Serie B – Torrenova dura tre quarti prima di crollare a Palermo

di Federico Di Domenico

La Fidelia Torrenova, priva dell’infortunato Perin (out nel riscaldamento), gioca una buona gara per 30’ poi
cede alla distanza contro un Green Basket preciso dalla distanza (50% da 3 punti) ed abile a sfruttare il gioco
dentro-fuori di Caronna. Non bastano i 23 punti dell’ex Di Viccaro, ultimo a mollare da buon capitano della
giovane squadra di coach Condello.

Green Basket Palermo – Fidelia Torrenova 87-73 (21-18, 43-40, 68-60)
Green Basket Palermo: Caronna 28 (13/20, 0/1), Guerra 23 (5/5, 4/4), Boffelli 13 (2/5, 2/5), Drigo 8 (1/2, 2/4),
Lombardo 8 (1/2, 2/4), Gentili 3 (0/0, 1/5), Di Marco 3 (0/1, 1/1), Bedetti 1 (0/2, 0/0), Caridi ne, Nicosia ne,
Moltrasio ne, Ben Salem ne. Coach: Mazzetti.
Fidelia Torrenova: Di Viccaro 23 (5/5, 4/10), Lasagni 11 (4/6, 1/4), Bolletta 10 (2/6, 1/3), Galipò 9 (3/4, 1/2),
Klanskis 6 (2/3, 0/2), Ferrarotto 6 (1/3, 0/1), Gloria 5 (2/8, 0/0), Mazzullo 3 (1/2, 0/0), Perin ne, Saccone ne,
Romagnolo ne, Micciullia ne. Coach: Condello

Ottimo inizio di Torrenova con Gloria, Lasagni e Di Viccaro che piazzano 8 punti in un amen. Palermo risponde
sotto canestro con Caronna e correndo bene in transizione. Torrenova rimane ancora avanti fino al 12-10 con
cui a 5’34” viene sospesa la partita a causa di un calo di tensione al Palamangano. La pausa momentanea
cambia l’inerzia della partita: Palermo rientra con Boffelli che piazza due triple, Torrenova risponde con
Klanskis e Lasagni che non mollano. Alla fine del primo quarto è 21-18. Torrenova rientra in campo alla grande:
5 punti di fila, mentre Palermo resta ferma al palo, ed un break di 8-0, grazie a Di Viccaro che da buon ex
realizza subendo il fallo e piazza la bomba. Dall’altra parte Palermo si affida a Guerra che con 9 punti di fila
rientra trovando il +3 a 2’27” sul 39-36. Nei minuti finali del primo tempo Caronna piazza 4 punti di fila e
mantiene la sua squadra a +3 all’intervallo lungo: 43-40. Dalla pausa lunga Torrenova rientra impattando la
parità a quota 45 con la bomba di capitan Di Viccaro, Palermo risponde con le bombe di Guerra e Drigo che la
issano 53-47 al 24’. È sempre l’ex a tenere in scia la squadra di Coach Condello, ma le troppe occasioni sprecate
permettono al Grenn di issarsi a +8 a fine terzo quarto con la bomba dall’angolo di Di Marco. Nell’ultimo
parziale pronti-via e Palermo scappa con altri canestri dalla lunga distanza, mentre la Fidelia crolla, chiudendo
sul 87-73.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy