Serie B – Teramo al cardiopalma, ma ha la meglio su Senigallia

0

Con l’avvento del girone di ritorno iniziano, da appassionato direi finalmente, i cosiddetti scontri diretti: partite tra squadre che lottano per gli stessi obiettivi di classifica, e che risulteranno decisive ai fini della stessa. Teramo-Senigallia è una di queste partite: entrambe le compagini sono a quota 18 punti, ma i marchigiani hanno dalla loro la vittoria nella partita di andata per 68-64, nella quale respinsero a fatica negli ultimi secondi una coraggiosa rimonta teramana. Il pericolo numero uno per i ragazzi di coach Bianchi si chiama Lorenzo Tortù, autore di 31 decisivi punti nella gara di andata, che attualmente sfiora i 20 punti e 10 rimbalzi di media.
LA PARTITA.I padroni di casa scendono in campo con il quintetto composto da Salamina, Musso, Lagioia, Staffieri e Milojevic, risponde Senigallia con Paparella, Giacomini, Giampieri, Pierantoni e Tortù. Coach Foglietti decide di fermare la partita dopo appena un minuto di gioco, dato che Teramo in due azioni consecutive ha trovato subito via facile al canestro con Musso e Milojevic. Dopo la pausa forzata anche i marchigiani entrano in partita, e le indicazioni sono, ovviamente, di andare sotto canestro dai lunghi per sfruttare il vuoto lasciato nella difesa di Teramo dall’assenza di Cicognani: il talento e la fisicità di Pierantoni iniziano a fare la differenza, stavolta è Bianchi a dover fermare la partita. La reazione nel gioco c’è, ma a Teramo manca la precisione al tiro e al termine della prima frazione è sotto per 23 a 17. Nel secondo tempo è la velocità in campo aperto di Salamina a dare la scossa ai padroni di casa, gli ospiti però continuano a metterla sul fisico e gli arbitri non si accorgono di un paio di contatti offensivi ampiamente punibili. Nonostante in attacco le cose vadano meglio per Teramo, gli ospiti riescono a mantenere il vantaggio grazie ad un’ottima giornata al tiro da tre di Giampieri e Giacomini: si va alla pausa lunga con gli ospiti ancora avanti per 39-46. Nel secondo tempo i presenti al PalaScapriano assistono ad un basket non indimenticabile: tante palle perse e pochi canestri, che però si risolvono in un ulteriore incremento del vantaggio da parte di Senigallia, che ora è a +10. Nel momento di massima difficoltà per Teramo sale in cattedra capitan Lagioia, che con due triple consecutive infiamma un PalaScapriano particolarmente caloroso rispetto al solito. Uno dei problemi che hanno incontrato i padroni di casa in stagione è stato che nei momenti positivi in attacco ci si sia affidati troppo agli isolamenti dei giocatori “caldi” piuttosto che nel gioco di squadra: questo accade anche oggi, in un momento delicato della partita. Nonostante ciò si va all’ultimo periodo con gli ospiti sopra di appena tre lunghezze. Nel quarto quarto i padroni di casa dimostrano la voglia di vincere che li ha contraddistinti nei momenti duri trovando il primo vantaggio nella partita, mentre dall’altra parte continua la straordinaria giornata al tiro del duo Giampieri-Giacomini, i quali compensano ampiamente la figura anonima che sta facendo Tortù. La partita resta sui binari dell’equilibrio fino all’ultimo tiro: Paparella mette una tripla pazzesca a 5 secondi dalla fine che dà il -1 a Senigallia, Milojevic perde un pallone sciagurato dalla rimessa da fondo ma il tiro della possibile vittoria di Tortù viene stoppato da Lagioia. A tempo scaduto Staffieri realizza un tiro libero su due dopo aver subito fallo dallo stesso Tortù.
LA STATISTICA. Nonostante il match sia rimasto in bilico a lungo, se si vuole dare uno sguardo prettamente ai numeri che hanno influito sul risultato finale non possono non balzare agli occhi le 14 palle perse di Senigallia. Esse assumono ulteriore rilievo se si comparano alle palle recuperate da Teramo, appena la metà.
TERAMO BASKET 1960 7977 PALLACANESTRO SENIGALLIA
Parziali: 17-23 ; 22-23 ; 19-15 ; 21-16
Tabellini
Teramo: Salamina 19, Musso 14, Lagioia 16, Staffieri 8, Milojevic 10, Nolli 5, Piccinini 4, Errera 3, Di Eusanio n.e., Manente n.e., Ceci n.e. All. Bianchi.
Senigallia: Tortù 11, Pierantoni 7, Giacomini 16, Bertoni, Ricci 2, Benedetti n.e., Giampieri 18, Paparella 23, Del Torto n.e., Angeletti n.e., Gurini, Maiolatesi n.e. All. Foglietti.