Serie B – Teramo supera Nardò al fotofinish

Serie B – Teramo supera Nardò al fotofinish

Partita spettacolare tra Adriatica Press Teramo e Frata Nardò, decisa solo da una tripla in step-back di Lagioia a 2 secondi dalla fine.

di Federico Di Domenico

Al PalaScapriano si affrontano Adriatica Press Teramo e Frata Nardò nella venticinquesima giornata del girone C di serie B Old Wild West- Per i padroni di casa è l’ultima spiaggia per poter continuare a rincorrere la salvezza diretta dopo la pesante sconfitta subita nell’ultimo turno nel derby contro Giulianova, mentre Nardò è in piena corsa per un posto ai play-off.
Teramo inizia il match con il quintetto composto da Costa, Fabi, Lagioia, Aromando e Marsili. Nardò si affida al solito starting five con Zampolli, Bonfiglio, Drigo, Bjelic e Visentin.
Partita piacevole in avvio, con i lunghi di entrambe le squadre particolarmente ispirati nella metà campo offensiva, ad Aromando e Marsili rispondono Bjelic e Visentin, che firma il 4-10 dopo 3’30” di gioco, primo break importante del match. Nardò corre in attacco e colleziona una serie di palle recuperate che non permettono a Teramo di entrare in partita. A 3’52” dal termine del primo periodo Bonfiglio in contropiede firma il 4-14 costringendo coach Domizioli al primo time-out dell’incontro. Minuto di sospensione redditizio per Teramo che aumenta l’intensità difensiva pressando a tutto campo, e con i canestri di Canelo da sotto e Kekovic dall’arco si riporta sul -5, 9-14,punteggio con cui si chiude il primo quarto.
Il secondo periodo inizia sulla falsa riga del primo, tanta intensità in campo e le squadre che si rispondono colpo su colpo, con il distacco che resta invariato nei primi 3 minuti. Marsili da sotto canestro segna il 15-18 e coach Quarta decide di fermare il gioco per riordinare le idee. Teramo continua il pressing asfissiante sui portatori di palla granata e opera il sorpasso sul 22-21 con uno scatenato Canelo che firma 4 punti consecutivi, intervallati da una palla rubata su una rimessa dal fondo di Nardò, costringendo coach Quarta al secondo time-out in poco più di tre minuti. Sebrek firma il massimo vantaggio Teramano sul 24-21. Nardò reagisce e rimette il naso avanti sul 26-27, punteggio con cui si chiude il primo tempo, caratterizzato da un punteggio molto basso frutto di un’altissima intensità difensiva e pessime percentuali dall’arco (1/8 per Teramo, 1/11 per Nardò).
Il secondo tempo si apre come si era chiuso il primo, tanti errori al tiro soprattutto per gli ospiti e Teramo ne approfitta portandosi sul 32-27 con i canestri da sotto di Lagioia, Aromando e Fabi. Nardò chiama time-out dopo meno di due minuti di gioco ma l’inerzia del match non cambia, gli ospiti non riescono a sbloccarsi ed è ancora Fabi, stavolta in contropiede, a firmare il massimo vantaggio Teramo sul 34-27 a 5’30” dalla fine del terzo quarto. Nardò si sblocca con una tripla di Provenzano e accorcia le distanze sul 34-30. All’improvviso il match si accende, e si scaldano anche le mani di capitan Lagioia che segna due triple consecutive (le prime di giornata) per il 41-32. Aromando porta addirittura sul +11 Teramo (43-32) ma risponde dall’arco Ingrosso, per scongiurare la fuga di Teramo. Il terzo periodo finisce con i padroni di casa avanti 48-39.
L’ultimo periodo si apre con Nardò che riesce a correre e trovare buoni tiri, Provenzano in contropiede segna il canestro del 50-43 a 8 minuti dalla sirena finale e Domizioli chiama time-out per invertire l’inerzia, ma in uscita dal minuto di sospensione ancora Provenzano è mortifero dalla linea dei 6.75m e firma il 50-46.  Teramo non riesce più a trovare la via del canestro e Bjelic dall’arco riporta gli ospiti a -1, 52-51 a metà quarto periodo. I padroni di casa si sbloccano con Canelo, che mette a segno il 54-51 a 3’15” dalla fine. Bonfiglio con un 2/2 dalla lunetta e il solito Bjelic dalla media riportano avanti Nardò sul 54-55 con due minuti da giocare. Nardò si porta anche sul +3 ma Aromando da sotto segna il 56-57 a 1’12” dal termine. Quando mancano 50” alla sirena finale Lagioia fa 1/2 dalla lunetta per il 57-57, che diventa subito 59-57 grazie a un canestro in contropiede di Canelo dopo l’ennesima palla rubata dalla difesa biancorossa. Coach Quarta chiama time-out e Bjelic rimette tutto in parità con 22” ancora da giocare. Domizioli chiama time-out per costruire l’ultima azione, disegna un uscita dai blocchi di Lagioia che riesce nel migliore dei modi, con il capitano di Teramo che a 2” dalla fine segna con uno strepitoso step-back la tripla del 62-59. Aromando stoppa il tiro allo scadere di Bonfiglio e Teramo porta a casa 2 punti fondamentali.

ADRIATICA PRESS TERAMO-FRATA NARDO’ 62-59 (9-14, 26-27, 48-39)
Adriatica Press Teramo: Lagioia 13, Fabi 6, Canelo 14, Costa, Marsili 4 , Aromando 12, Sebrek 3, Kekovic 10, Massotti ne, Di Diomede ne
Frata Nardò: Bonfiglio 10, Provenzano 10, Zampolli 2, Drigo 1, Visentin 8, Banach, Razzi, Ingrosso 7, Bjelic 21, Scardino ne, Mijatovic ne

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy