casalingo per i biancazzurri contro la Logimatic Group Ozzano, terz’ultima forza del torneo. Gli ospiti passano 68-82 al PalaMaggetti, con una parte del pubblico rosetano che ha espresso il proprio dissenso per la prova odierna al termine della gara.

Ozzano mette per prima la testa avanti con una tripla di Cortese, che viene emulata da Guaiana. Primo vantaggio locale dopo oltre 3’ di gioco con Durante che da tre sigla l’8-7.  Parità a metà frazione sul 10-10. Gli ospiti riprendono a comandare il match, seppur di stretta misura fino all’8’, quando Thioune riporta avanti in due occasioni la Liofilchem. Ancora parità al 10’, sul 20-20, con Filippini già a quota 10 punti personali.

Equilibrio che permane anche nelle prime fasi del secondo periodo, con Ozzano che pur rimettendo la testa avanti non riesce mai ad allungare il divario oltre le tre lunghezze. I ragazzi di Conti conducono anche al 15’ sul 27-28. Il trend della gara sembra non mutare, con Ozzano che spreca anche delle opportunità per estendere il proprio vantaggio, mentre Roseto nonostante i ripetuti cambi effettuati da Gramenzi non sembra essere quello delle serate migliori. Quattro punti consecutivi di Klyuchnyk permettono però ai biancazzurri di rientrare negli spogliatoi avanti 35-34.

Logimatic che segna per prima anche alla ripresa del gioco con Abega, Roseto che ribatte con Petracca. Roseto prova a cambiare marcia con due triple di Durante ma gli ospiti non vogliono mollare la presa e continuano a contro sorpassare la capolista. Ozzano oltrepassa il 25’ nuovamente in vantaggio 43-46. Bechi in penetrazione sigla il +5, che vale anche il massimo vantaggio di un match fin qui costantemente sulla linea dell’equilibrio: Gramenzi ricorre al time-out. Roseto non si sblocca e Ozzano va a bersaglio tre volte da tre, due con Abega e una con Bechi, volando sorprendentemente sul +14. Due liberi di Guaiana provano a regalare nuova linfa alla Liofilchem, che si schioda da quota 43 dopo un parziale ospite di 0-16. La musica non cambia perché va a segno con una tripla anche Cortese: +15 Ozzano nell’ultimo minuto del terzo quarto, che si chiude però con due colpi da oltre l’arco di Petracca che consentono a Roseto di ridurre il gap al 30’ sul 51-60.

Gli ospiti non sembrano scomporsi e continuano a segnare con Bastone che fa 2/2 dalla lunetta. Sono ancora dieci i punti di distacco al 32’, con Ozzano che oltretutto fallisce un paio di ghiotte opportunità per scappare ulteriormente. Roseto si affida sempre più al tiro da tre ma il più delle volte spara a salve, così Filippini con un semigancio sigla il nuovo +10 a 6’ dalla fine. 59-68 invece al 35’.

Ozzano mantiene bel salde le mani sulla gara anche quando Durante rimette Roseto sul -5 a poco più di 3’ dalla fine. Anzi, al 38’ i punti di vantaggio per il quintetto di Conti tornano ad essere nove. Ci sarebbe ancora tempo per la Liofilchem per rimediare, ma i padroni di casa sono irriconoscibili in attacco.  I successivi canestri di Bechi e Bastone sentenziano la parola “fine” sul match in anticipo di oltre un minuto sul suono dell’ultima sirena. Il match termina 68-82.